49.663.767
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LETTA INCHIODATO DA UNA DOMANDA DI WALL STREET ITALIA: ''CHI CHIEDE ALL'ITALIA DI RIDURRE IL DEBITO? E PERCHE'?''

lunedì 18 novembre 2013

ROMA - Venerdì la UE ha bocciato il piano di austerità italiano, basato su una serie di misure che dovrebbero garantire il contenimento del deficit pubblico entro il 3%. Vediamo di ragionare. Il Governo vara un piano che nel migliore dei casi protrae una situazione di stallo dell’economia senza peraltro avere alcuna chance di ridurre il debito, ciò in quanto il saldo è comunque un deficit anche se inferiore al 3%….e quindi non potrà che accrescere il debito pubblico almeno nominalmente.

Quindi è una manovra che non riduce il debito, ma che non stimola l’economia e condanna il Paese alla recessione. Dulcis in fundo, è stata anche bocciata dalla UE! Quindi, per quanto inutile ed anzi dannosa sia sul piano dell’economia nazionale non ha neanche raccolto il plauso della UE.

Ci sarebbe da prendere Letta, chiuderlo in una stanza e costringerlo a rispondere ad alcune semplici domande. Tra queste: come può un Paese in recessione da anni e un PIL reale in picchiata pensare di restituire i debiti mediante misure di austerità? Cioè sottraendo liquidità al sistema economico, che ne avrebbe bisogno per essere stimolato?

Ma soprattutto, la madre di tutte le domande è un’altra: CHI ha chiesto di ridurre il debito? Da dove proviene l’esigenza impellente di ridurre il debito?

Se guardiamo alle aste di BOT e BTP degli ultimi mesi, la domanda di titoli è largamente eccedente l’offerta, tant’è che i rendimenti sono scesi in picchiata con i BOT sotto alla soglia storica di 1% ed il BTP decennale attorno al 4%. Ciò, si badi, nonostante il giudizio delle agenzie di rating vorrebbe che pagassimo rendimenti in linea con Marocco, Perù e Kazakistan….

Circa il 55% del debito pubblico italiano è detenuto da soggetti residenti, tra cui banche, famiglie e imprese. Se le banche hanno drasticamente ridotto le politiche di credito e pertanto accumulano liquidità così come i singoli risparmiatori accumulano risparmi, l’unico modo per ricondurre i la liquidità infruttifera nel circuito economico è di fare debito pubblico!

Perché dobbiamo inseguire la follia della UE che condanna il Governo a strozzare il flusso degli investimenti? Il problema non è la crescita del debito pubblico, ma l’impiego che ne viene fatto.

Il Giappone ha un debito/PIL del 220%, e nessuno si scandalizza. Il debito è sottoscritto al 90% da residenti, che con questo meccanismo riciclano i risparmi all’interno del sistema, cosi le aziende continuano ad investire e ad assumere, basti guardare al dato sulla disoccupazione che in Giappone è al 4%!!!

L’unica risposta che si potrebbe opporre è che maggiore debito aumenta gli interessi passivi. Beh, intanto oggi ci si potrebbe indebitare ad un costo medio inferiore agli ultimi 10 anni, e quindi un indebitamento marginale abbassa il costo medio.  Ma, soprattutto, se il debito fosse contratto a fronte di investimenti strutturali e manovre di stimolo all’economia il PIL riprenderebbe a crescere a tassi del 2-3%, lo Stato incasserebbe un maggiore gettito fiscale ed è allora che si potrebbe pensare di mettere mano al debito… (WSI) 


LETTA INCHIODATO DA UNA DOMANDA DI WALL STREET ITALIA: ''CHI CHIEDE ALL'ITALIA DI RIDURRE IL DEBITO? E PERCHE'?''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Letta   governo   wall street italia   debito pubblico   Bot     Btp   austerità   Giappone   risparmi   Pil   investimenti    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua
 
LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista
Continua
COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E CORAGGIO PER TUTTI NOI

COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E

mercoledì 19 luglio 2017
Riportiamo - parola per parola - l'ultimo intervento pubblico del giudice Paolo Borsellino, la sera del  25 giugno del 1992, quando decise di partecipare ad un dibattito organizzato da Micromega
Continua
 
THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE AL MONDO (COME RAQQA)

THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE

martedì 18 luglio 2017
LONDON - Naples, the Italian city, is famed throughout the world for its links to organised crime. Mafia hits in Naples are more frequent than elsewhere in the home of Italy’s oldest crime
Continua
ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO VIOLENZE, ANCHE SESSUALI

ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO

martedì 18 luglio 2017
RATISBONA -  GERMANIA - Esplode lo scandalo dei maltrattamenti e degli abusi sessuali subiti da centinaia di ragazzi e bambini del coro cattolico del Duomo di Ratisbona, il piu' antico coro di
Continua
 
MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG SEGNALANO ALLE SPIAGGE''

MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG

martedì 18 luglio 2017
VIENNA - Il ministro dell'Interno austriaco, Wolfgang Sobotka, chiede di limitare le attivita' dei "soccorritori autoproclamati" di migranti nel Mediterraneo, un chiaro riferimento alle
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MARONI: ''LEGA MEDIATRICE DOPO LA SCISSIONE NEL CENTRODESTRA. E BOSSI INVECE DI UNIRE, DIVIDE. USCIRA' MALE...''

MARONI: ''LEGA MEDIATRICE DOPO LA SCISSIONE NEL CENTRODESTRA. E BOSSI INVECE DI UNIRE, DIVIDE.
Continua

 
QUOTE LATTE: ERA UNA MONTATURA! MULTE AFFIBBIATE PER COLPA DI UN CALCOLO ERRATO (E IN MALAFEDE!) DELLO STATO ITALIANO!

QUOTE LATTE: ERA UNA MONTATURA! MULTE AFFIBBIATE PER COLPA DI UN CALCOLO ERRATO (E IN MALAFEDE!)
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!