49.915.301
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MOSCA ''AVVISA'' GLI OLIGARCHI DELL'UNIONE EUROPEA: AVETE FATTO MOLTO MALE A PROVARE A FREGARE LA RUSSIA, CON L'UCRAINA...

martedì 26 novembre 2013

Mosca - L'Unione europea ha commesso ''un grande errore di valutazione'' a non coinvolgere la Russia nel processo di associazione dell'Ucraina che avrebbe dovuto essere sottoscritto a Vilnius nei prossimi giorni. ''In questa situazione, nessuno si è posto il problema di avviare consultazioni con Mosca, certo non sul diritto dell'Ucraina a firmare questo o un altro accordo -è un paese sovrano e può fare ciò che vuole- ma sulle conseguenze economiche della firma, in Ucraina e probabilmente anche per la Russia'', ha spiegato Konstantin Kosachev, il responsabile della Rossotrudnichestvo, l'agenzia russa da cui dipendono gli affari della Csi e gli istituti di cultura all'estero, e che cura il nuovo sforzo di Mosca per promuovere il 'soft power' all'estero.

''La nostra valutazione è che l'economia dell'Ucraina è troppo debole per competere con quella dell'Ue. Ma se Kiev raggiunge conclusioni differenti, noi le rispetteremo. Tutti però devono capire che se l'accordo viene firmato, accadranno una serie di cose: non si tratta di hard power, di pressioni, è solo economia e la necessità di proteggere i nostri interessi come fanno tutti'', ha aggiunto, ricordando che ''la Russia ha un accordo i libero scambio con l'Ucraina, e questo significa che non abbiamo dogana e su quasi tutti i prodotti non viene applicato alcun dazio, e che quando i beni dell'Ue entreranno in Ucraina i prodotti ucraini, che non andranno certo nei paesi europei, inizieranno a essere esportati in Russia a danno dei nostri produttori''.

''Abbiamo spiegato a Kiev che il problema non è politico ma economico: se aprono i loro confini all'Ue, noi dobbiamo chiudere i nostri. Loro hanno capito che la questione doveva essere riconsiderata. Non so cosa accadrà in futuro, ma il fatto è che hanno deciso di prendere una pausa per fare i conti che non avevano fatto fino a ora'', sottolinea.

In ogni caso, sono proprio i paesi della Comunità degli stati indipendenti, come l'Ucraina, a cui è diretto in via ''prioritaria'' il nuovo impegno di soft power della Russia. Da qui a tre anni, sugli undici nuovi centri di cultura che Mosca aprirà all'estero, altri nove lo saranno nei paesi dell'estero vicino, gli altri due in Turchia e in Romania, spiega Kosachev. Già in tutti i paesi ex sovietici, eccetto i Baltici, Georgia e Turkmenistan, c'è un centro di cultura, in Ucraina tre, in Kazakhstan due.

Quest'anno verrà aperto un secondo centro di cultura in Bielorussia, e un altro, il terzo, in Kazakhstan. Il prossimo anno, un altro ancora in Ucraina e poi altri due in Azerbaigian e in Armenia. E poi, l'anno successivo, un altro in Tagikistan e un altro in Kirghizistan, spiega Kosachev, alla cui agenzia il Cremlino ha deciso di quintuplicare i fondi da qui al 2020, anche se, come ha precisato oggi da Roma, dove ha preso parte insieme al ministro degli esteri Sergei Lavrov al forum di dialogo italo russo organizzato alla Farnesina, queste promesse e la volontà politica che sicuramente esiste poi dovranno fare i conti con i vincoli del bilancio russo.

''Si tratta più di una ripensamento del nostro approccio'', ha detto, anticipando la definizione entro l'anno di una strategia complessiva. ''Ma lo strumento del soft power è oramai diventato uno strumento essenziale della politica estera russa'', afferma. (AdnKornos)


MOSCA ''AVVISA'' GLI OLIGARCHI DELL'UNIONE EUROPEA: AVETE FATTO MOLTO MALE A PROVARE A FREGARE LA RUSSIA, CON L'UCRAINA...


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Mosca   Ue   Ucraina   CSI   Russia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
 
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua
 
LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IN SLOVACCHIA VINCE PER LA PRIMA VOLTA IL PARTITO NAZIONALISTA CHE VUOLE L'IMMEDIATA USCITA DALL'EURO (C'E' DAL 2009)

IN SLOVACCHIA VINCE PER LA PRIMA VOLTA IL PARTITO NAZIONALISTA CHE VUOLE L'IMMEDIATA USCITA
Continua

 
L'UNIONE EUROPEA VA PROCESSATA PER CRIMINI CONTRO L'UMANITA'. GRECIA: SUICIDI +40% OMICIDI +100% SPESA SANITA' -40%.

L'UNIONE EUROPEA VA PROCESSATA PER CRIMINI CONTRO L'UMANITA'. GRECIA: SUICIDI +40% OMICIDI +100%
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!