64.787.158
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

HOLLANDE CONTESTATO IN PIAZZA DA DECINE DI MIGLIAIA DI LAVORATORI FRANCESI MARTORIATI DALLA EURO-CRISI. SCIOPERI OVUNQUE

venerdì 8 novembre 2013

PARIGI  - "Riformare, federare, vincere": Slogan ripetuto più volte da Francois Hollande, risucchiato dal vortice dell'impopolarita', che prova a ripartire con uno dei previsti momenti forti del suo mandato, le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra. Un discorso, quello del presidente, dai toni gravi e solenni, ma caduto nel giorno peggiore, con tanti pezzi della Francia in crisi scesi in piazza per protestare contro il governo.

Mentre il presidente pronunciava queste parole, il paese e' stato attraversato da cortei, contestazioni e scioperi contro chiusure di fabbriche, tagli al personale e piani di riorganizzazione di societa' in crisi.

Nuovi sondaggi vedono sprofondare il livello di popolarita' di Hollande a livelli record. A Parigi, oltre 4.000 ostetriche hanno sfilato da Denfert-Rochereau, snodo a sud della citta', fino al ministero della Sanita', per chiedere maggior riconoscimento della loro professione e una rivalutazione dei loro salari.

Nel nord invece, a Lille e Nancy, sono stati i dipendenti dell'azienda di vendite online La Redoute a scendere in piazza per protestare contro un piano di tagli da 700 dipendenti e per chiedere garanzie sul loro futuro al gigante del lusso Kering, ex Ppr, proprietario tra gli altri dei marchi Gucci e Yves Saint-Laurent), principale azionista della societa'.

Ben piu' violenta la protesta dei dipendenti dello stabilimento Goodyear ad Amiens, il cui piano di chiusura e' stato definitivamente approvato oggi dal comitato centrale d'impresa, dopo mesi di tentativi di trattativa con i sindacati.

Hanno invece scelto la via dello sciopero i dipendenti del gruppo France Television, la tv pubblica francese, per protestare contro il piano di tagli alle spese e al personale recentemente presentato dalla direzione. (ANSA).


HOLLANDE CONTESTATO IN PIAZZA DA DECINE DI MIGLIAIA DI LAVORATORI FRANCESI MARTORIATI DALLA EURO-CRISI. SCIOPERI OVUNQUE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Hollande   crisi   euro   scioperi   Parigi   Francia   lavoratori    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL  ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E POLONIA HANNO DETTO NO)

REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E

lunedì 12 novembre 2018
Aumenta sempre di piu' il numero di coloro che si oppongono al patto ONU sull'immigrazione che verra' adottato dai Paesi partecipanti all conferenza intergovernativa che si terra' in Marocco il 10 e
Continua
 
INCHIESTA SU TUTTO IL DEBITO PUBBLICO (ESPLICITO + IMPLICITO): ITALIA 57% GERMANIA 149% FRANCIA 291% MEDIA EUROZONA 266%

INCHIESTA SU TUTTO IL DEBITO PUBBLICO (ESPLICITO + IMPLICITO): ITALIA 57% GERMANIA 149% FRANCIA

lunedì 5 novembre 2018
Ai lacchè nostrani degli oligarchi ue, il periodo dice decisamente male: lo spread rimane stabilmente entro limiti accettabili; la borsa cresce; le banche italiane superano brillantemente gli
Continua
TEMPESTA DI VENTO E PIOGGIA DEL 30 OTTOBRE HA ABBATTUTO IN UN GIORNO GLI ALBERI CHE SAREBBERO STATI TAGLIATI IN UN ANNO

TEMPESTA DI VENTO E PIOGGIA DEL 30 OTTOBRE HA ABBATTUTO IN UN GIORNO GLI ALBERI CHE SAREBBERO STATI

venerdì 2 novembre 2018
La parola giusta, purtroppo, è catastrofe. l forte vento di scirocco, che ha colpito il 30 ottobre tutta l'Italia del Nord con raffiche stimate intorno ai 140 km orari, ha provocato
Continua
 
PICCOLE - MEDIE IMPRESE E COOPERATIVE CHIEDONO AL GOVERNO DI TAGLIARE E SEMPLIFICARE LA BUROCRAZIA A TUTTI I LIVELLI

PICCOLE - MEDIE IMPRESE E COOPERATIVE CHIEDONO AL GOVERNO DI TAGLIARE E SEMPLIFICARE LA BUROCRAZIA

martedì 30 ottobre 2018
Dal 2015 l'Italia registra un nuovo dinamismo imprenditoriale, in tutte le fasce (micro, medi e grandi imprese). Abbiamo una base produttiva di 4,4 milioni di imprese che con oltre 17 milioni di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA RUSSIA DI PUTIN E' LA NAZIONE IDEALE DOVE INVESTIRE E PRODURRE (DICE L'UNIVERSITA' BOCCONI!) E' BARICENTRO MONDIALE.

LA RUSSIA DI PUTIN E' LA NAZIONE IDEALE DOVE INVESTIRE E PRODURRE (DICE L'UNIVERSITA' BOCCONI!) E'
Continua

 
SECONDO GIORNO DI SCIOPERO GENERALE IN PORTOGALLO CONTRO LA UE E LA TROIKA: MILIONI IN PIAZZA, PAESE FERMO

SECONDO GIORNO DI SCIOPERO GENERALE IN PORTOGALLO CONTRO LA UE E LA TROIKA: MILIONI IN PIAZZA,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!