67.692.805
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

I VENTI DI GUERRA SOFFIANO DA NORD: ATTACCO A ISRAELE DAI CONFINI SIRIANI. CONVOGLIO COLPITO DA UN ORDIGNO ESPLOSIVO.

sabato 7 dicembre 2013

Gerusalemme - La sospensione di tutti i permessi per il fine settimana e l’innalzamento del livello di guardia in tutte le basi dell’esercito che si trovano a ridosso del confine con la Siria, questi sono stati i primi provvedimenti presi dallo Stato Maggiore del nord Israele dopo la potente deflagrazione di ieri lungo la linea di confine del Golan durante il passaggio di un convoglio militare impegnato in normali attività di controllo della frontiera.

Fortunatamente non ci sono stati feriti fra i militari e i danni si sono limitati alla rottura del lunotto posteriore di uno dei mezzi, ma questo è un serio campanello di allarme che i vertici dell’esercito israeliano stanno prendendo in profonda considerazione anche se nessuna organizzazione terroristica ha al momento rivendicato la responsabilità .

La deflagrazione è stata molto potente, e il tuono è stato sentito in tutto il settore interessato tanto che molte forze si sono recate sul punto dell’attacco prima ancora che l’allarme fosse lanciato. 

L'esercito israeliano ha aperto un’inchiesta con relativa indagine che dovrà dare una risposta sulle responsabilità dell’atto e definire chi abbia portato a termine l’atto terroristico prima di un’eventuale risposta. 

Dopo decenni di calma relativa il confine con la Siria si è improvvisamente infiammato, la guerra civile si è spinta più volte fino alla barriera del cessate il fuoco con lo Stato Ebraico e sia i governativi che i ribelli hanno cercato a più riprese di coinvolgere Israele nella disputa con l’intenzione di internazionalizzarla e, nel frattempo, creare per l’ennesima volta il fronte anti – Israele che fa sempre comodo ogni volta che si vogliono far dimenticare i dissidi interni.

Negli scorsi mesi l’IDF ha più volte risposto al fuoco quando colpi di mortaio o missili a breve gittata sono stati sparati o lanciati verso i centri abitati, ma la linea fino ad oggi adottata dai comandi è stata quella di evitare nel limite del possibile di infiammare la situazione che è di per sé estremamente complicata.

Diverso sarebbe però l’atteggiamento nel caso in cui le indagini dovessero portare al diretto coinvolgimento delle truppe siriane o dei loro alleati Hetzbollah.

Nei prossimi giorni, in corrispondenza dei risultati dell’indagine, è prevista una visita in zona del ministro della difesa Moshe (Bogie) Ya'alon che ha già fatto sapere che l’attività a favore della popolazione civile siriana che richiede aiuto umanitario non sarà interrotta.

Michael Sfaradi - Gerusalemme

 

 


I VENTI DI GUERRA SOFFIANO DA NORD: ATTACCO A ISRAELE DAI CONFINI SIRIANI. CONVOGLIO COLPITO DA UN ORDIGNO ESPLOSIVO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Israele   Siria   confine   Golan   Hetzbollah   guerra    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL DECLINO DI OBAMA: NON RIESCE AD AFFRONTARE I GRAVI PROBLEMI DEL MONDO E  SI LAMENTA. SI', DELL'IPHONE...

IL DECLINO DI OBAMA: NON RIESCE AD AFFRONTARE I GRAVI PROBLEMI DEL MONDO E SI LAMENTA. SI',
Continua

 
IL CAPO DEGLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA BARROSO: LA REGOLA DEL 3% NON SI DISCUTE. E L'ITALIA NON PUO' SFORARE

IL CAPO DEGLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA BARROSO: LA REGOLA DEL 3% NON SI DISCUTE. E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »