46.533.452
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MIGLIOR ALLEATO DEL CANCRO DA FUMO? IL GOVERNO LETTA, PAROLA DI VERONESI: ''REMA CONTRO LE E-CIGARETTES PER FARE CASSA''

martedì 5 novembre 2013

MILANO – ''Se tutti coloro che fumano sigarette tradizionali si mettessero a fumare sigarette senza tabacco, salveremmo almeno 30 mila vite all'anno in Italia e 500 milioni nel mondo''. Umberto Veronesi e' incontenibile e sulla possibilita' di utilizzo dell'e-cigarette accusa il governo di ''remare contro''.

''Il dibattito sulla sigaretta tobacco-free – afferma l'oncologo milanese nel corso dell'incontro con i giornalisti per presentare i risultati di uno studio pilota sull'utilizzo dell' e-cig – si e' concentrato soprattutto sul mercato: chi le deve vendere, quali interessi nascondono e se lo Stato ci deve o ci puo' guadagnare. Pochi si sono soffermati sul cuore della questione: la salute dei cittadini. Le centinaia di morti quotidiane dovute al tabacco vengono ignorate ed e' ignorato il loro dolore. Addirittura il nostro Stato, attraverso il Monopolio sui pacchetti di sigarette, lucra su questa tragedia invece di combatterla con ogni mezzo che la ricerca scientifica mette a disposizione''. E ''il governo – continua Veronesi - rema contro, avendo messo una imposta del 60% sulle sigarette elettroniche, imposta che ha fatto sparire dal mercato moltissimi produttori. Non e' la moda della e-cig – precisa – che si e' sgonfiata, e' la tassazione che ha fatto chiudere i negozi''.

Per il direttore dell'Ieo, ''certo, lo Stato crede di guadagnarci di piu' con le sigarette tradizionali, senza pensare che, al contrario, ogni anno spende tre miliardi di euro per curare i 50 mila tumori che si sviluppano in Italia a causa del fumo''. Invece, secondo Veronesi, bisognerebbe diffondere fra i fumatori una e-cig, certamente super controllata nei suoi parametri principali, per evitare che chiunque possa utilizzare sostanze e aromi senza alcun controllo. In alcuni Paesi questi dispositivi sono attualmente vietati. Nell'Unione Europea la situazione e' complessa e vi e' una sostanziale difformita' tra i vari Paesi: mentre in alcuni e' allo studio una possibile regolamentazione, in altri casi (ad esempio Belgio e Danimarca) le tobacco-free-cigarette sono considerati prodotti farmaceutici e come tali sottoposti alle agenzie regolatorie. ''Ho incontrato il ministro Lorenzin, che ho trovato entusiasta della e-cig, qualche giorno fa – ha detto Veronesi - e le ho chiesto di impegnarsi a diffondere questa sigaretta. La rivedro' lunedi' e gliene parlero' di nuovo'', anche alla luce dei risultati presentati oggi all'Ieo. (ANSA)


MIGLIOR ALLEATO DEL CANCRO DA FUMO? IL GOVERNO LETTA, PAROLA DI VERONESI: ''REMA CONTRO LE E-CIGARETTES PER FARE CASSA''




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'UNIONE EUROPEA CONFERMA: ITALIA A ROTOLI. UNA DOMANDA A LETTA: CON QUESTE NOTIZIE SIAMO PIU' POPULISTI O DISFATTISTI?

L'UNIONE EUROPEA CONFERMA: ITALIA A ROTOLI. UNA DOMANDA A LETTA: CON QUESTE NOTIZIE SIAMO PIU'
Continua

 
SACCOMANNI ANNUNCIA CHE LA SECONDA RATA DELL'IMU ''SARA' DIFFICILE NON PAGARLA'' (GLI HANNO SUGGERITO GLI OLIGARCHI UE)

SACCOMANNI ANNUNCIA CHE LA SECONDA RATA DELL'IMU ''SARA' DIFFICILE NON PAGARLA'' (GLI HANNO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!