90.535.623
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

STUDIO DELL'UNIVERSITA' CATTOLICA DI MILANO: IL FISCO HA DISTRUTTO LA CAPACITA' DI RISPARMIO (IL REDDITO HA PERSO IL 25%

lunedì 7 ottobre 2013

Milano - Un tempo erano le formiche d'Europa. Oggi le famiglie italiane pagano al fisco il prezzo più alto della crisi che ha colpito l'area euro. Nel corso degli ultimi vent'anni l'aumento della pressione fiscale infatti ne ha assottigliato la capacità di risparmio in termini "reali", cioè al netto dell'inflazione, con il risultato che il reddito medio lordo disponibile fra il 2012 e il 1991 ha subito un calo del -25%. Un onere pesante quello stimato da Luigi Campiglio, docente di Politica economica nella facoltà di Economia dell'Università Cattolica, che ha condotto uno studio su pressione fiscale e famiglia, presentato alla 47ª Settimana Sociale dei Cattolici italiani.

«Gran parte di tale diminuzione è stata la conseguenza di un aumento della pressione fiscale in occasione di due crisi economiche, quelle del 1992 e del 2012, nonché dello sforzo fiscale richiesto al paese nel 1998 per l'ingresso nell'euro, senza un adeguato riequilibrio successivo», spiega l'economista. Una pressione fiscale che nel 2012 ha raggiunto il suo massimo storico del 44% rispetto al Prodotto interno lordo, con un ulteriore e sensibile aumento rispetto al 42,6% del 2011 e il 38,3% del 1990, e che alle famiglie consumatrici è costato 402 miliardi di euro tra tasse, dirette, indirette e contributi sociali. La conseguenza economica più rilevante? La riduzione del tasso di risparmio delle famiglie. «Il suo valore - afferma Campiglio - è passato dal 24% all'inizio degli anni '90 all'8% nel 2012: quei risparmi finanziavano, attraverso le banche, sia gli investimenti delle imprese sia il debito pubblico, e la loro drastica diminuzione oggi obbliga le imprese e lo Stato a rivolgersi in modo vincolante ai mercati finanziari internazionali, con i problemi che ne derivano».

La diminuzione della capacità di risparmio dei nuclei familiari si è così riflessa in una diminuzione del risparmio lordo per l'intera economia e, dunque, sulle sue opportunità di investimento e crescita con finanziamento interno. «Se nel 1995 il risparmio delle famiglie consumatrici rappresentava il 62% del risparmio totale dell'economia - precisa Campiglio -, nel 2012 tale quota è caduta al 32%: a ciò è corrisposto un simmetrico aumento dei profitti per le società, finanziarie e non, e per le famiglie produttrici (le piccole imprese) oltre che per il settore pubblico, salvo il peggioramento nel periodo 2007-2012 come conseguenza della crisi».

All'interno di questo quadro, sono soprattutto le famiglie monoreddito le più penalizzate dal fisco italiano. Il professor Campiglio ha elaborato una doppia simulazione calcolando il meccanismo di imposizione fiscale per due famiglie "Rossi" e due "Bianchi" di Milano, soggette alle stesse addizionali regionali e comunali, tutte con un figlio a carico e con redditi annui  di 56 mila e 28mila euro. In un caso si tratta di famiglie monoreddito; nell'altro bireddito, con entrambi i genitori che lavorano e partecipano ciascuno per metà al reddito familiare. Il sistema fiscale è quello in vigore nel 2013, oggetto della dichiarazione dei redditi nel 2014.

«L'analisi dei due casi - dice Campiglio - offre numerose indicazioni, di cui la principale è l'eccesso di pressione tributaria sulle famiglie monoreddito rispetto a quelle bireddito: la maggiore pressione è stimata in circa 10 punti e circa 5.500 euro nel caso di un reddito di 56.000 euro (vedi allegato 1) ed è pari a 7 punti di maggiore pressione e circa 1.900 euro nel caso di un reddito di 28.000 euro (vedi allegato 2)». Poiché in entrambi i casi si tratta di famiglie con un figlio, continua Campiglio, è legittimo domandarsi se questo divario riveli un problema di equità. Per la famiglia bireddito la somma delle detrazioni di lavoro dipendente è più elevata di circa 1.900 euro rispetto alla famiglia monoreddito per entrambi i livelli di reddito ed è di poco maggiore la somma delle detrazioni per un figlio e dell'importo dell'assegno familiare (da 140 a 280 euro). L'apparente vantaggio, a parità di reddito e figli, delle famiglie bireddito rispetto a quelle monoreddito non è tuttavia scontato. «Il vantaggio economico di 1.900 euro è solo apparente - chiarisce l'economista - se la famiglia bireddito è obbligata a pagare un asilo nido, non potendo disporre di adeguate strutture pubbliche a prezzo davvero ridotto: in questo caso l'equità  orizzontale richiede un intervento preliminare e cioè che i costi per l'asilo siano deducibili. L'obiettivo dell'equità orizzontale richiede perciò una definizione più accurata, che consideri non solo il numero di componenti e loro età, ma anche altri aspetti, come le condizioni di offerta del welfare».

Il professor Campiglio ipotizza una manovra di riduzione del divario d'imposizione fiscale fra famiglie monoreddito e bireddito, con una clausola di salvaguardia iniziale, cioè quella di diminuire gradualmente la pressione fiscale sulle famiglie monoreddito senza aumentarla su quelle bireddito. «Per almeno metà delle famiglie italiane il sistema tributario presenta caratteristiche regressive o, al meglio, di proporzionalità, che possono essere riequilibrate solo in questo modo: diminuire la disuguaglianza con maggiori opportunità di lavoro, introdurre un vincolo di equità basato sul reddito familiare e un efficiente sistema di protezione sociale, con un mix di prestazioni monetarie e in natura che minimizzino l'evasione e il rischio di sprechi».

da: Studi e Ricerche - Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano - Cattolica News. 


STUDIO DELL'UNIVERSITA' CATTOLICA DI MILANO: IL FISCO HA DISTRUTTO LA CAPACITA' DI RISPARMIO (IL REDDITO HA PERSO IL 25%




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO HA UN ''PICCOLO PROBLEMA'': AD OGGI, C'E' GIA' UN BUCO DI 30 MILIARDI NEL BILANCIO DELLO STATO (A FINE ANNO 60)

IL GOVERNO HA UN ''PICCOLO PROBLEMA'': AD OGGI, C'E' GIA' UN BUCO DI 30 MILIARDI NEL BILANCIO DELLO
Continua

 
LA COSIDDETTA ''RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE'' E' ASSOLUTAMENTE IRRILEVANTE (CON LE PERCENTUALI CHE LETTA HA ANNUNCIATO)

LA COSIDDETTA ''RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE'' E' ASSOLUTAMENTE IRRILEVANTE (CON LE PERCENTUALI CHE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: LA LEGA SARA' LA FORZA CON CUI DRAGHI LAVORERA' MEGLIO

25 febbraio - ''Io sono convinto di una cosa: la forza con cui il premier Draghi si
Continua

LETIZIA MORATTI CONFERMA FINE VACCINAZIONI A GIUGNO, SE ARRIVANO

24 febbraio - MILANO - In Lombardia si potrebbe ancora finire a giugno la vaccinazione
Continua

GOVERNATORE FONTANA: PRODURRE VACCINI IN ITALIA, GIORGETTI STA

24 febbraio - ''Non possiamo dipendere esclusivamente da vaccinazioni che vengono
Continua

SALVINI: ASSURDO RIATTIVARE L'AREA C A MILANO IN UN MOMENTO COSI'

23 febbraio - ''Assurdo riattivare Area C e tassare chi vuole lavorare a Milano, in un
Continua

ZAIA: DA MINISTERO NESSUNO STOP AD ACQUISTO VACCINI ANTI COVID

22 febbraio - VENEZIA - ''A me non risulta che ci sia stata una lettera ufficiale del
Continua

FARMINDUSTRIA: CONTATTATI DA GIORGETTI, PIANO PER PRODURRE VACCINI

22 febbraio - ''Siamo stati contattati ieri dal ministro dello sviluppo economico
Continua

SALVINI: ''CORDOGLIO AI FAMIGLIARI DELL'AMBASCIATORE ATTANASIO E

22 febbraio - ''Un pensiero e una preghiera alle famiglie dei due italiani. E' inutile
Continua

TERRORISTI ATTACCANO IN CONGO AUTO CON AMBASCIATORE ITALIANO: E'

22 febbraio - Poco fa a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, si e' verificato
Continua

GRAN BRETAGNA ACCELERA: ENTRO FINE LUGLIO TUTTI OVER 18 SARANNO

22 febbraio - LONDRA - Il governo britannico con alla guida il primo ministro Boris
Continua

GERMANIA: TAGLIATI STIPENDI AI PARLAMENTARI, ANCORATI AI SALARI CHE

18 febbraio - BERLINO - Per la prima volta nella storia i deputati del Bundestag si
Continua

DIMOSTRATA EFFICACIA DEL 100% DEL VACCINO ASTRAZENECA PER EVITARE

18 febbraio - ''Efficacia al 100% del vaccino per Astrazeneca/Oxford Irbm nell'evitare
Continua

PROF.BASSETTI, SAN MARTINO DI GENOVA: CON VARIANTE INGLESE

18 febbraio - ''Ho appena finito di vedere tutti i pazienti ricoverati qui nel mio
Continua

SALVINI: A BREVE NUOVI INGRESSI NELLA LEGA DI SINDACI E PARLAMENTARI

18 febbraio - ''Io auguro buona fortuna a tutti, per me viene prima l'interesse
Continua

IN ITALIA E' ARRIVATO FINORA SOLO IL 30% DELLE DOSI DI VACCINO

18 febbraio - Le vaccinazioni contro il Covid in Italia sono ''ostaggio di forniture
Continua

LA STERLINA VOLA NEI CAMBI CONTRO L'EURO GRAZIE ALLE VACCINAZIONI

18 febbraio - La sterlina vola, sulla scia delle vaccinazioni, che in Gran Bretagna
Continua

FIOM: IL MINISTRO GIORGETTI INTENDE PROROGARE IL BLOCCO

18 febbraio - Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti intende
Continua

INPS: PERSI NEL 2020 664.000 POSTI DI LAVORO IN ITALIA, 295.000 A

18 febbraio - Il saldo annualizzato dei rapporti di lavoro a novembre 2020, ovvero la
Continua

MINISTRO GIORGETTI SUBITO AL LAVORO: STAMATTINA AFFRONTA IL GRAVE

18 febbraio - ROMA - A meno di 12 ore dalla fiducia ottenuta al Senato dal governo
Continua

ZAIA: 5 REGIONI CON NOI PER ACQUISTO VACCINI ANTI COVID

17 febbraio - Sull'acquisto di vaccini ''abbiamo la collaborazione dei colleghi di
Continua

LOMBADIA: PIU' RICOVERI, MA NESSUNA PRESSIONE SUGLI OSPEDALI

17 febbraio - ''Ad oggi in Lombardia non c'e' una situazione di pressione dal punto di
Continua
Precedenti »