42.228.367
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SULLA TRATTATIVA STATO-MAFIA LA CORTE D'ASSISE DI PALERMO ORDINA A NAPOLITANO DI TESTIMONIARE (PER LO STATO?)

giovedì 17 ottobre 2013

Palermo - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sara' testimone nel processo sulla trattativa Stato-mafia soltanto in relazione alle "preoccupazioni" espresse dal suo consigliere giuridico del Quirinale, Loris D'Ambrosio, scomparso un anno fa, in una lettera del 18 giugno del 2012. Con questi limiti la Corte d'Assise di Palermo, presieduta da Alfredo Montalto, ha ammesso la testimonianza del capo dello Stato, che figura tra i 177 dei quali la Procura ha richiesto la citazione. Nella lettera, D'Ambrosio accennava a "episodi del periodo 1989-1993" e manifestava il suo "timore di essere stato aýýpra considerato un ingenuo e utile scriba di cose utili a fungere da scudo per indicibili accordi".

"La testimonianza del Presidente della Repubblica -si legge nell'ordinanza di 8 pagine emessa oggi dalla Corte d'Assise- e' espressamente prevista dall'art. 205 del codice di procedura penale che disciplina, infatti, le modalita' della sua assunzione. Tuttavia, deve tenersi conto dei limiti contenutistici che si ricavano dalla sentenza della Corte Costituzionale del 4 dicembre 2012 e, pertanto, la testimonianza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano richiesta dal pm -prosegue l'ordinanza- puo' essere ammessa nei soli limiti delle conoscenze del detto teste che, secondo quanto e' dato rilevare dalla lettura dell'articolato di prova anche sotto il profilo temporale, potrebbero esulare dalle funzioni presidenziali, pur comprendendovi in esse le 'attivita' informali0, comunque coessenziali alle prime e coperte da riservatezza di rilievo costituzionale secondo quanto si ricava dalla sentenza citata". (AGI) 

 


SULLA TRATTATIVA STATO-MAFIA LA CORTE D'ASSISE DI PALERMO ORDINA A NAPOLITANO DI TESTIMONIARE (PER LO STATO?)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FERITA NEL 2005 DA DUE ULTRA' DEL CALCIO (ARRESTATI E CONDANNATI IN SEDE PENALE) FA CAUSA PER DANNI: UDIENZA NEL 2015.

FERITA NEL 2005 DA DUE ULTRA' DEL CALCIO (ARRESTATI E CONDANNATI IN SEDE PENALE) FA CAUSA PER
Continua

 
LETTERA DI UN INNOCENTE FATTO A PEZZI DALLA GIUSTIZIA, POI ASSOLTO CON FORMULA PIENA, MA ROVINATO. (ERA CON SCAGLIA)

LETTERA DI UN INNOCENTE FATTO A PEZZI DALLA GIUSTIZIA, POI ASSOLTO CON FORMULA PIENA, MA ROVINATO.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »