89.492.554
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE SOFFERENZE BANCARIE (CREDITI NON INCASSATI) SONO AUMENTATE DEL 251% DAL 2007 E SONO ORMAI PARI ALL'81% DEI CAPITALI

giovedì 24 ottobre 2013

MILANO - Crescono i crediti dubbi (sofferenze, incagli, ristrutturati e scaduti) delle banche italiane: a fine 2007 erano il 2,7% dei crediti totali mentre quest'anno sono arrivati al 9,5%, +251% da inizio crisi. Lo affermano dati dell'Ufficio studi Mediobanca: la loro quota sul capitale netto delle banche e' arrivata all'81%. 

E' boom di crediti dubbi per il sistema bancario italiano: i dati contenuti nel rapporto dell'Ufficio Studi di Mediobanca su 'Le principali societa' italiane' parlano chiaro: nell'arco del settennato compreso tra il 2005 e il 2012 i crediti dubbi (vale a dire l'insieme di sofferenze e incagli sia ristrutturati che scaduti) in portafoglio delle banche italiane sono aumentati della percentuale record del 188.9%.

Calcolatrice alla mano, la crescita media annua dal 2005 allo scorso anno e' stata pari al 16,4%.

E' vero che nello stesso arco di tempo la massa di crediti concessi dal sistema bancario alla clientela e' aumentata del 29,4%, per un tasso di crescita medio anno del 3,7%. Ma e' altrettato vero che la percentuale dei crediti dubbi sul totale del crediti e' passata dal 3,9% registrato nel 2005 all'8,7% del 2012.

Risultato: i cosiddetti crediti 'in bonis' hanno segnato nello stesso periodo una crescita inferiore rispetto a quella dei crediti complessivi: il 3% all'anno contro il 3,7%. Questi dati sono relativi all'aggregato del sistema bancario italiano. Il rapporto Mediobanca si sofferma sulle differenze che caratterizzano le varie tipologie di banche sul fronte della concessione del credito. Gli istituti con prevalente raccolta a breve (ossia le banche commerciali diverse dalle popolari e dalle Bcc) hanno accresciuto dal 2005 i crediti verso la clientela del 2,1% medio annuo (quindi meno rispetto al 3,7% dell'aggregato), fornendo 179 dei 447 mld netti affluiti all'economia (40,0%), nonostante queste banche rappresentino il 67,7% dello stock di finanziamenti alla clientela in essere a fine 2012.

I crediti dubbi sono aumentati in media del 13,6% (anch'essi sotto il 16,4% medio dell'aggregato). L'incidenza di questi ultimi sui crediti complessivi e' in linea con il sistema, attestandosi nel 2012 all'8,5% dal 4% del 2005. Da segnalare la regressione dei crediti complessivi alla clientela nel 2012, -2,1% sul 2011 (piu' del -1,8% dell'aggregato), su livelli complessivi (1.333,7 mld.) che restano del 5,4% al di sotto del massimo di fine 2008 (1.409,1 mld.). Le banche popolari che partivano nel 2005 da un'incidenza dei crediti dubbi inferiore al sistema (3,6% contro 3,9%) si attestano nel 2012 ad un livello superiore (10,1% contro 8,7%).

Mostrano dal 2005 un piu' elevato tasso di crescita dei crediti alla clientela (+8,3% medio annuo, 74,9% il cumulato), con un saldo netto nel periodo pari a 179 mld, identico a quello delle banche commerciali (il 40% della variazione netta del sistema, pur rappresentando esse il 21,3% dello stock di erogato complessivo a fine 2012). Hanno 'pagato' questa politica di finanziamento con una superiore crescita dei crediti dubbi (+25,5% su base annua, +390,3% il cumulato). Quanto, infine, alle banche di credito cooperativo (Bcc), anch'esse scontano una maggiore prossimita' alla clientela, segnando un aumento dei crediti erogati pari al 7,1% medio annuo dal 2005 (+61,6% il cumulato). L'incidenza dei crediti dubbi, cresciuti in media del 19,6%, sul totale si e' fissata al 10,6% nel 2012 ed e' stato storicamente sempre superiore a quella del sistema. (ASCA - ANSA)


LE SOFFERENZE BANCARIE (CREDITI NON INCASSATI) SONO AUMENTATE DEL 251% DAL 2007 E SONO ORMAI PARI ALL'81% DEI CAPITALI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
POPOLARE DI MILANO E MONTE PASCHI DI SIENA FALLIRANNO (O ANDRANNO RICAPITALIZZATE, MA DA CHI?) PREVEDE GOLDMAN SACHS

POPOLARE DI MILANO E MONTE PASCHI DI SIENA FALLIRANNO (O ANDRANNO RICAPITALIZZATE, MA DA CHI?)
Continua

 
IL CODACONS SBUGIARDA L'ISTAT (CHE DIVULGA DATI FITTIZI SULL'AUMENTO DELLE VENDITE IN AGOSTO). IN VERITA', SONO CALATE.

IL CODACONS SBUGIARDA L'ISTAT (CHE DIVULGA DATI FITTIZI SULL'AUMENTO DELLE VENDITE IN AGOSTO). IN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA LOMBARDIA DEVE STARE IN ZONA ARANCIONE, I DATI LO DIMOSTRANO

22 gennaio - ''La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i
Continua

SALA PARAGONA LA THUNBERG AD ANNE FRANK DEPORTATA AD AUSCHWITZ, NON

22 gennaio - ''Paragonare Greta Thunberg ad Anne Frank e' un oltraggio alla memoria.
Continua

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua
Precedenti »