47.362.829
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IMMENSA VORAGINE DI 139,7 MILIARDI NELLE BANCHE ITALIANE: PRESTITI IN SOFFERENZA, CHE CRESCONO DI 2 MILIARDI AL MESE!

martedì 10 settembre 2013

Milano - La Banca d’Italia presenta il consueto Bollettino Statistico sugli Indicatori Monetari e Finanziari. Si conferma sui livelli record di giugno la crescita delle sofferenze bancarie in Italia in luglio 2013 che si accompagna ad un tasso sempre “sostenuto” di crescita dei depositi del settore privato e a un netto calo dei prestiti alle imprese. Secondo i dati di Banca d’Italia il tasso di crescita sui 12 mesi delle sofferenze bancarie è risultato pari al 22,2%, dato analogo a quello di aprile, maggio e giugno, l’incremento più sostenuto dall’inizio della serie di rilevazioni nel 1998. Le sofferenze continuano a crescere al ritmo di 2 miliardia al mese.

Le sofferenze salgono a 139,7 miliardi, pari al 9% del PIL, sostanzialmente il triplo rispetto al 2008. L’incremento delle sofferenze e’ legato a doppio filo alla crisi economica, e quindi alla caduta produttiva delle imprese ed alla perdita di occupazione e di potere d’acquisto delle famiglie, che porta molti all’insolvenza.

I PRESTITI CALANO DEL -3,3% (-3,0% a luglio), SEGNO CHE LE BANCHE PREFERISCONO INVESTIRE IN TITOLI DI STATO

I prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione su base annua del 3,3 per cento (a maggio la contrazione era stata del 3,0 per cento).  I prestiti alle famiglie sono scesi dell’1,1% sui 12 mesi (-1% a giugno); quelli alle società non finanziarie sono diminuiti, sempre su base annua, del 4,1% come a giugno. Se questo indicatore non si riprende, la luce in fondo al tunnel non si vedra’.  Il calo dei prestiti e’ legato al timore delle banche a concedere prestiti (ove le sofferenze crescono a causa della crisi economica) ed alla loro convenienza ad investire nell’acquisto di titoli di stato. Il Governo dovrebbe intervenire per ribaltare questa situazione, e le Imprese dovrebbero cercare di aumentare la quota di finanziamento fuori dai canali bancari. (Scenari Economici)


IMMENSA VORAGINE DI 139,7 MILIARDI NELLE BANCHE ITALIANE: PRESTITI IN SOFFERENZA, CHE CRESCONO DI 2 MILIARDI AL MESE!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SVIZZERA CHOC: ''L'ITALIA HA DUE SOLE STRADE DAVANTI. VIA DALL'EURO O RISTRUTTURARE STILE GRECIA I BOT E I BTP'' (DEFAULT)

SVIZZERA CHOC: ''L'ITALIA HA DUE SOLE STRADE DAVANTI. VIA DALL'EURO O RISTRUTTURARE STILE GRECIA I
Continua

 
L'UNGHERIA HA CACCIATO L'FMI E ADESSO CONTROLLA  E STAMPA MONETA SENZA GENERARE DEBITO PUBBLICO. (BANKSTERS SCONFITTI!)

L'UNGHERIA HA CACCIATO L'FMI E ADESSO CONTROLLA E STAMPA MONETA SENZA GENERARE DEBITO PUBBLICO.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!