42.228.384
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL PARLAMENTO AMERICANO HA TAGLIATO I FONDI (TUTTI I FONDI!) ALL'ESECUTIVO DI OBAMA. (MAGARI SI POTESSE FARE IN ITALIA!)

martedì 1 ottobre 2013

NEW YORK - E' accaduto il peggio. Allo scoccare della mezzanotte (le 6 del mattino dell'1 ottobre in Italia), il governo americano si è trovato nell'impossibilità di operare, per mancanza di fondi. Si è così verificato, per la prima volta in 17 anni, il temuto shutdown del governo, dopo che i Repubblicani e i Democratici del Congresso Usa non hanno trovato un'intesa sui finanziamenti della macchina statale. L'ultima 'chiusura' costò 2 miliardi di dollari.

Oltre a 800mila lavoratori statali che non riceveranno più lo stipendio, chiuderanno i musei, gli sportelli ministeriali e anche i parchi naturali.

Allarme del presidente americano Barack Obama, che ha affermato che lo shutdown "avrà un impatto reale sulla vita degli americani", con l'impatto "peggiore dalla seconda guerra mondiale".

I toni si sono fatti più accesi nel fine settimana, quando i Repubblicani hanno approvato una norma sul rinvio della riforma sanitaria voluta da Obama. Di fatto, la fronda più estrema dei pasdaran Repubblicani intende fare ostruzione fino all'ultimo. 

L'ultima volta in cui l'esecutivo di Washington si trovò nell'impossibilità di finanziare le agenzie federali risale a 17 anni fa sotto Bill Clinton: lo 'shutdown' dell'amministrazione durò allora 20 giorni, fino al 6 gennaio del 1996.

In una situazione di emergenza di bilancio, le operazioni essenziali continuerebbero, dunque, il Tesoro riuscirebbe a emettere debito; tuttavia, la comunicazione di dati che di norma vengono resi noti dal dipartimento del Commercio Usa e dal Bureau of Labor Statistics sarebbero sospesi. Giovedì niente dati sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione e venerdì niente report mensile sul lavoro, per intenderci. (WSI)


IL PARLAMENTO AMERICANO HA TAGLIATO I FONDI (TUTTI I FONDI!) ALL'ESECUTIVO DI OBAMA. (MAGARI SI POTESSE FARE IN ITALIA!)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TIRATE LE SOMME, E' PROBABILE CHE SI VADA A VOTARE A MARZO. VEDIAMO PERCHE'.

TIRATE LE SOMME, E' PROBABILE CHE SI VADA A VOTARE A MARZO. VEDIAMO PERCHE'.

 
10.000 RISTORANTI CHIUSI DA GENNAIO 2013, 68% DEGLI ITALIANI NON VA PIU' IN PIZZERIA (E NON COMPRA PIU' INSALATA PRONTA)

10.000 RISTORANTI CHIUSI DA GENNAIO 2013, 68% DEGLI ITALIANI NON VA PIU' IN PIZZERIA (E NON COMPRA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »