45.106.975
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANCHE QUEST'ANNO - IL 19° CONSECUTIVO! - I REVISORI DEI CONTI SI SONO RIFIUTATI DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA UE

mercoledì 6 novembre 2013

I revisori dei conti rifiutano di certificare il bilancio della UE per la diciannovesima volta.

Molti italiani sono all'oscuro riguardo alla vera natura dell'Unione Europea e la cosa non deve sorprendere visto che i mezzi di informazione fanno di tutto per censurare ogni notizia che possa mettere in cattiva luce questa istituzione antidemocratica e autoritaria.

Per questo motivo molti ignorano il fatto che i revisori dei conti per il diciannovesimo anno consecutivo si sono rifiutati di certificare il bilancio dell'Unione Europea per via delle troppe frodi e della mancanza di trasparenza riguardo il modo in cui i fondi comunitari vengono spesi.

Mentre gli italiani sono massacrati e portati alla disperazione da misure lacrime e sangue imposte dai burocrati comunitari una montagna di soldi continua a essere pagata in eccesso per via di questi errori di bilancio dovuti principalmente a frodi e truffe che riguardano tutte le aree di spesa.

I parenti di coloro che si sono suicidati per via dell'austerita' sarebbero sicuramente indignati se sapessero che il 7,9% dei 15 miliardi di euro spesi per l'agricoltura sono stati spesi per sbaglio e che tale errore e' costato la bellezza di 1 miliardo di euro oppure che 6,8% dei 40,7 miliardi di euro spesi per le politiche regionali, trasporto e energia sono stati anch'essi spesi per sbaglio e che tale errore e' costato piu' di 2 miliardi di euro.

In poche parole almeno tre miliardi di euro sono stati rubati lo scorso anno e probabilmente il vero ammontare e' molto piu' alto ma visto la mancanza di trasparenza e' impossibile sapere di quanto e questi sono tutti soldi che i contribuenti pagano con le loro tasse.

Il fatto che questa situazione va avanti da almeno 19 anni dimostra il livello di corruzione dell'Unione Europea nonche' la malafede di molti giornalai servi di questo regime che osano nascondere la verita' agli italiani su come i burocrati comunitari stanno succhiando loro il sangue.

Per questo motivo sarebbe opportuno che l'Italia uscisse dalla UE al piu' presto possibile.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra.


ANCHE QUEST'ANNO - IL 19° CONSECUTIVO! - I REVISORI DEI CONTI SI SONO RIFIUTATI DI CERTIFICARE IL BILANCIO DELLA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

frodi   truffe   UE   agricoltura   politiche regionali   energia  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
 
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI

martedì 14 marzo 2017
PARIGI - Il tema del rifiuto sempre più vasto e profondo da parte degli italiani nei confronti della Ue è assente dalla stampa nazionale, come fosse una questione marginale.
Continua
VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE EUROPEA

VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE

martedì 14 marzo 2017
AMSTERDAM - "Il mio idolo - ha detto in un'occasione - è Oriana Fallaci: capì il pericolo musulmano". Classe 1963, cattolico di formazione, nemico dell'immigrazione selvaggia, degli
Continua
 
SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA (ANALISTI FINAZIARI GLOBALI)

SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA

lunedì 13 marzo 2017
Se Marine Le Pen dovesse vincere le elezioni presidenziali francesi di aprile e maggio, i mercati reagirebbero con un picco di volatilità per gli asset francesi dovuto all'incertezza e un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL BRITANNICO TELEGRAPH: ''LA BCE STA VIOLANDO I TRATTATI, DOVREBBE ESSERE PORTATA DAVANTI ALLA CORTE EUROPEA''

IL BRITANNICO TELEGRAPH: ''LA BCE STA VIOLANDO I TRATTATI, DOVREBBE ESSERE PORTATA DAVANTI ALLA
Continua

 
130 BANCHE EUROPEE SOTTO INDAGINE DELLA BCE. DRAGHI: ''SE SI SAPESSERO LE CONDIZIONI DELLE GRANDI BANCHE SAREBBE PANICO''

130 BANCHE EUROPEE SOTTO INDAGINE DELLA BCE. DRAGHI: ''SE SI SAPESSERO LE CONDIZIONI DELLE GRANDI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!