68.722.902
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL CAPO DEGLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA BARROSO: LA REGOLA DEL 3% NON SI DISCUTE. E L'ITALIA NON PUO' SFORARE

sabato 7 dicembre 2013

Milano - Per l'Italia non può essere applicata la clausola di flessibilità nel rapporto deficit/Pil del 3 per cento per gli investimenti, prevista per alcuni Paesi, perché il suo indebitamento "è ancora troppo elevato" e perché "l'Italia, che ha già ottenuto di fatto un obiettivo importanti sul fronte del deficit, non ha ancora presentato un aggiustamento strutturale dell'indebitamento sufficiente".

Lo ha detto José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, intervistato da Fabio Fazio a "Che tempo che fa". Il tetto del 3 per cento del rapporto deficit/Pil, va ridiscusso?, ha chiesto il conduttore Fabio Fazio. "E' stato deciso da tutti gli stati membri all'unanimità - ha replicato Barroso - Non credo che sia possibile modificare questa regola. Ciò che stiamo già facendo è applicare questa regole in modo dogmatico. Non prendiamo in considerazione il deficit nominale ma quello strutturale. Prendiamo in considerazione i cicli economici. Ecco perché - ha spiegato Barroso - abbiamo proposto che alcuni Paesi possano avere più tempo per rimettere in ordine propri deficit. Stiamo già cercando di introdurre la flessibilità, permessa peraltro dal Trattato, però la cosa che non possiamo fare è che gli membri un giorno approvino una cosa e il giorno dopo facciano esattamente il contrario". (TMNews)


IL CAPO DEGLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA BARROSO: LA REGOLA DEL 3% NON SI DISCUTE. E L'ITALIA NON PUO' SFORARE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Barroso   Commissione   Europea   3%   Trattato    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO

JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA

martedì 21 maggio 2019
NEW YORK - L'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha formalizzato la propria candidatura in vista delle elezioni presidenziali 2020, e appare ad oggi il candidato di punta del Partito
Continua
 
NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA CUI SEI MINORI

NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA

martedì 21 maggio 2019
MIRANDOLA - Due morti, una signora 84enne italiana costretta a letto per le precarie condizioni di salute e la sua badante ucraina di 74 anni, e 20 feriti, tra cui il marito della vittima e altre tre
Continua
L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI DOVE, MA NON VINCERANNO

L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI

lunedì 20 maggio 2019
MILANO - La bacchetta magica non esiste, e men che meno in mano a chi governa un Paese. Tuttavia, dopo più di un anno dalle elezioni politiche in Italia che hanno decretato la vittoria della
Continua
 
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
I VENTI DI GUERRA SOFFIANO DA NORD: ATTACCO A ISRAELE DAI CONFINI SIRIANI. CONVOGLIO COLPITO DA UN ORDIGNO ESPLOSIVO.

I VENTI DI GUERRA SOFFIANO DA NORD: ATTACCO A ISRAELE DAI CONFINI SIRIANI. CONVOGLIO COLPITO DA UN
Continua

 
SENZA CHIEDERE NIENTE A NESSUNO, LA CASTA DEI BUROCRATI UE DECIDE DI CONCEDERE LIBERTA' D'INGRESSO AI TURCHI

SENZA CHIEDERE NIENTE A NESSUNO, LA CASTA DEI BUROCRATI UE DECIDE DI CONCEDERE LIBERTA' D'INGRESSO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!