42.293.680
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UNA GRANDE SPERANZA S'AGGIRA PER L'EUROPA: CHE VINCA ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ALLE ELEZIONI TEDESCHE. E' POSSIBILE!

venerdì 20 settembre 2013

Berlino - Il partito anti-euro 'Alternative fuer Deutschland', o Afd, entrerebbe al Bundestag con il 5 per cento delle preferenze facendo perdere la maggioranza assoluta alla coalizione tra Cdu-Csu e liberali della Fdp, guidata da Angela Merkel: a ipotizzare il clamoroso risultato che in Germania potrebbe uscire dalle urne domenica prossima e' un sondaggio dell'istituto demoscopico 'Insa' realizzato per il quotidiano 'Bild', dal quale emerge che il partito cristiano-democratico della cancelliere uscente otterrebbe il 38 per cento, con la Spd al 28 per cento, la Linke al 9 e i Verdi all'8 per cento, mentre con un mero 2 per cento i Piraten resterebbero fuori dal Parlamento di Berlino.

Il direttore di 'Insa', Hermann Binkert, ha spiegato come il 41 per cento dei voti che potrebbero confluire su Afd arrivino dagli 'elettori di protesta', un altro 22 per cento il partito del professor Bernd Lucke li sottrarrebbe ai liberali, il 16 alla Cdu-Csu, ma un bel pacchetto arriverebbe anche dalla Linke. Lo stesso partito socialdemocratico vedrebbe il 6 per cento dei suoi elettori emigrare sotto le bandiere di Afd, come si appresterebbero a fare anche il 3 per cento dei sostenitori dei Verdi e un'identica percentuale di elettori giovanissimi, che voteranno per la prima volta. Un ulteriore 28 per cento giungerebbe al partito anti-euro da coloro che finora si sono sempre astenuti. Se Afd entrasse al Bundestag, l'attuale governo non avrebbe piu' la maggioranza, e a Merkel l'unica alternativa che rimarrebbe sarebbe quella di resuscitare la Grosse Koalition con i socialdemocratici. (AGI)


UNA GRANDE SPERANZA S'AGGIRA PER L'EUROPA: CHE VINCA ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ALLE ELEZIONI TEDESCHE. E' POSSIBILE!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GRECIA PARALIZZATA / SCIOPERI GENERALI A CATENA, SCUOLE CHIUSE, UFFICI CHIUSI, TRASPOSTI FERMI. LO STATO CROLLA.

GRECIA PARALIZZATA / SCIOPERI GENERALI A CATENA, SCUOLE CHIUSE, UFFICI CHIUSI, TRASPOSTI FERMI. LO
Continua

 
COME VOLEVASI DIMOSTRARE / LA MERKEL: ''NON VEDO NECESSITA' DI CAMBIAMENTI NELLA POLITICA EUROPEA''

COME VOLEVASI DIMOSTRARE / LA MERKEL: ''NON VEDO NECESSITA' DI CAMBIAMENTI NELLA POLITICA EUROPEA''


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »