42.240.780
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DEBITO/PIL ITALIA AL 132,9% E A 2.075 MILIARDI DI EURO! LO STATO HA IN CASSA 75 MILIARDI (DIFESA DISPERATA DAL DEFAULT)

mercoledì 14 agosto 2013

Grazie alle anticipazioni tributarie e ai pagamenti ritardati, a giugno 2013 le casse dello Stato hanno mostrato una disponibilità di 14,1 miliardi di euro. Tutto lasciava ritenere che il debito pubblico potesse ridursi di altrettanti miliardi, frenando l’inarrestabile corsa verso l’alto. Ma così non è stato.

A giugno, infatti, la Banca d’Italia ha comunicato che il debito pubblico ha raggiunto quota 2.075 miliardi di euro di cui circa 50 miliardi sono causati dal sostegno dell’Italia ai paesi europei in difficoltà (EFSF, ESM, prestiti bilaterali).  L’incremento mensile è di circa mezzo miliardo in più.

Considerando la stima del pil annualizzato del secondo trimestre, il rapporto debito/Pil è arrivato a 132,9%, superando qualsiasi previsione.

Per coprire il fabbisogno pubblico di giugno sono stati emessi maggiori titoli (rispetto a quelli in scadenza) per 1,753 miliardi, ricavando solo 1,536 miliardi, con uno scarto di emissione pari a 217 milioni di euro. Sempre a giugno sono state realizzate dismissioni mobiliari e altri proventi straordinari per 700 milioni di euro.

Contemporaneamente la disponibilità liquida del Tesoro è aumentata nel solo mese di giugno di 13,9 miliardi che si vanno a sommare ai 20,4 miliardi accumulati a maggio, raggiungendo la ragguardevole cifra di 76,2 miliardi di euro del saldo del conto di disponibilità.

La strategia adottata dal Ministero dell’Economia appare ai più incomprensibile. Si sta aumentando la pressione fiscale  e si sta accumulando un “tesoretto” a debito.

Ma la domanda nasce spontanea: ma cosa deve farne il MEF di tutti questi soldi?

Secondo alcuni analisti il Tesoro sta solo mettendo in via cautelativa “fieno in cascina”, approfittando della elevata domanda di titoli pubblici, nonostante lo spread ai minimi. Si tratta di una sorta di scommessa al contrario, contro possibili turbolenze autunnali.

Secondo altri i soldi servirebbero per aumentare l’ammontare dei rimborsi alle imprese, oltre la cifra stanziata per il 2013, come più volte annunciato dal ministro Saccomanni.

Una cosa è certa. Il Ministero dell’Economia sta venendo meno all’impegno assunto con le Linee guida della gestione del debito pubblico 2013 di aumentare la vita residua del debito pubblico: “Con particolare riferimento al rischio di rifinanziamento, la strategia di emissione terrà conto dell’esigenza di contribuire all’allungamento della vita media del debito alla luce della modesta riduzione verificatasi tra il 2011 e il 2012”. A giugno 2012, infatti, la vita media residua del debito è scesa a 6,9 anni dai 7,1 del 2012 e i 7,5 del 2011.

Non si può ridurre la vita media del debito pubblico facendo ricorso ad ulteriore debito. Siamo, quindi, in presenza di una gestione straordinaria delle Casse dello Stato, le cui finalità non sono rese note dal Governo, lasciando liberamente circolare le ipotesi più disparate.

Scritto da Monica Montella e Franco Mostacci per Scenari Economici


DEBITO/PIL ITALIA AL 132,9% E A 2.075 MILIARDI DI EURO! LO STATO HA IN CASSA 75 MILIARDI (DIFESA DISPERATA DAL DEFAULT)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'AREA EURO SI DISINTEGRERA' (MOLTO) PRESTO: ANALISI PERFETTA DEL DECANO DEGLI ECONOMISTI DEL FINANCIAL TIMES.

L'AREA EURO SI DISINTEGRERA' (MOLTO) PRESTO: ANALISI PERFETTA DEL DECANO DEGLI ECONOMISTI DEL
Continua

 
SMASCHERATE ANCHE LE BALLE SPAZIALI DELLA ''RIPRESA DELLA ZONA EURO'' (NON E' VERO, ANZI E' VERO L'ESATTO CONTRARIO)

SMASCHERATE ANCHE LE BALLE SPAZIALI DELLA ''RIPRESA DELLA ZONA EURO'' (NON E' VERO, ANZI E' VERO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »