45.002.453
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UNA GRANDE SPERANZA S'AGGIRA PER L'EUROPA: CHE VINCA ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ALLE ELEZIONI TEDESCHE. E' POSSIBILE!

venerdì 20 settembre 2013

Berlino - Il partito anti-euro 'Alternative fuer Deutschland', o Afd, entrerebbe al Bundestag con il 5 per cento delle preferenze facendo perdere la maggioranza assoluta alla coalizione tra Cdu-Csu e liberali della Fdp, guidata da Angela Merkel: a ipotizzare il clamoroso risultato che in Germania potrebbe uscire dalle urne domenica prossima e' un sondaggio dell'istituto demoscopico 'Insa' realizzato per il quotidiano 'Bild', dal quale emerge che il partito cristiano-democratico della cancelliere uscente otterrebbe il 38 per cento, con la Spd al 28 per cento, la Linke al 9 e i Verdi all'8 per cento, mentre con un mero 2 per cento i Piraten resterebbero fuori dal Parlamento di Berlino.

Il direttore di 'Insa', Hermann Binkert, ha spiegato come il 41 per cento dei voti che potrebbero confluire su Afd arrivino dagli 'elettori di protesta', un altro 22 per cento il partito del professor Bernd Lucke li sottrarrebbe ai liberali, il 16 alla Cdu-Csu, ma un bel pacchetto arriverebbe anche dalla Linke. Lo stesso partito socialdemocratico vedrebbe il 6 per cento dei suoi elettori emigrare sotto le bandiere di Afd, come si appresterebbero a fare anche il 3 per cento dei sostenitori dei Verdi e un'identica percentuale di elettori giovanissimi, che voteranno per la prima volta. Un ulteriore 28 per cento giungerebbe al partito anti-euro da coloro che finora si sono sempre astenuti. Se Afd entrasse al Bundestag, l'attuale governo non avrebbe piu' la maggioranza, e a Merkel l'unica alternativa che rimarrebbe sarebbe quella di resuscitare la Grosse Koalition con i socialdemocratici. (AGI)


UNA GRANDE SPERANZA S'AGGIRA PER L'EUROPA: CHE VINCA ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ALLE ELEZIONI TEDESCHE. E' POSSIBILE!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GRECIA PARALIZZATA / SCIOPERI GENERALI A CATENA, SCUOLE CHIUSE, UFFICI CHIUSI, TRASPOSTI FERMI. LO STATO CROLLA.

GRECIA PARALIZZATA / SCIOPERI GENERALI A CATENA, SCUOLE CHIUSE, UFFICI CHIUSI, TRASPOSTI FERMI. LO
Continua

 
COME VOLEVASI DIMOSTRARE / LA MERKEL: ''NON VEDO NECESSITA' DI CAMBIAMENTI NELLA POLITICA EUROPEA''

COME VOLEVASI DIMOSTRARE / LA MERKEL: ''NON VEDO NECESSITA' DI CAMBIAMENTI NELLA POLITICA EUROPEA''


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

+++ATTACCO TERRORISTICO IN CORSO A LONDRA DAVANTI AL PARLAMENTO+++

22 marzo - LONDRA - La polizia ha sparato ad ''un uomo che impugnava un coltello''
Continua

SCHAEUBLE ''APPREZZA IL LAVORO DI DAIJSSELBLOEM CHE DEVE CONTINUARE

22 marzo - BERLINO - Giusto per fugare ogni dubbio sulla compattezza dei giudizi
Continua

SALVINI:8 MILIARDI L'ANNO ALLA UE PER SENTIRCI DARE DEGLI UBRIACONI

22 marzo - ''Quelle parole sono la rappresentazione migliore di questa Europa di
Continua

GOVERNO VIETA ACCERTAMENTI SULLE ONG COLLUSE CON I TRAFFICANTI

22 marzo - ''Buone notizie per chi e' complice dei trafficanti di esseri umani e
Continua

ERDOGAN: NESSUN EUROPEO POTRA' CAMMINARE AL SICURO PER LE STRADE

22 marzo - ISTANBUL - ''Se l'Europa continua cosi', nessun europeo potra' camminare
Continua

LEGA PROTESTA DAVANTI A MONTECITORIO: UE? NON C'E' NULLA DA

22 marzo - ROMA - Sit in dei deputati della Lega Nord fuori Montecitorio mentre in
Continua

PADOAN SCARICA POP. VICENZA E VENETO BANCA: SARA' LA BCE A DECIDERE

21 marzo - Preparativi di un altro catastrofico bail in in Italia? Sembrerebbe di
Continua

LE FAMIGLIE DI 800 VITTIME DELL'11 SETTEMBRE FANNO CAUSA ALL'ARABIA

21 marzo - NEW YORK - Le famiglie di 800 vittime degli attacchi dell'11 settembre
Continua
6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA PRECEDENTI

6.000 AFRICANI ARRIVATI IN ITALIA IN TRE GIORNI, INVASIONE SENZA

21 marzo - Sono oltre 6.000 i migranti africani prelevati dai gommoni e dai barconi
Continua

LA PRIMA MINISTRO DELLA POLONIA, BEATA SZYDLO: ''POLONIA NELL'EURO?

21 marzo - VARSAVIA - Smentendo le solite fonti pro-euro che da tempo divulgano
Continua
Precedenti »