71.141.586
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CLAMOROSO / LA CGIA DI MESTRE SI SCHIERA CON IL MOVIMENTO 9DICEMBRE- FORCONI!

lunedì 16 dicembre 2013

Le ragioni della protesta del movimento 9 dicembre

Le manifestazioni di protesta di questi ultimi giorni hanno assunto delle dimensioni che inizialmente nessuno immaginava. Voglio essere chiaro: non è mia intenzione appoggiare o sostenere questa iniziativa e condanno qualsiasi forma di violenza fisica, verbale e di prevaricazione verificatesi un po’ ovunque.

Tuttavia, non possiamo disconoscere come il movimento del nove dicembre sia cresciuto con il passare dei giorni e abbia coinvolto persone di estrazione sociale molto diverse fra loro. Studenti, cassaintegrati, casalinghe, disoccupati, esodati, lavoratori autonomi e piccoli imprenditori si sono ritrovati assieme per esternare tutta la loro rabbia e disperazione contro una politica che non è più in grado di dare alcuna risposta ai problemi reali del Paese. Certo, oltre la protesta c’è poco altro, manca una piattaforma rivendicativa, ma è altrettanto indubbio che queste persone hanno ragione da vendere.

Con un livello di disoccupazione che ha superato abbondantemente il 12 per cento, con un esercito di cassaintegrati che rischia, una volta terminata l’erogazione del sussidio, di ritrovarsi per strada, con una pressione fiscale che ha raggiunto quest’anno un picco mai toccato in passato, è da meravigliarsi che questa reazione così decisa non sia avvenuta prima.

Purtroppo, dopo cinque anni di crisi economica il Paese non è più in grado di reggere l’urto: le famiglie sono in difficoltà e le imprese sempre più in affanno. La situazione del mondo delle partite Iva è addirittura drammatica: dall’inizio della crisi hanno chiuso l’attività 415 mila lavoratori autonomi; oltre 345 mila sono artigiani, commercianti e agricoltori.

Questi ultimi, a differenza dei lavoratori dipendenti, quando cessano l’attività non dispongono di alcuna misura di sostegno al reddito. Ad esclusione dei collaboratori a progetto che possono contare su un indennizzo una tantum, le partite Iva non usufruiscono dell’indennità di disoccupazione né di alcuna forma di cassaintegrazione o di mobilità lunga o corta. Una volta chiusa definitivamente la saracinesca della propria attività si ritrovano solo con molti debiti da pagare e un futuro tutto da inventare. 

E’ utile ricordare che in proporzione la crisi ha colpito in misura maggiore il mondo delle partite Ivarispetto a quello del lavoro dipendente. In termini assoluti, la platea dei subordinati ha perso 565.000 lavoratori, con una quota del numero dei posti di lavoro persi sul totale della categoria pari al 3,3 per cento. Tassi, questi ultimi, che sono meno della metà di quelli registrati dai lavoratori indipendenti.

Anche sul fronte del credito le cose sono peggiorate. Tra l’ottobre di quest’anno e lo stesso mese del 2012, i prestiti bancari alle imprese sono crollati di oltre 50 miliardi di euro (-5,2 per cento). Sempre nello stesso periodo, invece, le sofferenze sono aumentate di 22,7 miliardi di euro (+24,9 per cento). In altre parole, il rapporto tra banche e imprese è scivolato lungo un crinale molto pericoloso: le prime si “difendono” chiudendo i rubinetti del credito, le seconde, invece, non si accingono nemmeno più a chiedere prestiti e finanziamenti, anche perché coloro che li hanno già ricevuti faticano a restituirli.

Senza un intervento del Governo che inverta questo trend, non è da escludere che nei prossimi mesi queste manifestazioni di protesta siano destinate ad allargarsi, assumendo toni molto più “minacciosi” di quelli registrati in questi giorni.

Giuseppe Bortolussi - Presidente CGIA di Mestre. 

 


CLAMOROSO / LA CGIA DI MESTRE SI SCHIERA CON IL MOVIMENTO 9DICEMBRE- FORCONI!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Forconi   CGIA   Mestre   protesta   scende in campo   a fianco    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235 (PER LE OPPOSIZIONI)

AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235

mercoledì 18 settembre 2019
Al primo voto segreto in Aula, la maggioranza non c'è più. E non si è trattato di una cossetta da nulla, ma di una autorizzazione a procedere all'arresto di un deputato di Forza
Continua
 
CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA PIU' LA MAGGIORANZA

CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA

martedì 17 settembre 2019
Nella narrazione della stampa, in testa il Corriere della Sera ormai pari all'Unità dei "bei tempi andati", dovevano essere solo un manipolo di senatori, in uscita dal Pd verso il gruppo
Continua
RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD FINISCONO NEL TRITACARNE

RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD

lunedì 16 settembre 2019
Oggi hanno "giurato" i sottosegretari del governo Conte, domani Renzi annuncerà la scissione del Pd. Cornuto e mazziato. Sembra la trama di un filmetto anni Settanta con la Fenech e Pozzetto,
Continua
 
NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO

NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E

lunedì 16 settembre 2019
LONDRA - Se il buongiorno si vede dal mattino allora per il presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen i prossimi mesi saranno pieni di guai. Infatti pochi giorni fa e' emerso che il
Continua
BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E CONTE? VEDE DI MAIO

BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E

giovedì 12 settembre 2019
La BCE ha deciso di far ripartire gli acquisti del suo Quantitative Easing: infatti nella riunione del Consiglio Direttivo della Banca centrale europea che si è appena conclusa è stato
Continua
 
E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA (QUINDI TAGLI E TASSE)

E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA

mercoledì 11 settembre 2019
 "La Germania e' sull'orlo della recessione". L'allarme e' dell'Ifw che ha tagliato dallo 0,4% allo 0,2% le stime di crescita per quest'anno e dall'1,6 all'1% quelle per il prossimo. Molto
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO LA MAPPA DEI BLOCCHI E DEI PRESIDI DEI ''FORCONI'' IN VENETO: E AI BLOCCHI PARTECIPANO MAMME COI FIGLI PICCOLI!

ECCO LA MAPPA DEI BLOCCHI E DEI PRESIDI DEI ''FORCONI'' IN VENETO: E AI BLOCCHI PARTECIPANO MAMME
Continua

 
LETTERA A DRAGHI / ECCO LA MISSIVA (ATTENDE REPLICA) DELL'ECONOMISTA TAMBURRO AL PRESIDENTE BCE SULL'USCITA DALL'EURO

LETTERA A DRAGHI / ECCO LA MISSIVA (ATTENDE REPLICA) DELL'ECONOMISTA TAMBURRO AL PRESIDENTE BCE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!