73.508.968
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA STAMPA TEDESCA: SORTI DELL'EURO APPESE A FRANCIA E ITALIA (ALLORA E' CONDANNATO A MORTE) CHE HANNO ECONOMIE A ROTOLI.

martedì 1 ottobre 2013

Berlino  - Le sorti dell'euro si giocano in Italia e in Francia, due Paesi le cui economie soffrono in modo particolare nella crisi attuale, ma dove i governi hanno difficolta' a imboccare la strada migliore per risolverla. Lo scrive la progressista 'Sueddeutsche Zeitung', spiegando che mentre per i Paesi piu' piccoli, come Grecia, Portogallo e Spagna, la situazione sembra "dominabile", adesso "sotto i riflettori ci sono due pesi massimi come Francia e Italia, due economie cosi' grandi per le quali non basterebbero alcuni miliardi di aiuti, se si trovassero in difficolta'".

"E' in questi Paesi che si decide il futuro dell'unione monetaria", assicura il quotidiano bavarese. La Sueddeutsche sottolinea che in Italia "a causa della situazione politica fragile non c'e' quasi speranza che il Paese superi in tempi brevi il blocco delle riforme". In Francia il presidente Hollande "dopo la sua elezione ha mancato di riformare un Paese che perde competitivita' internazionale", sottolinea il giornale, spiegando che la politica di spesa messa in atto a Parigi "alla fine del prossimo anno portera' il monte dei debiti al triste record del 95% del Pil".

La conclusione della Sueddeutsche riguardo all'Italia ed alla Francia e' che "le debolezze di questi due Paesi minacciano l'intera unione monetaria"

La 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' (Faz) osserva  invece che "i politici italiani, compresi gli elettori, non si lasceranno probabilmente impressionare dal desiderio della Merkel di un governo stabile a Roma", rilevando che "finora la politica del governo Letta non si e' coperta di gloria, alla politica economica e di bilancio manca l'ambizione".

Per il quotidiano conservatore tedesco "adesso l'Italia e' di nuovo in difficolta', ancora piu' di prima, ma nessuno a Roma vuole prenderne atto. Berlusconi cerca di farla franca, i suoi avversari cercano la vendetta".

In tono polemico, la Faz scrive che "tutti preferirebbero il permesso della Merkel e di Bruxelles per aumentare ancora il deficit di bilancio e il debito dello Stato. Politici e opinione pubblica sono ben lontani dalle riforme per una maggiore competitivita' e per piu' crescita.

La domanda piu' urgente da porsi e' su chi questa volta possa richiamare all'ordine, prima che i mercati finanziari non gettino in nuove turbolenze non solo l'Italia, ma l'intera Eurolandia". (AGI) 


LA STAMPA TEDESCA: SORTI DELL'EURO APPESE A FRANCIA E ITALIA (ALLORA E' CONDANNATO A MORTE) CHE HANNO ECONOMIE A ROTOLI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA CADUTA DI LETTA E' UN TOCCASANA PER LA BORSA (CHE GUADAGNA L'1%) E PER LO SPREAD (CHE CALA DELL'1,6%)

LA CADUTA DI LETTA E' UN TOCCASANA PER LA BORSA (CHE GUADAGNA L'1%) E PER LO SPREAD (CHE CALA
Continua

 
LA BUNDESBANK VORREBBE CHE LE BANCHE ITALIANE NON COMPRASSERO PIU' BTP E BOT (COSI', ITALIA FALLITA IN 24 ORE)

LA BUNDESBANK VORREBBE CHE LE BANCHE ITALIANE NON COMPRASSERO PIU' BTP E BOT (COSI', ITALIA FALLITA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »