73.717.260
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

VI ERAVATE SCORDATI LA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA? TRA POCO DECIDERA' SE LA GERMANIA ADERIRA' AI SALVATAGGI DI STATI

martedì 29 ottobre 2013

BERLINO - Messe da parte le elezioni generali tedesche, con una coalizione di larghe intese tra Socialisti e il partito al Governo di Angela Merkel, il CDU, che dovrebbe prendere forma nei prossimi giorni, l'attenzione dei mercati si sposta sulla decisione della Corte costituzionale tedesca sulla regolarità e effettiva legalità del piano di salvataggio degli Stati dell'area euro in difficoltà varato da Mario Draghi.

Gli scenari che potrebbero apririsi sono diversi. In caso di responso negativo, il verdetto sul piano della Bce, che va sotto il nome di OMT (Outright Monetary Transactions), potrebbe addirittura spingere la Germania a lasciare l'Unione Europea. Questo è un caso limite, ma non va escluso a priori e potrebbe presto riempire i titoli delle prime pagine dei giornali.

Una decisione di questo tipo finirebbe per impedire alla Bundesbank di partecipare al programma di acquisto di titoli di Stato dei paesi in difficoltà, vincolando il Parlamento tedesco. Ma è l'ipotesi giudicata più improbabile.

Prima di analizzare i tre scenari che sono invece più probabili, vale la pena sottolineare che la corte costituzionale tedesca non ha potere giurisdizionale sulle azioni della Bce, bensì solo su quelle della Germania. 

Prima ipotesi: i giudici rimandano il caso alla Corte di Giustizia europea. Seconda: approvano il programma ma impongono alcuni paletti. Non trovano nulla di sbagliato nel piano di Draghi, che potrà quindi tirare un sospiro di sollievo.

Se viene chiamata in causa, la corte europea si esprimerà quasi certamente in favore del piano. Se la Germania l'approva, anche se imponendo delle condizioni, allora potrebbe causare un po' di frizioni perché la Bce potrebbe essere influenzata. Questo va contro il mandato di indipendenza dell'istituto centrale di Francoforte. 

Quello che potrebbe succedere è che spetterà agli stati membri rivedere e rivotare il piano. Ciò non farebbe che ritardare l'avvio del programma. 

Il bazooka di Draghi non ha ancora sparato i pimi colpi, perciò è presto per dire con certezza se è uno strumento di cui la Bce potrà effettivamente servirsi.

L'attesa e i titoli di agenzia finiranno per avere un impatto sull'euro, ma in tutti i modi l'esito dovrebbe essere favorevole alla stabilità dell'Eurozona. (WSI)


VI ERAVATE SCORDATI LA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA? TRA POCO DECIDERA' SE LA GERMANIA ADERIRA' AI SALVATAGGI DI STATI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'EURO E' IL CANCRO CHE STA UCCIDENDO ITALIA E EUROPA. MA E' UN CANCRO CHE LA THATCHER INDIVIDUO' E SALVO' L'INGHILTERRA

L'EURO E' IL CANCRO CHE STA UCCIDENDO ITALIA E EUROPA. MA E' UN CANCRO CHE LA THATCHER INDIVIDUO' E
Continua

 
VITTORIA DEL CORAGGIO / L'UNGHERIA AUMENTA LE PENSIONI! (DOPO AVER CACCIATO L'FMI E PAGATI I DEBITI INTERNAZIONALI)

VITTORIA DEL CORAGGIO / L'UNGHERIA AUMENTA LE PENSIONI! (DOPO AVER CACCIATO L'FMI E PAGATI I DEBITI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »