47.402.969
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CATRICALA' (VICE MIN.SVILUPPO ECONOMICO) PARLA DI PRIVATIZZARE LA RAI ''NON PRIMA DEL 2016'' (MA LETTA VA' VIA NEL 2015)

venerdì 22 novembre 2013

ROMA - "Privatizzazione Rai? Non prima del 2016'', ha detto il viceministro dello sviluppo economico Antonio Catricalà aimicrofoni di Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24. ''Venderemmo un asset privo di valore. Ho parlato di privatizzazione di qualche asset della Rai quando la concessione era in piedi ed era bella lunga'', ha proseguito. "Siamo a due anni dalla scadenza della concessione e parlare di privatizzazioni penso sia veramente anti economico. Sarebbe un fuor d'opera.", ha detto Catricalà. Inoltre, "Arriveremo con questo vertice fino al 2016. Ce lo diranno i cittadini con la consultazione che faremo, però arriveremo al 2016 con questo vertice alla Rai", ha confermato.

E sul nuovo contratto ci dovrà essere l'obbligo del bollino, ha aggiunto Catricalà:  "Senza bollino ai programmi non ci sarà il nuovo contratto di servizio tra Rai e Stato. Non demorderò e non firmerò un contratto di servizio che non ce l'abbia'', "Il bollino - ha proseguito Catricalà - è l'aspetto più rilevante oltre al fatto che abbiamo tolto la pubblicità dai programmi che riguardano i minori". "La Rai ha accettato - conclude il viceministro - con tutti i voti favorevoli e con una sola astensione, questi due aspetti. Se adesso fa marcia indietro non troverà un Governo che faccia marcia indietro".

Il bollino - ha proseguito Catricalà - è l'aspetto più rilevante oltre al fatto che abbiamo tolto la pubblicità dai programmi che riguardano i minori".  (Ansa)


CATRICALA' (VICE MIN.SVILUPPO ECONOMICO) PARLA DI PRIVATIZZARE LA RAI ''NON PRIMA DEL 2016'' (MA LETTA VA' VIA NEL 2015)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Rai   privatizzare   consiglio   cittadini   programmi   tv   Catricalà   governo   Letta    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO DEBITO-PIL AL 2,4%)

GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO

mercoledì 24 maggio 2017
LONDRA - In diverse occasioni abbiamo parlato di miracolo economico ungherese perche', al contrario delle nazioni dell'area euro, l'Ungheria ha ridotto le tasse e le bollette di luce, acqua, gas e
Continua
 
VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA LE ALTRE DUE KAPUTT

VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA

mercoledì 24 maggio 2017
La vicenda delle tre banche italiane da salvare, MPS, BPVI e VenetoBanca sembra assumere sempre più i contorni della farsa se non della tragedia. Mentre i tedeschi hanno sistemato le loro
Continua
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI HOLLANDE E SARKOZY

SANDAGGIO IN FRANCIA: IL 46% DEI FRANCESI GIA' ORA NON SI FIDA DI MACRON CHE PARTE PEGGIO DI

venerdì 19 maggio 2017
PARIGI - Contrariamente alla tradizione, il neo presidente Emmanuel Macron ed il suo primo ministro Edouard Philippe non godranno di un periodo di "luna di miele" presso l'opinione pubblica francese:
Continua
 
ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6% (+44,4 MLD IN 12 MESI)

ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6%

martedì 16 maggio 2017
Il Pil italiano ristagna allo 0,2% nel primo timetre 2017 con una proiezione annua da incubo, allo 0,6%. L'eurozona nel medesimo trimestre ha segnato +0,5%. Nella classifica degli Stati membri
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL CONSIGLIO DI STATO SCHIANTA DEFINITIVAMENTE EQUITALIA! 767 DIRIGENTI ''FASULLI'' TUTTI GLI ATTI ILLEGITTIMI! (LEGGERE!)

IL CONSIGLIO DI STATO SCHIANTA DEFINITIVAMENTE EQUITALIA! 767 DIRIGENTI ''FASULLI'' TUTTI GLI ATTI
Continua

 
GENOVA PARALIZZATA DALLO SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO. E' IL QUARTO GIORNO CONSECUTIVO! E SI VA AVANTI A OLTRANZA.

GENOVA PARALIZZATA DALLO SCIOPERO DEL TRASPORTO PUBBLICO. E' IL QUARTO GIORNO CONSECUTIVO! E SI VA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!