55.038.537
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PD (CON CUPERLO) L'HA SCARICATA, LETTA NON SI FA TROVARE, MOZIONE DI SFIDUCIA INCOMBE: CANCELLIERI VERSO LE DIMISSIONI

venerdì 15 novembre 2013

Roma - Notte agitata tra i Palazzi che contano (Quirinale camere con vista
 su Palazzo Chigi) perché il ministro della Giustizia vorrebbe mollare. Anna Maria Cancellieri non ne può più di tutte
 queste polemiche sorte per un suo ‘'intervento umanitario'' (si dice così) a favore
 di Giulia Ligresti, che doveva essere tirata fuori dal carcere per consentirle
 di andare a fare shopping di lusso a via
 Montenapo.

Sono saltate fuori altre intercettazioni tra il marito della 
ministrona-ona-ona, il farmacista in pensione Sebastiano Peluso, e Nino Ligresti, fratello di Salvo. In più ci
 sono un'altra decina di chiamate partite
 dal telefonino della Cancellieri a Nino Ligresti. Insomma tra la famiglia 
Cancellieri e i Ligresti era stato allacciato un vero "telefono amico" a tempo pieno. Un call
-center 24 ore su 24, festivi compresi.

Per evitare che mercoledì la Camera 
possa sfiduciarla, perché la mozione dei grillini potrebbe raccogliere i voti
 di parecchi deputati Pd, Annamaria la telefonista vorrebbe giocare d'anticipo 
e mollare tutto tranne, s'intende, il 
cellulare. Non si sa mai, se i
 Ligresti avessero bisogno di qualcosa.

Delle sue intenzioni avrebbe 
parlato con il Colle e con Palazzo Chigi, sostengono chi sa sempre qualcosa in
 queste vicende. Da qui l'allarme scattato al Quirinale e Palazzo Chigi perché, se
 esce la ministrona, rischia di
 saltare il banco spedendo Enrichetto il Chierichetto a casa.

BellaNapoli, sponsor (dopo Ligresti) della nomina della Cancellieri alla Giustizia (per conto d'altri), si 
sarebbe allarmato dopo la lettura dei giornali. A colpire l'arzillo vecchietto del Quirinale sarebbe stato il 
colloquio ‘off the record' che ‘off the record' non è stato (vatti a fida' di ‘sti giornalisti!) con il Corrierone. "Se sono d'intralcio
 sono pronta a trarre le conseguenze. Non ho chiesto io di venire in questo ministero, né ho intenzione di restarci a dispetto di qualcuno o qualcosa" ha confidato al giornalista-confessore alludendo non troppo velatamente che era stata imposta ad Enrichetto da Bella Napoli.

In più, non le sarebbe andato giù 
trattamento 
ricevuto da Letta, che praticamente l'avrebbe schizzata. "Ieri mattina, -
si legge sempre nell'articolo beneinformato - incontrandolo al Quirinale per la visita di papa Francesco,
 ha chiesto a Letta di potergli parlare per mettere a punto una linea comune.
 Il capo del governo le ha risposto che l'avrebbe chiamata quanto prima, poi è
 partito per Lipsia e rientrato a notte 
alta''.

A questo di aggiunge - non bastasse già quel che c'è - anche il siluro scagliato contro la Cancellieri da Cuperlo, aspirante segretario Pd, ma comunque autorevole voce del partito. Ha detto: "Noi abbiamo ascoltato le dichiarazioni del ministro in Parlamento che ha detto e confermato che non c'e' stato un uso improprio delle norme previste. E lo ha confermato anche il procuratore Caselli che non e' certo sospettabile di faziosita' in nessun senso. Ho letto delle nuove intercettazioni che sono state pubblicate: la prossima settimana il gruppo del Pd si riunira' per esaminare i nuovi elementi e discutere della mozione di sfiducia. Io penso che, alla luce di quello che sta accadendo, sia utile che il ministro stesso con il presidente del Consiglio verifichi se ci sono ancora le condizioni per andare avanti con serenita' nel suo ruolo di guardasigilli". (Dagospia) 


PD (CON CUPERLO) L'HA SCARICATA, LETTA NON SI FA TROVARE, MOZIONE DI SFIDUCIA INCOMBE: CANCELLIERI VERSO LE DIMISSIONI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Cancellieri   Letta   Napolitano dimissioni   scandalo   intercettazioni   Ligresti   Caselli    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua
 
INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA MEGLIO GIOVENTU' NE VA!

INCHIESTA / MEDICI INGEGNERI ARCHITETTI: ITALIA ULTIMA IN EUROPA PER STIPENDI E COSI' LA NOSTRA

martedì 12 dicembre 2017
Nel 2016, ben 124.000 italiani sono emigrati all’estero e di questi il 39% aveva tra i 18 ed 34 anni, per la maggior parte con titolo di studio qualificato. Come mai una simile emorragia di
Continua
SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE IMPOSIZIONE DI MIGRANTI

SCONTRO FRONTALE UNGHERIA - UE: PARLAMENTO DI BUDAPEST VOTA RISOLUZIONE CONTRO L'INACCETABILE

martedì 12 dicembre 2017
BUDAPEST - Il parlamento ungherese ha approvato oggi la risoluzione che condanna la decisione del Parlamento europeo sulla riforma del sistema di asilo. Lo riferisce l'agenzia slovacca "Tasr" citando
Continua
 
CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN BEL GOLPE FRANCHISTA?

CATALOGNA: I SONDAGGI DANNO LA VITTORIA AL BLOCCO DI PARTITI INDIPENDENTISTI. RAJOY CHE FARA'? UN

martedì 12 dicembre 2017
BARCELLONA - La trategia repressiva decisa dal governo Rajoy contro la Catalogna si sta trasformando in un boomerang micidiale per Madrid. Il gruppo di partiti indipendentisti molto probabilmente
Continua
IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO ESSERE ESPULSI

IL MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO ACCUSA LA CHIESA CATTOLICA: NASCONDE CLANDESTINI CHE INVECE DEVONO

martedì 12 dicembre 2017
BERLINO - Il ministro dell'Interno tedesco, il cristiano democratico Thomas de Maizière (della Cdu, partito di orientamento cristiano simile alla vecchia Dc italiana), in un'intervista
Continua
 
TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RECORD STORICO DI FALLIMENTI IN ITALIA (+12% RISPETTO IL 2012) L'INTERA ECONOMIA DEVASTATA. E' IL PAESE STA CHE FALLENDO

RECORD STORICO DI FALLIMENTI IN ITALIA (+12% RISPETTO IL 2012) L'INTERA ECONOMIA DEVASTATA. E' IL
Continua

 
SONDAGGIO DEL VENERDI' / 1°PD (IN CALO) 2° M5S (IN CRESCITA) 3° PDL (STABILE) - GOVERNO: 78% LO BOCCIA!

SONDAGGIO DEL VENERDI' / 1°PD (IN CALO) 2° M5S (IN CRESCITA) 3° PDL (STABILE) - GOVERNO: 78% LO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!