69.206.946
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GRECIA / IL 23% DEI CITTADINI NON HA PIU' DENARO PER MANGIARE, VESTIRSI, SCALDARE CASA (DATI ISTITUTO STATISTICA GRECO)

lunedì 2 dicembre 2013

ATENE - In Grecia, giunta al sesto anno consecutivo di recessione, più di una famiglia su 10 (oltre il 23%) è ormai a rischio povertà. E' quanto rivela l'ultimo rapporto dell'Istituto statistico ellenico (Elstat) che ha appena pubblicato i dati riguardanti la situazione economica delle famiglie greche nel 2012. In base alle cifre dell'Elstat, risulta che l'anno scorso erano 914.873 i nuclei famigliari (per un totale di circa 2,5 milioni di persone su una popolazione complessiva di quasi 11 milioni) che non dispongono dello stretto necessario per condurre un'esistenza decente. La cifra era del 20,1% nel 2008 e del 21,4% nel 2011. Sempre in base alle statistiche, si evince che lo strato della popolazione a maggiore rischio povertà è quello dei bambini e degli adolescenti sino a 17 anni. Nell'ultimo anno, secondo fonti di stampa, è inoltre cresciuto in modo considerevole (ma non vi sono dati precisi recenti) il numero di coloro che vivono ormai al di sotto della soglia di povertà, livello fissato in un reddito annuo a persona inferiore ai 5.708 euro o inferiore agli 11.986 euro per una famiglia composta da due genitori e due figli. Con il termine "soglia di povertà" si definisce il reddito minimo che una persona o una famiglia deve assicurarsi per pagare affitto e generi di prima necessità, come alimenti, trasporti, vestiario e istruzione.

Le allarmanti cifre fornite dall'Elstat sembrano confermate da un recente sondaggio condotto sulla realtà economica ellenica dalla società indipendente olandese Trendbox da cui è risultato che il 39% dei greci, per poter pagare bollette di utenze o altri debiti, è costretto a chiedere prestiti a familiari o ad amici. In alternativa devono ricorrere alle proprie carte di credito già pesantemente in rosso oppure ritirare i risparmi depositati nei conti correnti che continuano ad assottigliarsi. E' un dato di fatto che ormai la stragrande maggioranza dei greci preferisce rinviare il pagamento dei debiti più recenti per saldare quelli contratti in precedenza. Secondo dati della Banca Centrale di Grecia, nei primi 10 mesi di quest'anno i greci, per pagare i debiti pregressi, hanno accumulato nuovi debiti per 7,2 miliardi di euro (1,1 miliardo solo ad ottobre) mentre i depositi in banca sono diminuiti di 1,3 miliardi.

Oltre la metà della popolazione (57%), secondo la ricerca condotta dalla Trendbox, afferma che "oggigiorno in questo Paese è difficile per tutti tenere la testa fuori dall'acqua" mentre quattro greci su 10 fra coloro che hanno partecipato al sondaggio hanno ammesso che il loro reddito "ormai non garantisce più uno standard di vita decente".(ANSA).


GRECIA / IL 23% DEI CITTADINI NON HA PIU' DENARO PER MANGIARE, VESTIRSI, SCALDARE CASA (DATI ISTITUTO STATISTICA GRECO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Grecia   fame   povertà   alimenti   Atene   bambini    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ISLANDA LIBERA, SOVRANA E FUORI DALLA UE CANCELLA PARTE DEI MUTUI DEI SUOI CITTADINI: FINO A 24.000 EURO A FAMIGLIA!

L'ISLANDA LIBERA, SOVRANA E FUORI DALLA UE CANCELLA PARTE DEI MUTUI DEI SUOI CITTADINI: FINO A
Continua

 
JP MORGAN STRIGLIA PAPA FRANCESCO ''CHI E' TEME LA POVERTA' GLOBALE DEVE ESSERE PIU' GRATO AL MERCATO'' (DEGLI SQUALI?)

JP MORGAN STRIGLIA PAPA FRANCESCO ''CHI E' TEME LA POVERTA' GLOBALE DEVE ESSERE PIU' GRATO AL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!