50.679.738
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PER BOSSI IL GOVERNO E' FINITO, BERLUSCONI NON CHIEDE LA GRAZIA, IL CONGRESSO LEGA E' TROPPO PRESTO E LUI SI RICANDIDA.

domenica 8 settembre 2013

Pontirolo Nuovo (Bergamo), 7 set. - Umberto Bossi ha confermato che convochera' il congresso federale per l'elezione del nuovo segretario. "Il congresso possono convocarlo solo io", ha rivendicato il presidente del Carroccio, con riferimento al potere che gli attribuisce lo statuto, parlando al suo arrivo per un comizio alla festa di Pontirolo Nuovo, nel Bergamasco. A chi gli chiedeva se ha intenzione di candidarsi nuovamente alla segreteria, il senatur ha risposto: "Io posso candidarmi, la gente vuole. Sono a disposizione". In seguito, parlando dal palco ha chiarito che il prossimo segretario dovra' essere colui che "ha la capacita' di tenere unita la Lega". "Non serve a niente buttar fuori la gente, come ha fatto quel Tosi", ha aggiunto con riferimento alla segretario della Lega veneta Flavio Tosi. 

Prima dell'inizio del comizio, Bossi non aveva voluto commentare l'altra candidatura avanzata da Maroni, ovvero quella del segretario della Lega Lombarda, Matteo Salvini. "Tra un po' c'e' il congresso, la Lega deve andare a testa bassa", ha poi aggiunto, rivolto ai militanti, dal palco. "Bisogna scegliere chi garantira' unita' a testa bassa contro la barriera romana", ha esortato. 

Inoltre, Bossi reputa il fine settimana del 30 novembre-primo dicembre una data troppo ottimistica per tenere il congresso federale della Lega Nord. A margine di un comizio nel Bergamasco il presidente del Carroccio ha detto ai giornalisti che Roberto Maroni gli ha proposto quella data, ma ha subito spiegato di non essere completamente d'accordo: "Convochero' il congresso quando vedro' che c'e' la possibilita' di fare le procedure pre-congressuali, se no dovremo andare con gli stessi votanti dell'ultima volta. Quindi, bisogna che ci siano i tempi", ha affermato. "Ci vuole un attimino di tempo in piu", ha proseguito, rispetto alle date 30/11-1/12.

Quanto alla situaizone politica, per Umberto Bossi, il Governo e' "praticamente finito" e non vi sono possibilita' di formazione di un 'Letta bis'. "Come si fa? Chi e' il pazzo che gli da' il voto", ha risposto il senatur a chi gli chiedeva conto dell'ipotesi di un nuovo esecutivo guidato dall'attuale premier. A margine di un comizio nel Bergamasco, il presidente federale della Lega Nord ha poi escluso che l'amico Giulio Tremonti possa contribuire alla formazione di un tale esecutivo, come avanzato da alcune ricostruzioni giornalistiche nei giorni scorsi. "Per quanto sia poco furbo, Tremonti non e' cosi' cretino, l'ho visto nei giorni scorsi, non ci credo che sia cosi' cretino da mettersi in una situazione cosi', meglio fare opposizione".

E in ultimo su Berlusconi:  ''La grazia? secondo me non la chiede. Se poi il presidente Napolitano forza, puo' anche darsi che l'accetti''. Bossi ha detto di avere sentito di recente al telefono un Berlusconi ''combattivo'' ma il problema del cavaliere, ''che stupido non e', e che si rende conto che ovunque vada i magistrati gli possono rompere le scatole o spiccare un ordine di cattura''.

Redazione Milano. 

 


PER BOSSI IL GOVERNO E' FINITO, BERLUSCONI NON CHIEDE LA GRAZIA, IL CONGRESSO LEGA E' TROPPO PRESTO E LUI SI RICANDIDA.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CODACONS: E' LO STATO ITALIANO CHE PROVOCA LA POVERTA' NELLA POPOLAZIONE CON TASSE INSOSTENIBILI (11.619 EURO  A TESTA)

CODACONS: E' LO STATO ITALIANO CHE PROVOCA LA POVERTA' NELLA POPOLAZIONE CON TASSE INSOSTENIBILI
Continua

 
TUTTI I PRINCIPALI BANCHIERI ITALIANI SONO INDAGATI PER USURA: IL GIP DI FORLI' HA FISSATO L'UDIENZA PER OTTOBRE

TUTTI I PRINCIPALI BANCHIERI ITALIANI SONO INDAGATI PER USURA: IL GIP DI FORLI' HA FISSATO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!