74.276.783
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CON LA COMPLICE INDIFFERENZA DEGLI ANTISEMITI, PIETRATE DI PALESTINESI A UNA BAMBINA EBREA DI 2 ANNI NON FA NOTIZIA

venerdì 29 novembre 2013

Gerusalemme -  Questa bambina - la foto ovviamente è di  prima dell'aggressione - si chiama Avigail Ben Zion  e ha due anni. Tornava a casa, ben ancorata al suo seggiolino sul sedile posteriore nell’automobile della madre, insieme agli altri due fratelli più grandi di lei, quando un gruppo di ragazzi palestinesi ha incominciato a bersagliare l’automobile con un fittissimo lancio di pietre che si è fatto devastante quando l’auto è sbandata e uscita fuori dalla strada andando a sbattere contro il guard-rail. 

L’attacco è avvenuto nel quartiere di Gerusalemme denominato  Armon Hanatziv.

I soccorsi del Magen David Adom (La croce rossa israeliana) sono intervenuti sul luogo dell’assalto e oltre a medicare la madre e gli altri due figli hanno trasferito la piccola Avigail, colpita più volte e violentemente al volto e alla testa, al pronto soccorso dell’ospedale Hadassah ein Kerem e al momento del ricovero la piccola era in condizioni gravi e in stato di semi incoscienza a causa di un trauma cranico.

Il lancio di oggetti contundenti e di bombe artigianali contro i cittadini israeliani (civili e militari) da parte dei palestinesi sono all’ordine del giorno negli ultimi mesi e hanno avuto un notevole aumento dopo le assurde dichiarazioni di una possibile terza intifada da parte del segretario USA John Kerry.

Questa è la cronaca di un fatto decisamente grave che è accaduto alcuni giorni fa, abbiamo però aspettato a riportarlo per vedere chi e come, nei media italiani o internazionali avrebbe parlato di questa vicenda, chi avrebbe portato a conoscenza del vasto pubblico il ferimento di una bambina israeliana, e purtroppo la risposta a questo dubbio, anche se ce lo aspettavamo, è come sempre la stessa... il silenzio cade quando le vittime non sono palestinesi.

Quando un bambino palestinese rimane vittima di questa assurda guerra i media, tutti i media, con qualche piccolissima eccezione che ha la forza di parlare solo sottovoce, fanno a gara per dirci il nome il cognome l’età e tutto quello che serve per raccontarci la sua famiglia e farlo diventare se non un amico almeno un conoscente, mentre nel caso contrario, una bambina israeliana ridotta in fin di vita, il silenzio ipocrita cancella il fatto come se non fosse mai accaduto e ci sarà sempre l’idiota che dirà la frase fatta di aria fritta che comincia con: “ ma anche gli israeliani....”.

La gente, l’opinione pubblica è ormai assuefatta dal mare di notizie che arrivano dai giornali o dai media, notizie che non spiegano mai fino in fondo come sono andati veramente i fatti, notizie che servono a creare un giusto duro e puro e un criminale senza appello, notizie che a tutto servono tranne che a fare informazione.

Se informazione è libertà chi decide di fare il giornalista dovrebbe avere un minimo di onestà culturale, cosa che ormai si è persa da troppo tempo in qualche archivio della ragione.

 Indro Montanelli diceva che i giornalisti devono essere i cani da guardia della democrazia e della libertà, ma quello che si vede in giro in generale, e sul medioriente in particolare, dovrebbe lasciare allibito chiunque abbia a cuore la verità vera e non quella decisa sui tavoli redazionali da direttori YESMAN che obbediscono agli ordini di scuderia dettati dagli editori amici dei politici, gli stessi che dovrebbero essere seguiti in ogni loro mossa da mastini che però, purtroppo, sono diventati dei pupazzi di peluche.

Se il sangue di una bambina israeliana di due anni vale meno di quello di un bambino palestinese solo perché lei è israeliana, nel mondo intero, non solo in Italia chiaramente, sta prendendo piede una forma pericolosissima di oscurantismo e io credo che per chi ama la pace, la democrazia e la libertà sia arrivato il momento di alzare la testa e far sentire la propria voce prima che questa spirale faccia danni irreparabili. 

Michael Sfaradi - Gerusalemme. 


CON LA COMPLICE INDIFFERENZA DEGLI ANTISEMITI, PIETRATE DI PALESTINESI A UNA BAMBINA EBREA DI 2 ANNI NON FA NOTIZIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

palestinesi   pietrate   bambina   ferita   Gerusalemme   Israele   ebrei  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
USA AUSTRALIA AUSTRIA POLONIA REPUBBLICA CECA UNGHERIA BULGARIA ISRAELE CROAZIA SLOVACCHIA: NO AL GLOBAL COMPACT ONU

USA AUSTRALIA AUSTRIA POLONIA REPUBBLICA CECA UNGHERIA BULGARIA ISRAELE CROAZIA SLOVACCHIA: NO AL

mercoledì 28 novembre 2018
L'accusa di "isolazionismo" scagliata contro il governo Conte per avere deciso di dare la parola al Parlamento circa l'adesione o meno dell'Italia alla proposta Onu sull'immigrazione è
Continua
 
SCOPERTO UN PIANO PER UCCIDERE IL NUOVO PRESIDENTE DEL BRASILE, JAIR BOLSONARO CHE INTANTO PREPARA IL SUO NUOVO GOVERNO

SCOPERTO UN PIANO PER UCCIDERE IL NUOVO PRESIDENTE DEL BRASILE, JAIR BOLSONARO CHE INTANTO PREPARA

venerdì 2 novembre 2018
BRASILE - Il generale della riserva Augusto Heleno, futuro ministro della Difesa del governo del presidente eletto Jair Bolsonaro, ha dichiarato oggi che i servizi di intelligence del Brasile hanno
Continua
IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA CONDIZIONE UMANA''

IL PRESIDENTE TRUMP ALL'ONU: ''GLI STATI-NAZIONE RESTANO IL VEICOLO MIGLIORE PER L'ELEVAZIONE DELLA

mercoledì 20 settembre 2017
NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha minacciato di radere al suolo la Corea del Nord, se quest'ultima dovesse intraprendere azioni offensive contro gli Usa o i loro alleati
Continua
 
BAMBINI UCCISI NON SONO TUTTI UGUALI, PER GIORNALI E TELEVISIONI: MASSACRI DI BAMBINI NELL'EST UCRAINA NON FANNO NOTIZIA

BAMBINI UCCISI NON SONO TUTTI UGUALI, PER GIORNALI E TELEVISIONI: MASSACRI DI BAMBINI NELL'EST

lunedì 7 settembre 2015
Secondo il recente rapporto delle Nazioni Unite, ben 3.660 persone sono state uccise e più di 8.756 sono state ferite in Donbass da quando Kiev ha lanciato la sua operazione militare nel mese
Continua
BENYAMIN NETANYAHU TRIONFA ALLE ELEZIONI IN ISRAELE: IL LIKUD SBARAGLIA TUTTI, VASTA MAGGIORANZA DI DESTRA

BENYAMIN NETANYAHU TRIONFA ALLE ELEZIONI IN ISRAELE: IL LIKUD SBARAGLIA TUTTI, VASTA MAGGIORANZA DI

mercoledì 18 marzo 2015
TEL AVIV - Con un successo smagliante, il leader del Likud Benyamin Netanyahu si e' aggiudicato la conferma alla carica di primo ministro, per la quarta volta. Cifre alla mano, e' adesso in grado di
Continua
 
''L'EUROPA DEVE CAMBIARE PROFONDAMENTE SISTEMI D'INDAGINE SE VUOLE SCONFIGGERE IL TERRORISMO ISLAMICO'' (YAAKOV AMIDROR)

''L'EUROPA DEVE CAMBIARE PROFONDAMENTE SISTEMI D'INDAGINE SE VUOLE SCONFIGGERE IL TERRORISMO

lunedì 12 gennaio 2015
TEL AVIV - Per sconfiggere la minaccia rappresentata dai gruppi terroristici legati all'Islam l'Ue dovrebbe cambiare profondamente. Sia nelle proprie convinzioni piu' profonde, sia nella
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'INGHILTERRA VUOLE BLOCCARE L'ARRIVO DI ROMENI E BULGARI: GERMANIA E FRANCIA SONO D'ACCORDO! (LETTA, LI VUOI TUTTI TU?)

L'INGHILTERRA VUOLE BLOCCARE L'ARRIVO DI ROMENI E BULGARI: GERMANIA E FRANCIA SONO D'ACCORDO!
Continua

 
LA UE CREDEVA DI COMPRARSI L'UCRAINA CON 650 MILIONI DI EURO A ''FONDO PERDUTO'' MA IL PRESIDENTE HA DETTO 20 MILIARDI...

LA UE CREDEVA DI COMPRARSI L'UCRAINA CON 650 MILIONI DI EURO A ''FONDO PERDUTO'' MA IL PRESIDENTE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA BREXIT HA AVUTO UN EFFETTO PEGGIORE DEL CORONAVIRUS SULLA BORSA

24 febbraio - Il crollo di oggi di Piazza Affari, con il Ftse Mib che ha perso il
Continua

LEGA: SUBITO TAX FREE PER FAMIGLIE ED IMPRESE PER ZONE COLPITE DA

24 febbraio - ''L'emergenza Coronavirus sta producendo anche danni alla nostra
Continua

BORSA DI MILANO IN PROFONDO ROSSO: -6% MALISSIMO WALL STREET -3,2%

24 febbraio - MILANO - Piazza Affari peggiora ancora e tocca un ribasso del 6% mentre
Continua

SETTIMA VITTIMA CON CORONAVIRUS: OTTANTENNE COLPITO DA INFARTO

24 febbraio - MILANO - E' morto all'ospedale Sacco di Milano un ottantenne di
Continua

FRIULI VENEZIA GIULIA: MIGRANTI IRREGOLARI SARANNO MESSI IN

24 febbraio - ''I migranti irregolari che venissero rintracciati sul territorio del
Continua

GOVERNATORE FONTANA: QUANDO SARA' FINITO TUTTO, DIRO' QUEL CHE

24 febbraio - MILANO - ''In questi giorni lasciatemi fuori dalle discussioni
Continua

MORTALITA' CORONAVIRUS FUORI DALLA CINA E' DELLO 0,8%

24 febbraio - ''La disputa tra virologi? I numeri parlano chiaro, non li ho inventati
Continua

GALLERA: 167 CASI IN LOMBARDIA, 16 CRITICI, 80 SENZA ALCUN SINTOMO.

24 febbraio - MILANO - ''Al momento ci sono 167 casi positivi in Lombardia. La
Continua

LA BORSA DI MILANO PRECIPITA: -4,45% ALLE 11.30

24 febbraio - MILANO - Piazza Affari continua in netto calo a meta' mattina, con il
Continua

VIROLOGO PALU': ORMAI E' TARDI SERVIVANO CONTROLLI RIGIDI

24 febbraio - ''E' un virus altamente contagioso. E' inutile che cerchiamo il paziente
Continua

PIRELLI: DUE DEI TRE STABILIMENTI IN CINA SONO CHIUSI, IL TERZO

19 febbraio - MILANO - L'impatto previsto del Coronavirus sui conti di Pirelli ''al
Continua

LA RUSSIA CHIUDE LE FRONTIERE AI CITTADINI CINESI, NON UNO ESCLUSO.

19 febbraio - PECHINO - ''Non e' un bando totale agli scambi tra persone dei due
Continua

BOLLETTINO DI GUERRA CORONAVIRUS: AD OGGI, 2004 MORTI E 74.000

19 febbraio - Sale a quota 2.004 il bilancio totale dei morti per malattia da nuovo
Continua

INCHIODATA DEL PIL DELLA CINA, FABBRICHE APERTE SONO SOLO IL

19 febbraio - La crescita del Pil in Cina potrebbe frenare a +3,5% nel primo
Continua

LA RUSSIA PREPARA UN PIANO PER RIDURRE DANNI DA BLOCCO FORNITURE

18 febbraio - MOSCA - La Russia sta preparando un piano d'azione per ridurre al minimo
Continua

ANCHE CHANEL CANCELLA LE SFILATE DEL PROSSIMO 21 MAGGIO A PECHINO

18 febbraio - Il CORONAVIRUS non risparmia l'industria della moda. Oltre a Prada, che
Continua

CORONAVIRUS: PRADA RINVIA A DATA DA DESTINARSI LE SFILATE IN

18 febbraio - Anche Prada, dopo la rinuncia di Chanel Metiers d'Art a sfilare a
Continua

GRANDI DIFFICOLTA' PER LE IMPRESE STRANIERE IN CINA: IMPIANTI FERMI

18 febbraio - PECHINO - Le imprese straniere stanno avendo grandi difficolta' nel far
Continua

STUDIO USA: 5.000.000 DI AZIENDE A RISCHIO NEL MONDO PER COLPA DEL

18 febbraio - Il coronavirus potrebbe avere un impatto sull'economia globale e
Continua

SALONE INTERNAZIONALE DELL'AUTO DI PECHINO RINVIATO A DATA DA

18 febbraio - PECHINO - Anche il Beijing auto show, il piu' grande evento dell'anno
Continua
Precedenti »