61.566.546
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CONSULENTI ECONOMICI GOVERNO TEDESCO: ''IL PERICOLO PIU' GRANDE DELLA ZONA EURO E' LA FRANCIA''. (OLTRE ALL'ITALIA)

mercoledì 27 novembre 2013

Il nuovo pericolo per l’Eurozona? Dimenticate i PIIGS, oggi lo Stato che fa più paura alla Germania è anche uno dei suoi alleati storici, nonchè partner più affidabile della zona Euro: la Francia. Certo, la situazione non è imminente, ma Berlino ha puntato molto sulla Francia -  solo nel 2011 il 10% dell’export tedesco è andato qui – e guardando i lenti segnali di ripresa e quelli di cedimento (come la perdita della tripla A da parte delle agenzie di rating) si teme in un collasso che colpirebbe inevitabilmente tutta l’Eurozona, Germania inclusa. 

I timori non sono dell’ultima ora: già dallo scorso anno, politici ed economisti tedeschi avevano evidenziato alcuni segnali di pericolo provenienti dal Paese vicino. Tra questi, a parlare per primo di rischio recessione fu  il leader del partito euroscettico Alternative für Deutschland, Bernd Lücke, che evidenziò il deficit elevato della Francia e la sua incapacità di fare riforme importanti, elementi che secondo l’economista l’avrebbero portata alla stregua degli altri Stati del Sud Europa. Con la differenza che la Francia è uno degli Stati portanti dell’Esm, il Fondo Salva Stati, e un suo cedimento strutturale porterebbe l’intera responsabilità sulle spalle della Germania.

La Francia, quindi, è una seria minaccia per l’Eurozona. Lo dimostrano anche i recenti dati del rapporto 2012 dei consulenti economici del governo tedesco, i cosidetti “cinque saggi”: “La Francia - è scritto nel report -  è al momento il maggior problema per l’eurozona, più di Grecia, Spagna o Italia. Questo perché la Francia non ha fatto alcunché per ripristinare la propria competitività, e anzi va in direzione opposta”. E i numeri che arrivano dalla Senna non sono buoni: si parla infatti di una spesa pubblica al 57,1% del PIL, una disoccupazione all’11,1%, di una pressione fiscale pari al 46% del PIL e un disavanzo del 4,1%, ben oltre il limite del 3% imposto dal Patto di Stabilità europeo. Sono gli ultimi dati del rapporto Ocse, che parlano di una incapacità da parte del governo di Hollande di ritornare in carreggiata: “L’insufficiente aumento della produttività si riflette nel deterioramento della competitività del settore produttivo francese e nelle sue difficoltà ad adattarsi alla globalizzazione crescente degli scambi di investimenti”.

Una “crisi silente“, come l’ha definita qualche tempo fa la rivista The Fielder, un deterioramento che passa inosservato ai media mainstream, ma che che piano piano monta e fa paura non solo alla Germania, ma all’Europa tutta. Così, si cerca di correre ai ripari, posticipando di due anni – dal 2013 al 2015 – il tempo massimo per riportare il deficit al di sotto del 3% del Pil, con la speranza che nel frattempo vengano messe in atto misure efficaci per risalire la china. Altrimenti, secondo molti, la storica amicizia franco-tedesca potrebbe venire meno, e con lei l’intero equilibrio della zona Euro. 

Fonte notizia: yahoo finanza.


CONSULENTI ECONOMICI GOVERNO TEDESCO: ''IL PERICOLO PIU' GRANDE DELLA ZONA EURO E' LA FRANCIA''. (OLTRE ALL'ITALIA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Francia   Germania   euro   Europa   riforme   costo   deficit   Eurozona   pericolo   euro   Europa    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
 
LA STAMPA TEDESCA AVANZA L'IPOTESI DI SGANCIARE L'EURO DA PAESI COME L'ITALIA DI FATTO ANNUNCIANDO LA FINE DELL'EUROZONA

LA STAMPA TEDESCA AVANZA L'IPOTESI DI SGANCIARE L'EURO DA PAESI COME L'ITALIA DI FATTO ANNUNCIANDO

lunedì 19 marzo 2018
BERLINO - "Le elezioni politiche in Italia con la vittoria dei populisti sono uno shock per l'Europa, ma potrebbero anche rivelarsi un colpo di fortuna - scrive oggi il quotidiano tedesco
Continua
PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA VOLONTA' DI STATI MEMBRI!

PREMIER DELL'OLANDA AVVISA FRANCIA E GERMANIA: NON DEVONO IMPORRE RIFORME DELLA UE CONTRO LA

venerdì 16 marzo 2018
AMSTERDAM - Se non è una frattura verticale nella Ue, molto poco ci manca. Non è mai accaduto in passato che una nazione del nord Europa, del calibro dell'Olanda, prendesse una netta
Continua
 
MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI E PROPOSTE''

MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI

mercoledì 14 marzo 2018
I punti cardinali sono sempre quelli: Flat tax al 15%, addio alla legge Fornero e avvio di un percorso di stabilizzazione del lavoro. Il leader della Lega Matteo Salvini ribadisce il suo programma di
Continua
''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO'' (FINANCIAL TIMES)

''L'EUROZONA E' INADEGUATA A RISOLVERE LE DISEGUAGLIANZE ECONOMICHE INTERNE PROVOCATE DALL'EURO''

mercoledì 14 marzo 2018
LONDRA - "I risultati elettorali in Italia sono una severa lezione per l'Unione Europea e soprattutto per l'Eurzona: se la prosperita' non sara' distribuita meglio tra i paesi membri, l'Europa
Continua
 
GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI COETANEI POLACCHI''

GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI

martedì 13 marzo 2018
BERLINO - "Nel Sud Italia la disoccupazione giovanile e' del 46,6 per cento, il doppio rispetto al resto del paese. Con i loro mini-lavori precari - scrive oggi in prima pagina il quotidiano tedesco
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL BALLETTO DEGLI AVVOLTOI: IL GOVERNO CAMBIA NOME ALLA ''TRISE'' ORA E' ''IUC'' E AMMAZZERA' IMPRESE E CITTADINI.

IL BALLETTO DEGLI AVVOLTOI: IL GOVERNO CAMBIA NOME ALLA ''TRISE'' ORA E' ''IUC'' E AMMAZZERA'
Continua

 
BANCHE D'EUROPA DEVASTATE DALL'EURO: 1.187 MILIARDI DI BUCO IN CASSA (MOSTRUOSO) E LE BANCHE TEDESCHE SONO LE PEGGIORI

BANCHE D'EUROPA DEVASTATE DALL'EURO: 1.187 MILIARDI DI BUCO IN CASSA (MOSTRUOSO) E LE BANCHE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!