67.670.479
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TROVATA LA ''SOLUZIONE FINALE'' DELLA CRISI IN SPAGNA: PER RISOLVERE IL DISASTRO DEI CONTI, ANDARE IN PENSIONE DA MORTI!

lunedì 21 ottobre 2013

MADRID  - Il limite per l'eta' pensionabile in Spagna "va elevato nel minor tempo possibile a 70 anni e bisogna avere almeno 40 anni di contributi per ottenere la pensione piena". La proposta e' di Jose' Luis Feito, presidente dell'Istituto di Studi Economici (IEE) - centro pensante della Confederazione degli imprenditori (CEOC) - e presidente della Commissione economia del patronato degli industriali. In una conferenza stampa sul bilancio statale, Feito ha evidenziato che il prossimo anno la spesa subira' un aumento del 4,9%, un dato ritenuto "insostenibile".

"L'invecchiamento - ha sostenuto cresce in modo molto rapido e le nuove pensioni sono superiori alla media. Per questo occorre una riforma da attuare nel minor tempo possibile". Da quest'anno l'eta' pensionabile per gli spagnoli e' stata elevata da 61 a 65 anni in quanto e' entrata in vigore la riforma del sistema pensionistico approvata nel 2011 dal Governo di Zapatero. A regime limite sara' di 67 anni entro il 2027.

Per calcolare la pensione si terra' conto della contribuzione degli ultimi 16 anni, in seguito - e sempre entro il 2027 - il calcolo sara' fatto sui contributi degli ultimi 25 anni. Secondo la Banca di Spagna, nel 2017 si arrivera' a un importo piu' basso del 5% rispetto a quelli calcolati con la legge precedente. I primi ad essere interessati dagli effetti della riforma sono i nati nel 1948, per raggiungere il 65/o anno appena iniziato, mentre la riforma completa sara' applicata ai nati nel 1960, che compiranno 67 anni nel 2027.(ANSA)


TROVATA LA ''SOLUZIONE FINALE'' DELLA CRISI IN SPAGNA: PER RISOLVERE IL DISASTRO DEI CONTI, ANDARE IN PENSIONE DA MORTI!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL SOGNO DEI GIOVANI LOMBARDI NON E' IL POSTO FISSO, MA DIVENTARE IMPRENDITORI (INIZIANDO DA LIBERI PROFESSIONISTI)

IL SOGNO DEI GIOVANI LOMBARDI NON E' IL POSTO FISSO, MA DIVENTARE IMPRENDITORI (INIZIANDO DA LIBERI
Continua

 
LA UE HA DATO 478 + 136 MILIONI DI EURO ALL'ITALIA PER ''ASSISTENZA PROFUGHI E GESTIONE MIGRANTI'' (DOVE SONO FINITI?)

LA UE HA DATO 478 + 136 MILIONI DI EURO ALL'ITALIA PER ''ASSISTENZA PROFUGHI E GESTIONE MIGRANTI''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »