64.766.814
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANCHE QUEST'ANNO - IL 19° CONSECUTIVO! - I REVISORI DEI CONTI SI SONO RIFIUTATI DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA UE

mercoledì 6 novembre 2013

I revisori dei conti rifiutano di certificare il bilancio della UE per la diciannovesima volta.

Molti italiani sono all'oscuro riguardo alla vera natura dell'Unione Europea e la cosa non deve sorprendere visto che i mezzi di informazione fanno di tutto per censurare ogni notizia che possa mettere in cattiva luce questa istituzione antidemocratica e autoritaria.

Per questo motivo molti ignorano il fatto che i revisori dei conti per il diciannovesimo anno consecutivo si sono rifiutati di certificare il bilancio dell'Unione Europea per via delle troppe frodi e della mancanza di trasparenza riguardo il modo in cui i fondi comunitari vengono spesi.

Mentre gli italiani sono massacrati e portati alla disperazione da misure lacrime e sangue imposte dai burocrati comunitari una montagna di soldi continua a essere pagata in eccesso per via di questi errori di bilancio dovuti principalmente a frodi e truffe che riguardano tutte le aree di spesa.

I parenti di coloro che si sono suicidati per via dell'austerita' sarebbero sicuramente indignati se sapessero che il 7,9% dei 15 miliardi di euro spesi per l'agricoltura sono stati spesi per sbaglio e che tale errore e' costato la bellezza di 1 miliardo di euro oppure che 6,8% dei 40,7 miliardi di euro spesi per le politiche regionali, trasporto e energia sono stati anch'essi spesi per sbaglio e che tale errore e' costato piu' di 2 miliardi di euro.

In poche parole almeno tre miliardi di euro sono stati rubati lo scorso anno e probabilmente il vero ammontare e' molto piu' alto ma visto la mancanza di trasparenza e' impossibile sapere di quanto e questi sono tutti soldi che i contribuenti pagano con le loro tasse.

Il fatto che questa situazione va avanti da almeno 19 anni dimostra il livello di corruzione dell'Unione Europea nonche' la malafede di molti giornalai servi di questo regime che osano nascondere la verita' agli italiani su come i burocrati comunitari stanno succhiando loro il sangue.

Per questo motivo sarebbe opportuno che l'Italia uscisse dalla UE al piu' presto possibile.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra.


ANCHE QUEST'ANNO - IL 19° CONSECUTIVO! - I REVISORI DEI CONTI SI SONO RIFIUTATI DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

frodi   truffe   UE   agricoltura   politiche regionali   energia  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua
 
CONFINDUSTRIA ATTACCA LE SANZIONI UE ALLA RUSSIA: 4 MILIARDI DI EURO DI MANCATO EXPORT DANNI GRAVISSIMI ALLE PMI. BASTA!

CONFINDUSTRIA ATTACCA LE SANZIONI UE ALLA RUSSIA: 4 MILIARDI DI EURO DI MANCATO EXPORT DANNI

martedì 6 novembre 2018
La Confindustria scende in campo contro le sanzioni alla Russia: penalizzano le imprese e l'export italiano. Eppure, nonostante le sanzioni il mercato russo "continua a essere strategico" per le
Continua
IN DANIMARCA IL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (COME IL PD IN ITALIA) VOTA INSIEME AI NAZIONALISTI E FERMA L'IMMIGRAZIONE

IN DANIMARCA IL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (COME IL PD IN ITALIA) VOTA INSIEME AI NAZIONALISTI E

lunedì 5 novembre 2018
LONDRA - In Italia non passa giorno che i giornali di regime ripetano fino alla nausea che la popolazione invecchia e quindi c'e' bisogno di far arrivare piu' immigrati per coprire i posti lasciati
Continua
 
INCHIESTA SU TUTTO IL DEBITO PUBBLICO (ESPLICITO + IMPLICITO): ITALIA 57% GERMANIA 149% FRANCIA 291% MEDIA EUROZONA 266%

INCHIESTA SU TUTTO IL DEBITO PUBBLICO (ESPLICITO + IMPLICITO): ITALIA 57% GERMANIA 149% FRANCIA

lunedì 5 novembre 2018
Ai lacchè nostrani degli oligarchi ue, il periodo dice decisamente male: lo spread rimane stabilmente entro limiti accettabili; la borsa cresce; le banche italiane superano brillantemente gli
Continua
ARRIVANO I BENEFICI CONCRETI DELLA BREXIT: FORTE TAGLIO  DELLE TASSE, AUMENTO SPESA SANITARIA, DIFESA, AIUTO AI POVERI

ARRIVANO I BENEFICI CONCRETI DELLA BREXIT: FORTE TAGLIO DELLE TASSE, AUMENTO SPESA SANITARIA,

martedì 30 ottobre 2018
LONDRA - Finalmente ai contribuenti britannici arriva il bonus della Brexit: cosi' il quotidiano conservatore "The Telegraph" titola oggi martedi' 30 ottobre la sua prima pagina quasi interamente
Continua
 
OGGI L'ASSIA AL VOTO: SE STASERA CDU E SPD SCONFITTI DALLA DESTRA, IL GOVERNO MERKEL CADE E NUOVE ELEZIONI IN GERMANIA

OGGI L'ASSIA AL VOTO: SE STASERA CDU E SPD SCONFITTI DALLA DESTRA, IL GOVERNO MERKEL CADE E NUOVE

domenica 28 ottobre 2018
Si tengono oggi in Assia le elezioni per il rinnovo del parlamento del Land, che la stampa tedesca definisce "decisive" per la tenuta dalla Grande coalizione al governo della Germania dal marzo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL BRITANNICO TELEGRAPH: ''LA BCE STA VIOLANDO I TRATTATI, DOVREBBE ESSERE PORTATA DAVANTI ALLA CORTE EUROPEA''

IL BRITANNICO TELEGRAPH: ''LA BCE STA VIOLANDO I TRATTATI, DOVREBBE ESSERE PORTATA DAVANTI ALLA
Continua

 
130 BANCHE EUROPEE SOTTO INDAGINE DELLA BCE. DRAGHI: ''SE SI SAPESSERO LE CONDIZIONI DELLE GRANDI BANCHE SAREBBE PANICO''

130 BANCHE EUROPEE SOTTO INDAGINE DELLA BCE. DRAGHI: ''SE SI SAPESSERO LE CONDIZIONI DELLE GRANDI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!