73.699.585
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE BANCHE ITALIANE HANNO IN PANCIA 400 MILIARDI DI EURO IN TITOLI DI STATO ITALIANI (CHE VALGONO SEMPRE MENO)

lunedì 30 settembre 2013

ROMA  - La situazione non solo è migliorata, rispetto all'inizio della crisi, ma è peggiorata. Il valore dei BTP che le banche italiane detengono, stando alle fonti della stessa Banca d'Italia, è balzato al record di sempre, pari 400 miliardi di euro. Il valore è quattro volte tanto l'ammontare di titoli di stato italiani che gli istituti di credito detenevano prima dell'esplosione della crisi dei debiti sovrani.

Ecco il risultato della strategia di Mario Draghi, presidente della Bce: promettendo, nel luglio del 2012, di fare letteralmente "qualsiasi cosa ci fosse voluta" per difendere l'euro, ha indotto le banche ad accumulare debiti, e ad accelerare gli acquisti di bond sovrani, dando vita allo schema Ponzi più grande della storia europea. 

Lo schema di è incentrato, per l'appunto, negli acquisti di titoli di stato dei rispettivi paesi da parte delle banche (il caso riguarda soprattutto Italia e Spagna); questo, mentre i relativi governi non hanno dato alcun via a riforme di carattere strutturali necessarie per diminuire la quantità monstre di debiti che soffoca le casse degli stati. 

La grande beffa, secondo alcuni economisti, è che la tanto acclamata operazione OMT di Draghi - acquisto illimitato di titoli di stato di paesi in difficoltà promesso dal banchiere - si è rivelata alla fine solo una vuota promessa e probabilmente non è stata mai creata per diventare davvero operativa. 

Un anno e mezzo dopo le parole di Draghi, non esiste nessuna regolamentazione ad hoc, che spiega in che modo tutte quelle promesse potrebbero essere messe in pratica. Si sa che come condizione sine qua non, ci dovrebbe essere una chiara richiesta di aiuto da parte del paese interessato, ma null'altro di preciso.

Da tutto ciò risulta il vero scopo dell'OMT è stato quello di alimentare la fiducia, al fine di frenare gli attacchi speculativi contro i bond periferici, italiani in primis. 

Ma con la crisi di governo attuale, è molto probabile che gli investitori internazionali capiranno come stanno davvero le cose, ovvero che le parole di Draghi sono state solo una maxi iniezione di...speranza. (WSI)


LE BANCHE ITALIANE HANNO IN PANCIA 400 MILIARDI DI EURO IN TITOLI DI STATO ITALIANI (CHE VALGONO SEMPRE MENO)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ALLORA CI SIAMO: DA MARTEDI' 1° OTTOBRE AUMENTO DELL'IVA AL 22% (DA 209 A 349 EURO DI COSTI IN PIU' PER FAMIGLIA)

ALLORA CI SIAMO: DA MARTEDI' 1° OTTOBRE AUMENTO DELL'IVA AL 22% (DA 209 A 349 EURO DI COSTI IN
Continua

 
LA CADUTA DI LETTA E' UN TOCCASANA PER LA BORSA (CHE GUADAGNA L'1%) E PER LO SPREAD (CHE CALA DELL'1,6%)

LA CADUTA DI LETTA E' UN TOCCASANA PER LA BORSA (CHE GUADAGNA L'1%) E PER LO SPREAD (CHE CALA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua

MOODY'S AVVERTE L'EUROZONA: 2020 SARA'' PESSIMO.

14 gennaio - L'agenzia di rating Moody's indica una ''prospettiva negativa'' per il
Continua

SALVINI: ANDIAMO AL VOTO COL IL MATTARELUM LEGGE DEL PRESIDENTE

14 gennaio - Tornare al proporzionale? ''No, significherebbe tornare agli anni ’80.
Continua

AMBIENTALISTI DA SALOTTO CON CASA IN CENTRO...

14 gennaio - ''Qua ci sono gli ambientalisti da salotto radical chic, quelli che
Continua

CONFCOMMERCIO: VENDITE E CONSUMI NEL 2019 IN FORTE CALO (2020

13 gennaio - L'ultimo dato sulle vendite conferma la previsione di una fase finale
Continua

CONTE & PD & M5S VOGLIONO ALZARE ANCORA L'ETA' PENSIONABILE

13 gennaio - ''Il governo, il presidente del consiglio, il Pd, annunciano che faranno
Continua

ECCEZIONALE OPERAZIONE ANTIDROGA DELLE FIAMME GIALLE: 333 KG DI

13 gennaio - GENOVA - Eccezionale operazione anti droga delle Fiamme Gialle. La
Continua

GOVERNO BRITANNICO: MOLTO PREOCCUPANTI NOTIZIE MISSILE CONTRO

9 gennaio - Il governo britannico sta esaminando le notizie ''molto preoccupanti''
Continua

PRESIDENTE ORBAN: PRONTI A LASCIARE IL PPE (ADDIO MAGGIORANZA PER

9 gennaio - BUDAPEST - ''Il Ppe, nella sua forma attuale, non interessa al mio
Continua

LA BCE: UNICA MONETA A CORSO LEGALE E' IL DENARO CONTANTE (DITELO A

9 gennaio - ''La Bce ricorda agli incompetenti del governo Pd-M5S che l'unica moneta
Continua

MATTEO SALVINI: CONTE NON SI AZZARDI A FAR RIPARTIRE LA MISSIONE

8 gennaio - ''L'Ue non tocca palla ne' in Libia ne' in Medio Oriente, ma ora
Continua

CROLLANO GLI ORDINI INDUSTRIALI IN GERMANIA: -6,5% NEL 2019 (MAI

8 gennaio - BERLINO - A novembre gli ordinativi all'industria manifatturiera sono
Continua

LA FAMIGLIA RIVA AVEVA FATTO ENORMI INVESTIMENTI NELL'EX ILVA 1 MLD

7 gennaio - MILANO - Nella gestione dell'Ilva di Taranto da parte della famiglia
Continua

CROLLA L'INFLAZIONE NEL 2019 IN ITALIA (DA 1,2% A 0,6%) STAGNAZIONE

7 gennaio - Il tasso d'inflazione per il 2019 si attesta allo 0,6%, un valore
Continua
Precedenti »