43.373.215
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GRECIA / 2014 D'INFERNO, L'OCSE PREVEDE LA NECESSITA' DI NUOVI ''AIUTI FINANZIARI'' E DI ''NUOVI TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA''

venerdì 29 novembre 2013

Atene - Non accennano a diminuire i guai economici della Grecia, anzi. Secondo l'ultimo rapporto dell'Ocse sullo stato dell'economia greca, commissionato dallo stesso governo ellenico, sebbene per il 2013 è prevista una contrazione del 3,5 per cento, dunque più leggera di quanto previsto (-4 per cento), le previsioni per il 2014 sono tutt'altro che rassicuranti. Non ci sarà alcuna crescita dello 0,6 per cento, come previsto nella manovra approvata da Atene, tutt'altro: per il prossimo anno il Prodotto interno lordo calerà dello 0,4 per cento. Il motivo? Una crescita più lenta del previsto, nonostante le imponenti riforme per rimettere in sesto i conti allo sfascio varate nel 2012. 

"Se la crescita greca dovesse deludere di nuovo o se la deflazione dovesse persistere anche dopo l'attuazione delle riforme strutturali - ha affermato il segretario generale dell'Ocse, Angel Gurría - allora sarà estremamente difficile raggiungere il target del debito Pil del 120 per cento entro il 2020". 

In sostanza, il 2014 sarà per la Grecia il settimo anno consecutivo di recessione. Tuttavia, l'analisi specifica che il Paese ha compiuto "progressi sostanziali" per realizzare le riforme e per sistemare le sue finanze, ma la crisi che ha investito Atene è andata ben oltre qualsiasi previsione ed è stata "molto più profonda di quanto ci aspettassimo". 

Nel rapporto, l'Ocse non esclude che il Paese abbia bisogno di una nuova trance di aiuti: "La Grecia potrebbe aver bisogno di nuovi aiuti dai partner europei per assicurare la sostenibilità dei propri conti pubblici. Insieme con l'ulteriore aggiustamento necessario in ambito fiscale e sulla competitività, il bisogno di ulteriore assistenza per raggiungere la sostenibilità di bilancio non può essere escluso". 

Gabriella Tesoro - International Business Times

 

Secondo un altro studio l'economia greca potrebbe recuperare oltre 5 miliardi di euro grazie a riforme in diversi settori. Primo su tutti quello del turismo, che impiega il 27 per cento dei lavoratori, ma anche nel settore alimentare, nel commercio al dettaglio e nelle costruzioni. Poi, sarebbe necessario accelerare le privatizzazioni, in particolare nel settore energetico, ferroviario, aeroportuale e immobiliare. Infine, i tagli alla sanità dovrebbero concentrarsi sulla riduzione delle inefficienze, salvaguardando però i settori di eccellenza. Per fare tutto ciò però sarà necessario un sistema di reddito minimo che permetta di rafforzare la rete di sicurezza dei cittadini. 

 

Insomma, si tratta di manovre non di poco conto. Il tutto per rimettere in piedi un Paese in cui il 28 per cento della forza lavoro è disoccupato, i consumi sono ridotti ai minimi storici e, secondo quanto rivelato dal ministro dello Sviluppo, Costis Hatzidakis, i prezzi di alcuni alimenti di base sono i più cari di tutta la zona euro (basti pensare che solo il latte pastorizzato fresco in Grecia costa il 34 per cento in più della media europea). I dati sono drammatici: le famiglie greche sono sul lastrico, 439mila minori vivono sotto la soglia di povertà e mezzo milione di bambini soffre la fame, tant'è che Atene ha autorizzato i supermercati a vendere i prodotti scaduti a un terzo del loro prezzo. 

 


GRECIA / 2014 D'INFERNO, L'OCSE PREVEDE LA NECESSITA' DI NUOVI ''AIUTI FINANZIARI'' E DI ''NUOVI TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Ocse   Grecia   aiuti   Atene   recessione   povertà    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALBA DORATA DALLA GRECIA ALL'ITALIA: INCONTRO PUBBLICO A ROMA CON I VERTICI DEL PARTITO GRECO IN TESTA AI SONDAGGI.

ALBA DORATA DALLA GRECIA ALL'ITALIA: INCONTRO PUBBLICO A ROMA CON I VERTICI DEL PARTITO GRECO IN
Continua

 
LETTA I 40 MILIONI RICAVATI DAL ''CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA''' LI DARA' AI ''POVERI'', MA DA' 120 MILIONI AI GIORNALI...

LETTA I 40 MILIONI RICAVATI DAL ''CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA''' LI DARA' AI ''POVERI'', MA DA' 120
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »