56.305.418
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA IMPONGONO FAME E MISERIA, MA NON TOCCANO I FARAONICI STIPENDI DI BRUXELLES

domenica 1 dicembre 2013

Bruxelles - Gli stipendi dei funzionari europei rimarranno gli stessi, anche se moltissimi cittadini dell'Unione europea stanno pagando una delle peggiori crisi economiche della storia. Motivo? Per la Commissione europea è tutto sotto controllo e non c'è alcuna situazione d'emergenza tale da dover ridurre gli stipendi ai dipendenti.

Tutto è scritto, nero su bianco, nella sentenza della Corte di giustizia europea del 19 novembre, relativa alla causa C-63. La Commissione europea, assieme al Parlamento europeo e a diversi Paesi (Germania, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Olanda, Danimarca e Spagna) hanno presentato un ricorso contro il Consiglio. Facciamo un passo indietro. In base al trattato sul Funzionamento dell'Unione, il Consiglio deve decidere entro la fine di ogni anno "l'adeguamento delle retribuzioni e delle pensioni proposto dalla Commissione". Nel dicembre del 2010, il Consiglio opta per la cosiddetta "clausola d'eccezione", vale a dire che, trovandosi in una condizione di "deterioramento grave e improvviso della situazione economica e sociale", la Commissione avrebbe dovuto presentare "adeguate proposte" per far sì che i funzionari si riducessero lo stipendio.

E qual è stata la risposta di Barroso? Il 13 luglio 2011, la Commissione ha presentato una relazione in cui "gli indicatori mostravano che nell'Unione la ripresa economica continuava a progredire" dunque, secondo quanto si legge nella sentenza della Corte di giustizia, non c'era alcun "deterioramento grave e improvviso della situazione economia e sociale all'interno dell'Unione nel periodo di riferimento tra il primo luglio 2010, data di effetto dell'ultimo adeguamento annuale delle retribuzioni, e la metà di maggio 2011, momento in cui sono stati resi disponibili i dati più aggiornati".

Strano, perché stiamo parlando dell'estate 2011, vale a dire dello stesso periodo in cui la Grecia è collassata, l'Italia rischiava di fare la stessa fine e Irlanda e Portogallo avevano già richiesto gli aiuti finanziari per far fronte all'emergenza. Eppure, secondo la Commissione, in Europa tutto filava liscio. Almeno abbastanza bene per non ridurre lo stipendio ai propri dipendenti.

Ed ecco che il caso è approdato davanti alla Corte di giustizia europea, dove la Commissione, benché abbia ammesso che i numeri "evidenziano un peggioramento per il 2011 rispetto alle previsioni pubblicate in primavera", ha continuato a ribadire che non ci sia alcuna emergenza per usare la clausola di eccezione.

Finale della favola: la Corte europea ha respinto i ricorsi della Commissione e l'ha condannata a pagare le spese, ma non si è pronunciata sul merito. Intanto, gli stipendi dei funzionari rimarranno gli stessi.

Scritto da Gabriella Tesoro per Business International.


GLI OLIGARCHI DELLA COMMISSIONE EUROPEA IMPONGONO FAME E MISERIA, MA NON TOCCANO I FARAONICI STIPENDI DI BRUXELLES


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Ue   Commissione   Europea   Barroso   crisi   Olanda   Germania   Gran Bretagna   Danimarca   Spagna   Repubblca Ceca    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DATO CHE SONO FINITI I SOLDI, DOPO 16 ANNI DUBBI DI ''COSTITUZIONALITA''' SUL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI (MAIALI)

DATO CHE SONO FINITI I SOLDI, DOPO 16 ANNI DUBBI DI ''COSTITUZIONALITA''' SUL FINANZIAMENTO
Continua

 
GRILLO A GENOVA LANCIA IL REFERENDUM SULL'EURO E SUI TRATTATI UE! (E CHIEDE L'IMPEACHMENT PER NAPOLITANO) OTTIMO!

GRILLO A GENOVA LANCIA IL REFERENDUM SULL'EURO E SUI TRATTATI UE! (E CHIEDE L'IMPEACHMENT PER
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »