70.653.468
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

STA PER NASCERE IL NUOVO GOVERNO MERKEL. IL PROGRAMMA BASE DELL'ACCORDO SPD-CDU DISTRUGGERA' L'EURO E LA UE.

mercoledì 20 novembre 2013

Berlino - Da circa 2 mesi la CDU e la SPD discutono sul Governo di grande coalizione da dare alla Germania, che si baserà su un accordo di scambio politico preciso: cessioni alla SPD su temi di politica sociale interna in cambio di intensigenza sulla politica finanziaria, economica e i rapporti con l’Europa.

In sintesi, il Dividendo che l’adesione all’Euro ha garantito alla Germania finanziera’ una generosa politica sociale interna, e non verrà speso per aiutare i partners (danneggiati dalla moneta unica).

Passa la linea del «NO alla solidarietà per i partners Europei», ed il  «SI ad una visione di Europa dei debititori, spendaccioni, inefficienti, inaffidabili». L’Europa degli altri. Gli elettori tedeschi – socialdemocratici compresi – sono convinti di dover stare in guardia da popoli europei .  

Per la SPD una politica dello struzzo, per la Merkel la continuazione di una linea di “massimizzazione dei vantaggi per la Germania” che sempre piu’ e’ vissuta all’estero come una politica del “fotti il vicino”.

Punto per punto, le linee-guida dell'accordo di governo in Germania:

IL DIVIDENDO DELL’EURO - La Germania negli anni 90 aveva una Bilancia dei Pagamenti neutra o passiva, ma grazie all’Euro ed alla “Svalutazione dei Salari” ha accomulato un tesoro di 1.300 miliardi di attivi cumulati (cifra più o meno corrispondente ai passivi cumulati dei parters, maggiormente inclini alla maggior inflazione).

PROGRAMMA SOCIALE DI RILIEVO - Base dell’accordo:  introduzione del salario minimo (oggi valido solo in pochi settori), sostegni familiari, pensione di solidarietà, aiuti ai ceti economicamente più deboli, nuova politica energetica, doppia cittadinanza per i migranti ecc.

NESSUNO SCONTO AL RESTO D’EUROPA - L’attuazione del programma sociale è strettamente vincolata al mantenimento dell’attuale linea del governo Merkel, intransigente verso gli altri partner europei: NO agli eurobond, no a qualunque forma più o meno mascherata di mutualità dei debiti sovrani dei Stati dell’eurozona, riforma del sistema bancario soltanto secondo i criteri tedeschi e critica ormai aperta alla Bce. Passa la visione morale di partners che devono «fare i compiti a casa», con una Germania leader e modello per gli altri. Niente Piani Marshall, ma solamente legnate.

CONCLUSIONI: L’EUROPA E L’EUROZONA VERSO UN INEVITABILE COLLASSO - L’intransigenza della Germania sulle proprie posizioni acquisite, l’impressionante immobilismo della Francia, l’impotenza e l’inefficienza dell’Italia e l’atteggiamento solo fiscal-burocratico di Bruxelles creerannole premesse perché il prossimo Parlamento europeo si riempia di nemici dell’euro e dell’Europa e venga di fatto paralizzato. Difficilmente il resto del Continente accettera’ una situazione del genere a lungo.

In 15 anni, fatta 100 la Produzione Industriale Tedesca, le Produzioni Industriali di Francia ed Italia sono passate da 55 a 40. In 15 anni, fatto 100 l’Export Tedesco, la Francia e’ passata da 58 a 39, l’Italia da 48 a 35

Il Grande malato Europeo di fine anni 90', la Germania, ha trovato il “Bengodi” coi cambi fissi e con la “gabbia burocratica regolatoria di Bruxelles” e s'è risollevata da un destino “giapponese” che l’attendeva (fatto di deflazione, debiti crescenti, declino economico).

I Parters speravano in un Europa che “li migliorasse” ed invece il sogno si sta dimostrando sempre più un incubo, e tutti tendono verso un progressivo declino e peggioramento. Anche il “piddino” italiano piu’ ottuso, o il “socialista” francese ultras del sogno internazionalista, prima o poi, si rendera’ conto che l’Iceberg è di fronte. Difficile pensare che finirà bene.

Autore: GPG Imperatrice per Scenarieconomici.it

 


STA PER NASCERE IL NUOVO GOVERNO MERKEL. IL PROGRAMMA BASE DELL'ACCORDO SPD-CDU DISTRUGGERA' L'EURO E LA UE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Europa   euro   Francia   Italia   Germania   Spd   Cdu   Csu   Bruxelles   Europa   tedeschi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SCOZIA: ''CON L'INDIPENDENZA, SARA' BOOM DI NUOVI POSTI DI LAVORO'' HA DETTO ALEX SALMOND (CAPO SCOTTISH NATIONAL PARTY)

SCOZIA: ''CON L'INDIPENDENZA, SARA' BOOM DI NUOVI POSTI DI LAVORO'' HA DETTO ALEX SALMOND (CAPO
Continua

 
INGHILTERRA: PIL 2014 +2,4% MENTRE PER L'AREA EURO PREVISIONI 2014 +1% (TOGLIENDO LA GERMANIA, SAREBBE 0,3%)

INGHILTERRA: PIL 2014 +2,4% MENTRE PER L'AREA EURO PREVISIONI 2014 +1% (TOGLIENDO LA GERMANIA,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!