43.416.236
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FUGA DALL'EURO E FUGA DALL'UNIONE EUROPEA: COME FARE (ECCO QUA LA VIA INGLESE INDICATA DA NIGEL FARAGE E DAVID CAMERON)

giovedì 28 novembre 2013

Il 5 novembre 2013 è stato pubblicato un un articolo su “Globality Studies Journal” dal titolo: UKIP WANTS BREXIT. La parola Brexit è un neologismo che indica la via inglese per l’uscita dalla UE e dalle sue follie antidemocratiche.

Un “nuovo assetto” inglese verso l’europa richiederebbe l’apertura di negoziati sulla modifica dei Trattati. In assenza di un negoziato sui Trattati è difficile immaginare il poter riportare in patria le competenze comunitarie. Eppure il partito di Cameron lo vuole assolutamente. Se alle elezioni politiche del 2015 i conservatori dovessero ottenere una larga maggioranza, Cameron non potrà che proporre le leggi necessarie a tenere un referendum, cercando al contempo di avviare i negoziati verso il nuovo assetto nei rapporti tra Londra e Bruxelles.

Il Regno Unito è già stabilmente fuori dall’Eurozona e, assieme alla Repubblica Ceca, non ha neanche sottoscritto il Fiscal compact, e gode dei vantaggi derivati da queste decisioni.  Il referendum aprirebbe tre possibilità (che sarebbero le stesse dell'Italia, se abbandonasse l'euro):

A) Rinegoziare le condizioni di permanenza nell’UE;

B) Lasciare l’UE per l’EFTA (alla Norvegese);

C) Stipulare un accordo di libero scambio con l’UE (alla Svizzera).

Ma detto cosa potrebbe fare Cameron, cosa ne pensa Mister Farage?

Farage e l’intero UKIP, liberali e conservatori tutto tagli alle tasse, al deficit e riforma del welfare si considerano “patriottici” e sono persone profondamente euroscettiche (guarda caso, due terzi dei conservatori magicamente, per non trovarsi spiazzati alle prossime elezioni, si sono scoperti improvvisamente euroscettici come l’UKIP).

Ma andiamo avanti a capire: perché l’UKIP è così euroscettico?

Secondo quanto riporta il Global Studies Journal, la loro decisione per l’uscita anche dalla UE è legata al ritorno al semplice stile di vita dell’isola, così come era antecedentemente la costituzione dell’unione europea!

E questo sogno dell’Old British (identico al concetto di ritorno alle radici della Lega dell'inizio)  pare stia facendo breccia tra tutti i conservatori britannici. Ben due terzi di essi hanno compreso che conviene non farsi trovare impreparati alle prossime elezioni. Perfino i labouristi non lo disdegnano, obtorto collo...

D'altra parte, Il 30 ottobre del 1997 Gordon Brown  - primo ministro laburista dopo Tony Blear - dichiarò che "il Regno Unito non avrebbe adottato l’euro come moneta per la propria economia". Oggi gli inglesi pensano di dedicargli una statua in una delle piazze di Londra di maggior prestigio.

Ma le vere ragioni sono ancora una volta economiche: tutti i parametri dell'euro fecero dire a Brown che l’euro non era adatto all'economia inglese. Modelli troppo differenti di economia richiedono differenti risposte (e diverse tempistiche) per fronteggiare gli shock che nel medio-lungo periodo si verificano sempre e comunque. E il rischio maggiore è - disse il primo ministro laburista - che le decisioni prese dalla BCE per tutta l’eurozona possano non esser allineate con il bisogno di una zona, determinando, di fatto, una colossale divergenza tra le economie del continente!

Desiderando chiudere con una semplice osservazione, c'è da chiedersi:  se i Dirigenti Anglosassoni capirono già nel 1997 quanto devastante sarebbe stato l’Euro per le economie inefficienti, per dirla alla Tacher, possibile che i dirigenti italiani, primo dei quali si chiama Romano Prodi, non sapessero quello che sarebbe successo nel breve volgere di un decennio?

In sostanza: furuno degli incapaci incompetenti, o furono dei colossali farabutti? 

max parisi

 

 

“La Germania si ritroverà la sua naturale fobia dell’Inflazione, mentre l’euro risulterà fatale per i paesi più poveri perché devasterà le loro economie inefficienti”

 

(Margaret Tatcher – autobiografia 1993)

 

 

 

Desiderando chiudere con una semplice osservazione, mi chiedo “ma se i Dirigenti Anglosassoni capirono quanto devastante sarebbe stato l’Euro per le economie inefficienti, per dirla alla Tacher, possibile che i nostri non sapevano quello che sarebbe successo nel breve volgere di un decennio?”.

 

A voi la risposta cari amici miei.


FUGA DALL'EURO E FUGA DALL'UNIONE EUROPEA: COME FARE (ECCO QUA LA VIA INGLESE INDICATA DA NIGEL FARAGE E DAVID CAMERON)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Farage   euro   europa   referendum   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ARABIA SAUDITA SUPER ''LEGHISTA'': CLANDESTINI, 50.000 ESPULSIONI IN POCHI GIORNI, 80.000 IN ARRIVO E 2 MILIONI PREVISTE

ARABIA SAUDITA SUPER ''LEGHISTA'': CLANDESTINI, 50.000 ESPULSIONI IN POCHI GIORNI, 80.000 IN ARRIVO
Continua

 
EPIFANI SMENTISCE NOTIZIA CHE NON C'E': LE ELEZIONI POLITICHE NELLA PRIMAVERA DEL 2014... (LA PAURA FA 90, GIOCATELA)

EPIFANI SMENTISCE NOTIZIA CHE NON C'E': LE ELEZIONI POLITICHE NELLA PRIMAVERA DEL 2014... (LA PAURA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!