75.349.358
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ALLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2014 CI SARA' UNA VERA RIVOLUZIONE: TUTTI I PARTITI CONTRO L'EURO E LA TROIKA VINCERANNO.

lunedì 14 ottobre 2013

L’affermazione del partito anti-euro in Germania, la crescita dell’estrema destra in Austria, la pressione degli eurofobi di Nigel Farage sui conservatori britannici e il disastro elettorale del partito di governo alle elezioni amministrative portoghesi a causa delle misure di rigore rappresentano una sorta di introduzione alla campagna elettorale per le elezioni europee del maggio 2014, che rischia di essere caratterizzata dai gruppi ostili all’ortodossia di Bruxelles. Ai tradizionali voti contro l’immigrazione e contro Bruxelles, che hanno alimentato le campagne euroscettiche in occasione delle precedenti elezioni, si aggiunge un voto anti-Merkel e anti-troika rafforzatosi con la crisi dell’euro e con i successivi piani di rigore. Spesso questi fronti anti-Europa si mescolano tra di loro. Da un lato gli euroscettici sono preoccupati dello sviluppo dell’immigrazione, dall’altro il rigore alimenta il rifiuto di un’Europa liberista.

Mentre i partiti di governo sono più preoccupati per elezioni nazionali che per quelle europee a scarsa partecipazione, queste forze “contro” vogliono capitalizzare i loro voti sull’elezione del 22 e del 25 maggio 2014 per rafforzare la loro influenza. Inoltre questo movimento arriva nel momento in cui il Parlamento europeo ottiene poteri più importanti, in particolare sulla scelta del presidente della Commissione. Il presidente del Partito per l’indipendenza del Regno Unito (Ukip) Nigel Farage ha fatto delle elezioni europee il suo principale obiettivo per imporsi nel Regno Unito e cambiare il rapporto di forza a Bruxelles. Questa è anche la priorità dei Veri Finlandesi o del Fronte Nazionale (Fn) francese, così come di Beppe Grillo in Italia o di Syriza, il principale partito di opposizione in Grecia. Tutte queste forze politiche sperano di raccogliere i voti “contro”, che si esprimono più facilmente in questo genere di elezioni. «Le europee sono tradizionalmente favorevoli ai partiti periferici», spiega il politologo Dominique Reynié. «Sono a scrutinio proporzionale e l’astensione è molto forte, soprattutto fra i moderati».

Gli ingredienti del cocktail sono noti: l’immigrazione, la burocrazia e il rigore. E quando vengono mescolati possono diventare esplosivi. La polemica sui Rom in Francia mostra che l’immigrazione – sia verso l’Europa che all’interno dell’Unione – sarà uno dei temi della campagna elettorale. Questo è uno dei cavalli di battaglia dell’estrema destra, dalla Danimarca alla Grecia, dai Paesi Bassi all’Austria o alla Francia. Si tratta di un argomento spesso trattato dagli euroscettici dell’Ukip o da parte del nuovo partito anti-euro “Alternativa per la Germania” (Afd). Una parte degli europei preoccupati dalla crisi vede la libera circolazione come una minaccia per l’occupazione. Il lavoratore romeno o bulgaro sta sostituendo l’idraulico polacco. L’euroscetticismo approfitta della crisi. Alle critiche nei confronti della burocrazia di Bruxelles si aggiunge la cattiva gestione della tempesta finanziaria. «Dopo la crisi del debito i paesi del sud sono persuasi che quello che succede loro è colpa di Berlino, mentre i paesi del nord ritengono che è colpa di Bruxelles se devono del denaro al sud», spiega il deputato del Partito popolare europeo (Ppe) Alain Lamassoure.

I Veri Finlandesi vedono nell’aiuto alla Grecia la giustificazione del loro euroscetticismo, così come il Partito della Libertà di Geert Wilders nei Paesi Bassi, che nei sondaggi raggiunge il 30 per cento. Accanto a queste due opposizione tradizionali, la crisi ha dato vita a un fronte anti-Merkel e anti-troika molto attivo nell’Europa meridionale, tanto a sinistra quanto a destra. In Grecia, Syriza e il partito populista dei Greci Indipendenti vogliono approfittare del rifiuto delle misure imposte da Bruxelles e dal Fondo Monetario Internazionale (Fmi) per imporsi a Strasburgo. In Spagna il movimento degli Indignados vuole presentare delle liste alle elezioni di maggio. Finora l’estrema destra e i movimenti euroscettici, molto divisi, hanno avuto un’influenza limitata al Parlamento Europeo. «Il progetto europeo corre un grave pericolo», riconosce Anni Podimata, vicepresidente del Parlamento ed esponente del Partito socialista Nationalgreco (Pasok). «L’avversione all’Europa è sempre più forte. Questo deve spingere i partiti a farsi carico di un messaggio europeista».

I deputati dell’Fn non sono iscritti, mentre gli altri movimenti si ritrovano nel gruppo “Europa libertà democrazia” intorno a Nigel Farage e ai membri della Lega Nord. Il sogno dell’Fn è quello di creare un gruppo con l’Fpö austriaco, che ha superato il 20 per cento alle elezioni politiche del 29 settembre. «Tra un quarto e un terzo dei deputati voterà “no” a tutto, ma questo non impedirà al Parlamento di funzionare. L’intesa fra il Ppe e i socialdemocratici sarà più necessaria che mai», sostiene Lamassoure. I due partiti hanno annunciato che faranno una campagna destra-sinistra, ma l’inizio della campagna elettorale dei socialdemocratici è coincisa con la decisione dell’Spd di partecipare al governo Merkel.

(Articolo scritto da Alain Salles, “Elezioni europee 2014, la minaccia del voto di protesta”, intervento pubblicato da “Presseurop” e ripreso da “Globalist”).


ALLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2014 CI SARA' UNA VERA RIVOLUZIONE: TUTTI I PARTITI CONTRO L'EURO E LA TROIKA VINCERANNO.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLASSE MEDIA IN GINOCCHIO: PRESTITI ALLE FAMIGLIE CALATI DEL 24%. FINE DEL CONSUMISMO E FINE DEL BENESSERE DIFFUSO.

CLASSE MEDIA IN GINOCCHIO: PRESTITI ALLE FAMIGLIE CALATI DEL 24%. FINE DEL CONSUMISMO E FINE DEL
Continua

 
CENSIS: 4,7 MILIONI DI FAMIGLIE (20 MILIONI DI ITALIANI) NON RIESCONO AD ARRIVARE A FINE MESE E LETTA AUMENTA LE TASSE!

CENSIS: 4,7 MILIONI DI FAMIGLIE (20 MILIONI DI ITALIANI) NON RIESCONO AD ARRIVARE A FINE MESE E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

REGIONE LOMBARDIA HA ORGANIZZATO LA CONSEGNA DELLA SPESA A CASA IN

8 aprile - Sono oltre 700 i Comuni di Regione Lombardia che offrono servizio di
Continua

GOLDMAN SACHS: PIL EUROZONA -9% NEL 2020. GERMANIA -8,9%

8 aprile - La banca d'affari statunitense Goldman Sachs ha aggiornato oggi le stime
Continua

SINDACO DI POZZALLO VIETA LO SBARCO DEI 150 AFRICANI SULL'ALAN

8 aprile - POZZALLO (RAGUSA) - ''Nonostante siamo una citta' di accoglienza e lo
Continua

LUCIA ANNUNZIATA RICOVERATA IERI SERA ALL'OSPEDALE SPALLANZANI:

8 aprile - ROMA - In seguito all'insorgere di febbre e di difficolta' respiratorie,
Continua

FRANCIA IN RECESSIONE, -6% PIL 1° TRIMESTRE, MAI VISTO CROLLO

8 aprile - PARIGI - Nel primo trimestre 2020 l'economia francese ha subito una
Continua

DURE E MOTIVATE ACCUSE DI BLOOMBERG E ALTRI QUOTIDIANI AL GOVERNO

8 aprile - La crisi scatenata dal nuovo coronavirus in Spagna ha attraversato i
Continua

COMMISSIONE PER CAPIRE SE LE RSA HANNO RISPETTATO INDICAZIONI

8 aprile - MILANO - ''Noi sulle Rsa, che ricordiamolo sono strutture private,
Continua

GALLERA: ''E' FALSO CHE NON SIA STATO SANIFICATO IL PRONTO SOCCORSO

8 aprile - ''E' falsa la ricostruzione secondo la quale dopo il primo contagio il
Continua

L'OLANDA ERA E RESTA CONTRARIA AGLI EUROBOND E NON C'E' ACCORDO

8 aprile - BRUXELLES - ''L'Olanda era e resta contraria agli Eurobond perche'
Continua

LINDT REGALA 20.000 UOVA DI PASQUA AD OSPEDALI DELLA LOMBARDIA

7 aprile - Lindt Italia ha deciso di donare 20.000 uova di cioccolato ad alcune
Continua

BORIS JOHSON NON HA LA POLMONITE ED E' IN CONDIZIONI STABILI E DI

7 aprile - Boris Johnson ''non ha la polmonite'': una buona notizia arriva da
Continua

IN CINA HANNO RIPRESO A MANGIARE PIPISTRELLI. ALLORA, SONO DEI

7 aprile - Commentando a Mattino 5 un servizio che documentava la riapertura dei
Continua

FINALMENTE IL ''PARLAMENTO UE DI STRASBURGO'' AVRA' UNO SCOPO:

7 aprile - ''In collaborazione con le autorità francesi, abbiamo messo a
Continua

REGIONE LOMBARDIA STA DISTRIBUENDO 3 MILIONI DI MASCHERINE AI

7 aprile - La regione Lombardia sta distribuendo 3 milioni di mascherine ai sindaci
Continua

LA TERRIBILE VERITA' SULLA TRASMISSIONE DEL VIRUS NELLE RSA DI

7 aprile - MILANO - I pazienti covid nelle Rsa ''e' stata una proposta, a nessuno
Continua

STATO CONDANNATO A PAGARE A BRUNO CONTRADA 667MILA EURO PER

7 aprile - ''La cosa più importante di questa liquidazione accordata dalla Corte
Continua

CONFCOOPERATIVE: MISURE DI SOSTEGNO IMMEDIATE O FALLIRANNO 1

7 aprile - ''L'economia italiana inchioda e occorreranno almeno due anni prima di
Continua

DURIGON: NON C'E' ALCUN AIUTO PER IL SETTORE TURISMO: SERVONO A

7 aprile - Il decreto liquidità ''è uno strumento positivo da un lato, ma
Continua

GALLERA: I DATI DI MILANO SONO CONFORTANTI, SACRIFICI INIZIANO A

7 aprile - MILANO - ''I dati sono confortanti e in linea anche a Milano, che ieri
Continua

PROF. PESENTI: ''MASCHERINE SERVONO, ANCHE QUELLE PER COSI' DIRE

6 aprile - «Troppe polemiche politiche in generale. Poi si capirà cosa ha
Continua
Precedenti »