75.146.890
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'80% DEGLI ITALIANI VEDE NERO (PER IL FUTURO) E IL RAPPORTO TRA CHI STA MEGLIO E CHI STA PEGGIO E' 1 CONTRO 40.

martedì 29 ottobre 2013

Milano - In due anni e' passata dal 18 al 26 la percentuale di chi e' direttamente colpito dalla crisi meconomica. Meno di un cittadino su 4 e' fiducioso sul futuro dell'Italia. Cresce il pessimismo tra i giovani. E crolla dal 70 al 29 per cento la fiducia degli italiani nel "mattone".

Nel 2013 le famiglie colpite direttamente dalla crisi, ossia nei percettori di reddito del nucleo familiare, sono il 30 per cento, con un incremento di 4 punti percentuali rispetto al 2012 (erano il 26%).

Sono inoltre il 26 per cento, percentuale uguale a quella del 2012, le famiglie che segnalano un serio peggioramento del proprio tenore di vita (erano il 21 per cento nel 2011 e il 18 per cento nel 2010), mentre quasi la meta' degli intervistati (il 47 per cento, erano il 46 nel 2012) dichiara di avere difficolta' a mantenere il proprio tenore di vita.

Un italiano su quattro (come nel 2012) pensa di poterlo mantenere con facilita' e solo il 2 per cento, cioe' 1 italiano su 50, dichiara di aver sperimentato un miglioramento del proprio tenore di vita nel corso degli ultimi dodici mesi: nel 2010 erano il 6 per cento, nel 2011 il 5 per cento, nel 2012 il 3 per cento.

A fronte di oltre 40 milioni di Italiani che registrano un peggioramento della propria situazione economica, circa 1 milione di Italiani sta meglio di prima.

Tra coloro che si sono trovati in maggiore difficolta' rispetto al passato quest'anno ci sono i lavoratori direttivi (dirigenti, manager, professionisti e imprenditori): il 24 per cento di essi ha subito un peggioramento (era il 20 per cento nel 2012).

Sempre molto difficile e' la situazione dei disoccupati e in peggioramento quella dei pensionati (ha sperimentato difficolta' o peggioramenti il 68% di loro, contro il 65% del 2012). Solo in pochi indirizzano il risparmio verso forme di previdenza complementare: vi e' iscritto solo il 24 per cento dei lavoratori ancora attivi, anche se ben il 79 per cento di loro pensa che la riforma delle pensioni abbia aumentato il bisogno di aderire a un fondo pensione.

Sul campione dell'intera popolazione italiana adulta la quota di Italiani che dichiarano di aver sottoscritto assicurazioni sulla vita/fondi pensione e' del 19 per cento ed e' costante rispetto al 2012 come quella dei possessori di certificati di deposito e obbligazioni (10 per cento); salgono lievemente i possessori di fondi comuni di investimento (12 per cento), crescono ancora i possessori di libretti risparmio (23 per cento), risultano in discesa i possessori di azioni (dall'8 al 7 per cento) e di titoli di Stato (dal 9 al 7per cento) dopo il ridimensionamento dei rendimenti.

Stabilmente elevata e' la preferenza degli Italiani per la liquidita': riguarda 2 italiani su 3; inoltre chi investe lo fa solo con una parte minore dei propri risparmi.

Se anziche' di investimenti effettuati si parla di investimento ideale, colpisce come continui il crollo della preferenza degli Italiani per il 'mattone'. Se nel 2006 la percentuale che vedeva nel mattone l'investimento ideale era il 70 per cento e nel 2010 il 54, nel 2011 e' scesa al 43, nel 2012 al 35 fino all'attuale 29 per cento: il dato di gran lunga piu' basso dal 2001.

La preferenza per gli immobili scende ovunque nella penisola, ma e' nel Sud e Isole che registra il calo piu' marcato, dal 37% al 28%. Aumenta il numero - raggiungendo il nuovo massimo storico del 34% - di coloro che reputano questo il momento di investire negli strumenti ritenuti piu' sicuri (risparmio postale, obbligazioni e titoli di Stato), soprattutto nel Nord Ovest.

L'indagine mostra che continua a crescere la fiducia sulle prospettive future dell'economia europea, con i fiduciosi attestati al 37 per cento e i pessimisti al 23 per cento, e nell'economia mondiale; mentre diminuisce quella nel Paese: meno di 1 italiano su 4 e' fiducioso sul futuro dell'Italia (24 per cento), 1 su 2 e' sfiduciato (47 per cento), il 24 ritiene che la situazione rimarra' inalterata, il 5% non sa cosa pensare. Gli sfiduciati sopravanzano quindi di 23 punti percentuali i fiduciosi; lo scorso anno, invece, la distanza era minima (5 punti percentuali).

(DIRE)


L'80% DEGLI ITALIANI VEDE NERO (PER IL FUTURO) E IL RAPPORTO TRA CHI STA MEGLIO E CHI STA PEGGIO E' 1 CONTRO 40.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE PRIMARIE (PD) DELLA BANANA FRITTA: SOLO IL 15% DI CHI VOTA PARTITO DEMOCRATICO VI PARTECIPERA' (RENZI FAVORITO)

LE PRIMARIE (PD) DELLA BANANA FRITTA: SOLO IL 15% DI CHI VOTA PARTITO DEMOCRATICO VI PARTECIPERA'
Continua

 
ALL'ITALIA SERVE UNA SIGNORA THATCHER.  ADESSO!

ALL'ITALIA SERVE UNA SIGNORA THATCHER. ADESSO!


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GALLERA: MESSAGGIO DEVASTANTE DEL VIMINALE, TENETE CASA I VOSTRI

1 aprile - ''Quello che e' successo ieri e' molto grave. Questa circolare del
Continua

ISTITUTO MARIO NEGRI: TRA POCHISSIMO TROVEREMO UNA CURA PER I

31 marzo - ''Se riusciamo a capire di più di questa polmonite, che non è come le
Continua

IL CORONAVIRUS STA MIETENDO ANZIANI E PERSONE COMUNQUE GIA' MALATE.

31 marzo - ''La fascia di eta' che paga il tributo piu' alto e' quella degli uomini
Continua

CONFINDUSTRIA: ECONOMIA COLPITA AL CUORE. INTERVENTI MASSICCI O E'

31 marzo - MILANO - ''Economia italiana colpita al cuore''. Il Centro studi
Continua

DIRETTORE POLICLINICO: OSPEDALE FIERA HA 200 POSTI, 28 PRONTI NEL

31 marzo - MILANO - L'ospedale realizzato all'interno della Fiera di Milano al
Continua

GALLERA: ABBIAMO CIRCA 250 VENTILATORI PER OSPEDALE IN FIERA, MANCA

31 marzo - L'ospedale destinato ai pazienti con coronavirus alla Fiera di Milano
Continua

MELONI: CRISI METTE IN LUCE LA VERA NATURA DELLE COSE: LA UE NON

31 marzo - Per il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ''l'Europa sta
Continua

GALLERA: DA LUNEDI' PROSSIMO PRIMI 12-24 RICOVERI NELL'OSPEDALE IN

31 marzo - MILANO - Lunedi' nel nuovo ospedale realizzato alla Fiera di Milano per
Continua

I DATI NAZIONALI CONFERMANO IL CALO DELL'EPIDEMIA (DATI DI OGGI -

30 marzo - Superata la soglia psicologica dei 100 mila casi di coronavirus in
Continua

IN CINA, 31 CASI NUOVI IN TUTTO DI COV-19: 30 ARRIVATI DALL'ESTERO,

30 marzo - In Cina sono stati registrati 31 casi di coronavirus, 30 importati e uno
Continua

ANCHE GENTILONI AMMETTE: SE CON QUESTA CRISI AUMENTANO DIFFERENZE,

30 marzo - ll commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni, ospite di ''Circo
Continua

GALLERA: NEGLI ULTIMI 4 GIORNI E' CAMBIATO MOLTO. MENO CASI E MENO

30 marzo - MILANO - ''In Lombardia stiamo notando una flessione nel numero dei casi
Continua

FALSO VOLANTINO DEL MINISTERO DELL'INTERNO SU PRESUNTI CONTROLLI A

29 marzo - MILANO - Un falso volantino attribuito al Ministero dell'Interno sulla
Continua

GIORGIA MELONI: I 5STELLE SI INDIGNANO PER LA LEYEN? L'HANNO ELETTA

29 marzo - ''I cinquestelle sono indignati per le parole della presidente della
Continua

2.063 MILANESI IMBECILLI A ZONZO PER MILANO FERMATI DALLE FORZE

29 marzo - MILANO - Nella giornata di ieri a Milano sono state controllate 6.434
Continua

SALVINI: LA UE SI PRENDE 15 GIORNI PER DECIDERE CHE FARE? ANDATE A

27 marzo - Il segretario federale della Lega, Matteo Salvini, ha commentato l'esito
Continua

BORIS JOHNSON E' POSITIVO AL COV19 E HA SINTOMI LIEVI

27 marzo - LONDRA - ''Nelle ultime 24 ore ho sviluppato sintomi lievi e sono
Continua

FONTANA: GLI SCIENZIATI AL PAZIENTE 1 BATTIBECCARONO, INVECE DI

27 marzo - ''Gli scienziati da noi dopo al notizia del paziente 1 non hanno fatto
Continua

FONTANA: ANCHE CON DATI DI IERI, CONFERMATA STABILIZZAZIONE EPIDEMIA

27 marzo - L'incremento dei contagi registrati ieri in Lombardia dovrebbe essere
Continua

TAJANI: LA UE PAVIDA CHE SI E' VISTA IERI SARA' TRAVOLTA DAL

27 marzo - ''Un'Europa pavida, come quella che si e' vista ieri, sara' travolta dal
Continua
Precedenti »