71.642.618
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL GRANDE ECONOMISTA JACQUES SAPIR: FORCONI IN ITALIA, BERRETTI ROSSI IN FRANCIA, SEPARATISMO IN SPAGNA: L'EURO E' MORTO

lunedì 16 dicembre 2013

Parigi - L'economia della zona euro sta divorando sé stessa, o meglio una sua parte (la Germania ed i paesi del Nord) sta divorando l'economia dei paesi del Sud. Con questa premessa Jacques Sapir, nel suo ultimo articolo su Russeurope, prende ad esempio le svalutazioni interne, vale a dire quelle politiche di diminuzione salariale brutale con l'obiettivo di migliorare la competitività esterna.

E' chiaro, sostiene l'economista francese, come la conseguente diminuzione di reddito dei lavoratori provoca una contrazione della crescita in Grecia, Spagna, Italia e Portogallo per la diminuzione della produzione e dei profitti delle imprese. Il risultato è che la disoccupazione in Grecia e Spagna è superiore il 25% e anche se la competitività migliora – è il caso della Spagna – è essenzialmente a spesa degli altri paesi del sud, in particolare la Francia. 

La produzione industriale si stabilizza per un tempo ma poi diminuisce per la caduta degli investimenti, e l'incertezza sul livello della domanda comporta un forte calo dell'investimento. Senza quest'ultimo, le imprese non possono sfruttare il guadagno della maggiore competititvità e, ancora peggio sottolinea Sapir, non possono rinnovare il loro processo produttivo. Quest'ultimo tende a logorarsi e con esso la produttività del lavoro cessa di aumentare e poi comincia a diminuire.

A quel punto i redditi devono diminuire ancora di più per mantenere la competitività per i rapporti dei paesi. In questo modo, l'economia è completamente al collasso, poiché la domanda interna sparisce. Le economie in svalutazione interna non possono trovare la loro salvezza se non dipendendo dalle altre, poiché non esiste più un mercato interno. Questo schema potrebbe essere accettabile, prosegue Sapir, nel caso di un piccolo paese a cui i partner garantissero una politica economica espansiva.

Ma, quando questa svalutazione interna avviene nella terza e quarta economia della zona euro – Italia e Spagna - è un vicolo cieco che si traduce in una crescita della Germania ed una stagnazione – o recessione – per il resto della zona. La caduta degli investimenti è il segnale più chiaro che la crisi non è certo alle nostre spalle.

L'economia della zona euro testimonia la sua natura cannibale anche con i tassi d'interessi: dire come il ministro dell'economia francese Moscovici che la crisi è alle nostre spalle perché i tassi d'interessi sono scesi non ha senso a livello economico.

Dato che l'inflazione è anch'essa diminuita, i tassi d'interessi reali restano alti ed un ministro delle finanze, sottolinea l'economista francese, dovrebbe conoscere questa relazione, ma Moscovici non sa – o finge di non sapere – che sono quelli reali importanti per l'andamento dell'economia: con un tasso di 0,6% d’inflazione ed un tasso nominale del 4,1%, l’Italia ha un tasso reale del 3,5%. A novembre del 2012 l'inflazione era al 2,5% e per avere un tasso reale del 3,5% c'era bisogno di un tasso nominale del 6%; quindi quello reale sui i buoni del tesoro a 10 anni non è diminuito e la situazione è peggiore in Spagna con una deflazione in corso ed un tasso d'interesse reale al 4,2%. Tasso che pesa sulla ratio debito/Pil. Del resto la crescita nominale non è altro che la crescita reale del Pil che moltiplica il tasso d'inflazione: se quest'ultima è troppo bassa o addirittura negativa, l'andamento deficit/Pil sarà superiore ad 1, a meno che il primo non sia ridotto ad un livello superiore ad 1. Ora il deficit che abbiamo per la mole d'interessi resta elevato in termini reali ed il risultato è che la ratio debito/Pil continua ad aumentare sia in Italia che in Spagna. 

La situazione delle economie dei paesi del sud s'aggrava di giorno in giorno ed il movimento dei “forconi” in Italia, che segue quello dei “berretti rossi” in Francia, o il separatismo economico regionale in Spagna dimostrano come siamo arrivati al momento decisivo della crisi, che si manifesterà con molta probabilità in primavera. Il 2014, conclude Sapir, potrebbe essere l'inizio della fine della zona euro.

Chi è Jaques Sapir, l'autore di questo articolo:

WIKIPEDIA - Since 1996, he has been the director of studies at Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) in Paris, and head of the Centre d’Etude des Modes d’Industrialisation (CEMI-EHESS). He is a theoretician of economic science noted for his heterodox positions on many issues. He specializes in the economy of Russia, and teaches at the Moscow School of Economics (Moskovskaïa Chkola Ekonomiki). He is also an expert in questions of strategy and defence, and a specialist of the Soviet and Russian military. Recently, he has taken position in favor of deglobalization, put in question the future of the Eurozone and has raised the issue of the eventual necessity for France to leave the eurozone. He is a well-known specialist of Russia economy and one of the most famous and influent heterodox economists of France.


IL GRANDE ECONOMISTA JACQUES SAPIR: FORCONI IN ITALIA, BERRETTI ROSSI IN FRANCIA, SEPARATISMO IN SPAGNA: L'EURO E' MORTO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Forconi   Berretti Rossi   Separatismo   Spagna   Italia   Francia   euro   Europa   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA. PERICOLO ISLAMICI.

LA DANIMARCA SOSPENDE SCHENGEN E RIPRISTINA I CONTROLLI DEI DOCUMENTI ALLA FRONTIERA CON LA SVEZIA.

lunedì 14 ottobre 2019
LONDRA - Mentre in Italia la coalizione giallorossa ha iniziato a favorire l'invasione da parte di immigrati del Terzo Mondo, per la maggior parte africani, in Danimarca il governo di sinistra ha
Continua
 
CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO DALL'INVIARE CLANDESTINI

CORAGGIOSO SINDACO DI UN PICCOLO COMUNE IN PROVINCIA DI PADOVA DIFFIDA MINISTRA DELL'INTERNO

giovedì 10 ottobre 2019
E' probabile che la maggior parte degli italiani non conosca il signor Tiberio Businaro. E' il sindaco di un piccolo comune in provincia di Padova, Carceri. E invece dovrebbero stringersi attorno a
Continua
PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE TERZI UE SONO PRIMI

PARTITI NAZIONALISTI IN DECLINO IN EUROPA? BALLE DELLA STAMPA ITALIANA: IN SVEZIA FINLANDIA E DUE

lunedì 7 ottobre 2019
A sentire i giornali di regime i partiti nazionalisti dopo aver raggiunto l'apice del loro successo adesso sono in declino ma ovviamente le cose non stanno affatto cosi' ed e' interessante notare gli
Continua
 
M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E AGGREDITE LE PARTITE IVA

M5S & PD ODIANO IL CETO MEDIO E IL GOVERNICCHIO CONTE NE E' LA PROVA: TAGLIO DELLE DETRAZIONI E

lunedì 7 ottobre 2019
Il governo camalecontico sta assumendo un colore ben definito: rosso. Per la precisione il rosso del sangue degli italiani, che si troveranno per l’ennesima volta le mani in tasca dal governo
Continua
AUSTRIA AL VOTO: FAVORITO KURZ (AL 30%) E LA DESTRA NAZIONALISTA DEL FPOE (AL 20%). SE CONFERMATI GOVERNO SOVRANISTA

AUSTRIA AL VOTO: FAVORITO KURZ (AL 30%) E LA DESTRA NAZIONALISTA DEL FPOE (AL 20%). SE CONFERMATI

giovedì 26 settembre 2019
VIENNA - Davvero l'Ue crede di avere sconfitto il nazionalismo in Austria? Potrebbe doversi ricredere molto in fretta. Cambiamenti climatici, crisi migratoria ed istruzione sono i temi che hanno
Continua
 
NOTIZIA CENSURATA / SPAGNA E GRECIA OPPONGONO IL NETTO RIFIUTO ALLA BOZZA DI MALTA SUI MIGRANTI (CONTE PD-M5S AFFONDATI)

NOTIZIA CENSURATA / SPAGNA E GRECIA OPPONGONO IL NETTO RIFIUTO ALLA BOZZA DI MALTA SUI MIGRANTI

giovedì 26 settembre 2019
La stampa e l'informazione anche televisiva italiana ha completamente censurato la notizia, perchè è politicamente  "mortale" per il governo Conte e per Conte in persona, dato che
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
VIOLENTI SCONTRI DI PIAZZA A MILANO IN CENTRO: ASSALTO AL PIRELLONE, SEDUTA SOSPESA, FERITI, CONTUSI.

VIOLENTI SCONTRI DI PIAZZA A MILANO IN CENTRO: ASSALTO AL PIRELLONE, SEDUTA SOSPESA, FERITI,
Continua

 
UN ITALIANO SU TRE E' IN MISERIA: NON RIESCE A SFAMARSI, A SCALDARE CASA, A SOPRAVVIVERE. ALTRO CHE FORCONI, LE FORCHE!

UN ITALIANO SU TRE E' IN MISERIA: NON RIESCE A SFAMARSI, A SCALDARE CASA, A SOPRAVVIVERE. ALTRO CHE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA UE FARA' SANZIONI ALLA TURCHIA? NON SCHERZIAMO, NEANCHE PER IDEA

15 ottobre - BERLINO - Sanzioni Ue alla Turchia? Ma non scherziamo, neppure per
Continua

SONDAGGIO: BALZO DELLA LEGA CHE SALE AL 33,2% BENISSIMO FDI 7,6% E

15 ottobre - Avanzano Lega, Fdi, M5S e Fi, in calo Pd, e Italia viva. Lo rileva il
Continua

COLOSSALE PRESA IN GIRO: PD-M5S ''RIVALUTANO'' PENSIONI DI 6 EURO

15 ottobre - Con la mini rivalutazione delle pensioni che sta studiando il Governo in
Continua

FACEBOOK VA AVANTI A PREPARARE L'ARRIVO DI LIBRA. MOLTO BENE.

15 ottobre - Facebook va avanti con Libra, la sua valuta virtuale che dovrebbe
Continua

ORDA DI 2.498 AFRICANI HA INVASO L'ITALIA NEL MESE DI SETTEMBRE 2019

15 ottobre - ''Con il governo delle Poltrone gli sbarchi sono aumentati: 2.498 arrivi
Continua

IL DISCORSO DELLA REGINA

14 ottobre - I cittadini europei che hanno contribuito all'economia britannica
Continua

MATTEO SALVINI: STOP DEFINITIVO ALL'IPOTESI DI TURCHIA NELLA UE

14 ottobre - ''Chiedo che il governo e l'Unione europea interrompano per sempre
Continua

CRIMI (M5S) QUOTA 100 NON SI TOCCA, RENZI SE LO PUO' SCORDARE.

14 ottobre - ''In questi giorni si fa un gran parlare di Quota 100 e qualcuno -
Continua

AUSTRIA: ANNULLARE PROCESSO DI ADESIONE DELLA TURCHIA ALLA UE.

14 ottobre - VIENNA - ''E' un po 'ironico e assurdo discutere di sanzioni e di misure
Continua

SONDAGGIO: CANDIDATA CENTRODESTRA IN NETTO VANTAGGIO IN UMBRIA

10 ottobre - Donatella Tesei, candidata del centro destra (Lega FdI e FI) appoggiata
Continua

ERDOGAN: ''SE LA UE LA DEFINISCE INVASIONE, LE MANDIAMO 3.6 MILIONI

10 ottobre - L'Europa deve ''svegliarsi'' e, se cerca di definire l'operazione
Continua

LEGA: LA UE BLOCCHI FLUSSO DENARO ALLA TURCHIA, SETTE MILIARDI NON

10 ottobre - ''Oggi i burocrati condannano le azioni militari turche, ma da tempo
Continua

ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE L'EX ASSESSORE DI SEREGNO

10 ottobre - ''L'ex assessore alla Protezione Civile del Comune di Seregno Gianfranco
Continua

PARLAMENTO UE BOCCIA COMMISSARIO FRANCESE GOULARD, DURA SCONFITTA

10 ottobre - Il Parlamento Europeo ha rigettato la candidatura della francese Sylvie
Continua

MAGGIORANZA NON E' ANDATA A CASA SOLO PER TRE VOTI, ALLA CAMERA...

10 ottobre - ''Per soli tre voti la maggioranza ha avuto la possibilita' di approvare
Continua

SONDAGGIO PRESIDENZIALI FRANCESI: 77% ELETTORI PER VOTO DI ROTTURA:

10 ottobre - PARIGI - Oltre tre francesi su quattro, il 77%, sono tentati da un
Continua

BERGOGLIO HA MESSO PIGNATONE A CAPO DELLA ''GIUSTIZIA'' INCHIESTA

10 ottobre - ''La nomina dell'ex procuratore capo di Roma dottor Giuseppe Pignatone a
Continua

LA TURCHIA CHE AGGREDISCE IL POPOLO CURDO E' MEMBRO DELLA NATO.

10 ottobre - ''La tragedia dei curdi siriani e' una tragedia anche europea e
Continua

SINDACO DI GENOVA BUCCI: MOZIONE LEGA SULLA GRONDA ERA BUONA PER

10 ottobre - GENOVA - ''La mozione presentata dalla Lega in Parlamento per la
Continua

SONDAGGIO: LEGA 1° PARTITO, CDX OLTRE IL 47%, SALVINI 1° PER

10 ottobre - Se si votasse oggi la Lega sarebbe il primo partito con il 32,7%,
Continua
Precedenti »