46.281.436
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SE IL COMUNE NON PAGA, DEVE FARLO LO STATO: STORICA SENTENZA CONTRO L'ITALIA DELLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI UMANI.

martedì 24 settembre 2013

Strasburgo - Lo Stato deve onorare i debiti contratti dai Comuni che dichiarano il dissesto finanziario. 

Lo ha stabilito oggi la Corte europea dei diritti umani pronunciandosi sul ricorso presentato da due abitanti di Benevento, Giovanni De Luca e Ciro Pennino. Lo Stato italiano è adesso tenuto a versargli 80mila euro per danni morali e pecuniari.

I due attendevano la riscossione di alcuni pagamenti dalla fine degli anni '80 e per essere rimborsati avevano anche fatto causa al comune. La sentenza in loro favore pronunciata nel 2003 era stata vanificata a causa della legge entrata in vigore l'anno successivo, secondo la quale i comuni in dissesto finanziario non sono tenuti a onorare i loro debiti neanche in caso di una ingiunzione di pagamento di un tribunale.

La Corte di Strasburgo ha stabilito che "in quanto componente statale, un'autorità locale non può utilizzare le proprie difficoltà finanziarie come scusa per non onorare gli obblighi imposti da una sentenza del tribunale".

I giudici hanno rifiutato la tesi del governo italiano secondo cui le gravi difficoltà del comune giustificherebbero il non pagamento dei debiti.

Rifiutata anche l'offerta da parte dello Stato di ripagare solo una parte del dovuto, fosse pure, come in questo caso, l'80% del totale. (RaiNews24)


SE IL COMUNE NON PAGA, DEVE FARLO LO STATO: STORICA SENTENZA CONTRO L'ITALIA DELLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI UMANI.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO OFFERTA AGLI IMPRENDITORI ''BENVENUTA IMPRESA''. L'HA FATTA IL MINISTRO DELL'ECONOMIA SACCOMANNI? NO. LA SVIZZERA!

ECCO OFFERTA AGLI IMPRENDITORI ''BENVENUTA IMPRESA''. L'HA FATTA IL MINISTRO DELL'ECONOMIA
Continua

 
GRILLO HA RAGIONE: TELECOM ERA UNA (RARISSIMA) AZIENDA SANA DELLO STATO, PRIVATIZZATA DA D'ALEMA E DISTRUTTA.

GRILLO HA RAGIONE: TELECOM ERA UNA (RARISSIMA) AZIENDA SANA DELLO STATO, PRIVATIZZATA DA D'ALEMA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!