72.715.575
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE SOFFERENZE BANCARIE (CREDITI NON INCASSATI) SONO AUMENTATE DEL 251% DAL 2007 E SONO ORMAI PARI ALL'81% DEI CAPITALI

giovedì 24 ottobre 2013

MILANO - Crescono i crediti dubbi (sofferenze, incagli, ristrutturati e scaduti) delle banche italiane: a fine 2007 erano il 2,7% dei crediti totali mentre quest'anno sono arrivati al 9,5%, +251% da inizio crisi. Lo affermano dati dell'Ufficio studi Mediobanca: la loro quota sul capitale netto delle banche e' arrivata all'81%. 

E' boom di crediti dubbi per il sistema bancario italiano: i dati contenuti nel rapporto dell'Ufficio Studi di Mediobanca su 'Le principali societa' italiane' parlano chiaro: nell'arco del settennato compreso tra il 2005 e il 2012 i crediti dubbi (vale a dire l'insieme di sofferenze e incagli sia ristrutturati che scaduti) in portafoglio delle banche italiane sono aumentati della percentuale record del 188.9%.

Calcolatrice alla mano, la crescita media annua dal 2005 allo scorso anno e' stata pari al 16,4%.

E' vero che nello stesso arco di tempo la massa di crediti concessi dal sistema bancario alla clientela e' aumentata del 29,4%, per un tasso di crescita medio anno del 3,7%. Ma e' altrettato vero che la percentuale dei crediti dubbi sul totale del crediti e' passata dal 3,9% registrato nel 2005 all'8,7% del 2012.

Risultato: i cosiddetti crediti 'in bonis' hanno segnato nello stesso periodo una crescita inferiore rispetto a quella dei crediti complessivi: il 3% all'anno contro il 3,7%. Questi dati sono relativi all'aggregato del sistema bancario italiano. Il rapporto Mediobanca si sofferma sulle differenze che caratterizzano le varie tipologie di banche sul fronte della concessione del credito. Gli istituti con prevalente raccolta a breve (ossia le banche commerciali diverse dalle popolari e dalle Bcc) hanno accresciuto dal 2005 i crediti verso la clientela del 2,1% medio annuo (quindi meno rispetto al 3,7% dell'aggregato), fornendo 179 dei 447 mld netti affluiti all'economia (40,0%), nonostante queste banche rappresentino il 67,7% dello stock di finanziamenti alla clientela in essere a fine 2012.

I crediti dubbi sono aumentati in media del 13,6% (anch'essi sotto il 16,4% medio dell'aggregato). L'incidenza di questi ultimi sui crediti complessivi e' in linea con il sistema, attestandosi nel 2012 all'8,5% dal 4% del 2005. Da segnalare la regressione dei crediti complessivi alla clientela nel 2012, -2,1% sul 2011 (piu' del -1,8% dell'aggregato), su livelli complessivi (1.333,7 mld.) che restano del 5,4% al di sotto del massimo di fine 2008 (1.409,1 mld.). Le banche popolari che partivano nel 2005 da un'incidenza dei crediti dubbi inferiore al sistema (3,6% contro 3,9%) si attestano nel 2012 ad un livello superiore (10,1% contro 8,7%).

Mostrano dal 2005 un piu' elevato tasso di crescita dei crediti alla clientela (+8,3% medio annuo, 74,9% il cumulato), con un saldo netto nel periodo pari a 179 mld, identico a quello delle banche commerciali (il 40% della variazione netta del sistema, pur rappresentando esse il 21,3% dello stock di erogato complessivo a fine 2012). Hanno 'pagato' questa politica di finanziamento con una superiore crescita dei crediti dubbi (+25,5% su base annua, +390,3% il cumulato). Quanto, infine, alle banche di credito cooperativo (Bcc), anch'esse scontano una maggiore prossimita' alla clientela, segnando un aumento dei crediti erogati pari al 7,1% medio annuo dal 2005 (+61,6% il cumulato). L'incidenza dei crediti dubbi, cresciuti in media del 19,6%, sul totale si e' fissata al 10,6% nel 2012 ed e' stato storicamente sempre superiore a quella del sistema. (ASCA - ANSA)


LE SOFFERENZE BANCARIE (CREDITI NON INCASSATI) SONO AUMENTATE DEL 251% DAL 2007 E SONO ORMAI PARI ALL'81% DEI CAPITALI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
POPOLARE DI MILANO E MONTE PASCHI DI SIENA FALLIRANNO (O ANDRANNO RICAPITALIZZATE, MA DA CHI?) PREVEDE GOLDMAN SACHS

POPOLARE DI MILANO E MONTE PASCHI DI SIENA FALLIRANNO (O ANDRANNO RICAPITALIZZATE, MA DA CHI?)
Continua

 
IL CODACONS SBUGIARDA L'ISTAT (CHE DIVULGA DATI FITTIZI SULL'AUMENTO DELLE VENDITE IN AGOSTO). IN VERITA', SONO CALATE.

IL CODACONS SBUGIARDA L'ISTAT (CHE DIVULGA DATI FITTIZI SULL'AUMENTO DELLE VENDITE IN AGOSTO). IN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua

CONTE NON HA RISPETTATO LA COSTITUZIONE SUL MES. DEVE DIMETTERSI

28 novembre - ''Noi abbiamo dato ogni tipo di mandato affinche' cio' non avvenisse''.
Continua

FOTOGRAFO TOSCANI CONDANNATO A MILANO PER DIFFAMAZIONE DI MATTEO

27 novembre - La Corte d'Appello di Milano ha confermato la condanna a 8 mila euro di
Continua
Precedenti »