44.194.974
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'AVVOCATO ANGELO GRECO SPIEGA PERCHE' IL CONSIGLIO DI STATO HA SCHIANTATO EQUITALIA E COSA FARE ADESSO! (LEGGERE!)

mercoledì 27 novembre 2013

L'Avvocato Angelo Greco, editorialistta del sito web La Legge per tutti, ha rilasciato un'intervista sullo scandalo Equitalia dei falsi dirigenti e quindi della conseguente nullità delle cartelle esattoriali da loro firmate ed emesse. E spiega cosa è accaduto, cosa accadrà, e perchè le cartelle esattoriali sono nulle!

"La notizia, che noi di La Legge per Tutti abbiamo pubblicato per primi, ha riscosso e continua ancora adesso a produrre, un vasto interesse. E come potrebbe non esserlo, dato che riguarda almeno la metà delle cartelle esattoriali di Equitalia. Tutto nasce nel 2011. E' una vicenda che necessita di un piccolo passo indietro. Nasce da una sentenza del Tar del Lazio che si accorge di una cosa. I giudici amministrativi del Lazio si accorgono che all'Agenzia delle Entrate avevano sbagliato qualcosa. All'Agenzia delle Entrate mancavano dei dirigenti, e così l'Agenzia aveva preso dei funzionari e li aveva automaticamente portati alla qualifica di dirigenti, cioè travalicando tutte le forme e tutte le procedure previste dalla legge e della Costituizone che prevedono l'obbligo del concorso pubblico"

"Quindi - prosegue l'avvocato Greco - queste persone, che sono in tutto 767, sono state portate a essere dirigenti così, senza bisogno di alcuna valutazione pur non avendone neanche i titoli. L'Agenzia delle Entrate aveva bisogno di dirigenti e quindi ha preso 767 funzionari senza titolo e li ha messi a fare quello che dovevano fare i dirigenti. Ivi compreso firmare gli atti e firmare gli avvisi di accertamento. Allora, nel momento in cui è arrivata la sentenza dle Tar Lazio cui poi ha seguito poco dopo quella del Tar di Messina, qual è stata la conseguenza. Che avendo bloccato tutte queste nomine e avendo dichiarato invalida questa procedura, tutti gli atti che queste persone avevano in precedenza firmato erano per conseguenza invalidi".

"Erano inesistenti - continua l'avvocato Greco - perchè mancavano di un presupposto fondamentale: la firma di un soggetto capace e legittimato dalla legge a firmare atti di questo tipo. Quindi, erano invalidi gli avvisi di accertamento inviati dall'Agenzia delle Entrate, così come erano invalide le cartelle Equitalia  emesse avendo come atto prodromico, come atto presupposto, quegli avvisi di accertamento dell'Agenzia delle Entrate. E se pensiamo che i dirigenti in Italia dell'Agenzia delle Entrate sono circa mille e cento, e se considerate che le nomine bloccate erano 767, erano più della metà le cartelle esattoriali a rischio. Usando il parallelismo della giustificazione scolastica, penso al ragazizno che ha appena comiuto 18 anni e che per marinar ela scuola prende il libretto delle giustificazioni e se lo autofirma da solo. Qui, lo Stato ha fatto la stessa cosa: ha preso il libretto delle giustificazioni e ha detto sono maggiorenne e me lo firmo da solo. Che - tornando a questa questione spinosissima - significa: facciamo una sanatoria! Così lo Stato si autogiustifica da solo! Ma siccome il giudice è soggetto soltanto alla legge, cioè non ha qualcosa al di sopra di lui se non la legge, ivi compresa la legge che si chiama sanatoria, ecco che è interventuta questa sanatoria che ha stabilito che tutte le nomine erano valide.  Cioè saniamo tutto ciò che abbiamo sbagliato. Quindi, da un alto la presa di consapevolezza dello Stato di avere sbagliato, dall'altro lato il raggiro alla disciplina, quindi stabilendo che tutto che era stato fatto doveva essere valido e non solo, diceva la legge sanatoria del 2012, anche in attesa delle nuove norme sui concorsi pubblici continuiamo a fare così. Validiamo anche le future nomine che verranno da qui fino a quando arriverà la procedura per il concorso".

"Ebbene, una situazione del genere aveva messo a tacere tutti i profili di illegalità. Ma ecco che, questa è la novità che si inserisce, è intervenuto il Cosiglio di Stato con una sentenza del 18 novembre scorso, di cui tutti i media non hanno parlato. Il Consiglio di Stato si è accorto di questa incongruenza e ha detto questa legge è incostituzionale. Secondo noi, è incostituzionale. Perchè incostituzionale? Perchè viola le disposizioni della Costituzione che impone, in base al principio dle buon andamento della pubblica amministrazione, che tutte le nomine debbano avvenire, che tutti gli incarichi pubblici debbano avvenire attraverso il pubblico concorso"

"Quindi - continua l'avvocato Angelo Greco in questa straordinaria intervista che è insieme anche una lezione di diritto ai massimi livelli - la questione è rinviata alla Corte Costituizionale. Ci sono grossissimi dubbi, grossissimi profili di incostituzionalità della legge del 2012, cioè di questa sanatoria. Per inciso, è la legge numero 44 del 2012. Ora che succederà? Se la Corte Costituzionale dichiarerà questa norma illegittima, sarà venuta meno la sanatoria, rimarranno le invalidazioni effettuate dal Tar di Messina e dal Tar del Lazio e la conseguenza è che tutti questi atti saranno privi di un presupposto essenziale per la loro esistenza: ossia la firma del dirigente preposto a impegnare l'ente, quindi l'Agenzia delle Entrate. La conseguenza  è che se èstata emessa una cartella esattoriale sul presupposto privo di uno dei suoi elementi essenziali, quindi nullo, è nulla anche la cartella esattoriale. Quindi, al conseguenza è che nessuno è più tenuto a pagare più della metà delle cartelle esattoriali che hanno come atto presupposto questo avviso viziato". 

Fonte: www.laleggepertutti.it 


L'AVVOCATO ANGELO GRECO SPIEGA PERCHE' IL CONSIGLIO DI STATO HA SCHIANTATO EQUITALIA E COSA FARE ADESSO! (LEGGERE!)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN EURO (QUESTO TEME LA UE)

PER ABBANDONARE L'EURO BASTA UN DECRETO LEGGE E IL 96% DEI TITOLI DI STATO NON VA RIMBORSATO IN

mercoledì 22 febbraio 2017
Mentre si avvicinano le elezioni olandesi dove è molto probabile che il partito anti euro e anti Ue di Wilders, alleato di Salvini e della Le Pen, ottenga un risultato incoraggiante e quelle
Continua
 
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E' STATA CENSURATA

NUBE RADIOATTIVA CARICA DI IODIO 131 SI AGGIRA PER I CIELI D'EUROPA DA SETTIMANE, MA LA NOTIZIA E'

mercoledì 22 febbraio 2017
Un misterioso aumento della radioattività è stato segnalato da gennaio in vaste aree dell'Europa senza motivo apparente. "Piccole quantità" di Iodio 131, materiale radioattivo di
Continua
 
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
 
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PENSIONI ITALIANE LE PIU' TASSATE D'EUROPA: 1000% PIU' DELLA GERMANIA, 400% PIU' DELLA FRANCIA, 200% PIU' DELLA SPAGNA.

PENSIONI ITALIANE LE PIU' TASSATE D'EUROPA: 1000% PIU' DELLA GERMANIA, 400% PIU' DELLA FRANCIA,
Continua

 
REPORTAGE INDIPENDENTE DA ATENE / UN INVIATO DE ILNORD.IT E' ANDATO A VEDERE COSA STA DAVVERO ACCADENDO: E' UN INFERNO.

REPORTAGE INDIPENDENTE DA ATENE / UN INVIATO DE ILNORD.IT E' ANDATO A VEDERE COSA STA DAVVERO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!