43.387.647
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL DEBITO PUBBLICO AL 132,9% DEL PIL CHE E' CROLLATO A -2,4%. DEBITO A 2075 MILIARDI. A FINE ANNO CAPOLINEA: DEFAULT

mercoledì 7 agosto 2013

Milano - Nonostante i proclami governativi i conti pubblici continuano a dare segnali d’allarme. Tutto ciò con una pressione fiscale ai massimi livelli.

Nel secondo trimestre 2013 il prodotto interno lordo a prezzi costanti è diminuito del 2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (tendenziale). La variazione acquisita per il 2013 è pari al -1,7%, mentre la variazione del Pil annualizzato ha raggiunto il -2,4%. Si tratta di numeri ben lontani da una contrazione dell’1,3% del Pil prevista nel Def.

Nell’ipotesi di una conferma del deflatore all’1,8%,  se ne deduce che il Pil nominale si attesterebbe allo 0,5% tendenziale, allo 0,4% acquisito e allo 0,9% annualizzato. In attesa di conoscere i numeri del conto economico consolidato della pubblica amministrazione, che saranno resi noti dall’Istat solo il prossimo 5 ottobre, è possibile effettuare una stima flash dei conti pubblici, basata sulle informazioni ad oggi disponibili: il fabbisogno dello Stato (in termini di cassa), le entrate tributarie e le entrate contributive (in termini di cassa).

Il fabbisogno dello Stato nel primo semestre 2013 è risultato pari a 42,2 mld di euro in netto peggioramento rispetto ai 29,9 mld di euro del corrispondente periodo del 2012.

Il debito pubblico a maggio 2013 ha raggiunto il livello di 2.075 mld di euro, con un aumento di 100 mld di euro rispetto a maggio 2012. Il rapporto debito/Pil ha raggiunto quota 132,9%.

La tendenza al peggioramento dei conti pubblici, già evidente nel primo trimestre 2013, trova ampia conferma nei primi dati relativi al secondo trimestre 2013, nonostante l’aumento della pressione fiscale. La recessione ha una portata ben maggiore della diminuzione di 1,3% del Pil previstanel Def. L’indebitamento netto rispetto al Pil, che secondo il monitoraggio del primo trimestre si attestava al 3,1%, non sembra mostrare segnali di miglioramento. Se la tendenza sarà confermata, la nota soglia di riferimento del 3% sarà superata con la conseguenza dell’apertura di una nuova procedura per deficit eccessivi. Il debito pubblico, che rappresenta il principale motivo di preoccupazione  poichè blocca sul nascere qualsiasi ipotesi di intervento pubblico a sostegno della crescita, continua ad aumentare oltre che in livello anche in rapporto al Pil, andando ben oltre l’obiettivo di 130,4% che il Governo aveva previsto per il 2013.

In assenza di miglioramenti significativi nella seconda parte del 2013, sia dal lato dei conti pubblici che della crescita economica, gli obiettivi previsti dal Governo “del fare” per quest’anno non potranno essere raggiunti a  meno di manovre correttive sostanziali (potrebbe non essere sufficiente il ripristino del gettito tributario conseguente all’aumento dell’Iva e dell’Imu sulla prima casa come prevedeva la legge di stabilità 2013).

Analisi compiuta da Scenari Economici. 


IL DEBITO PUBBLICO AL 132,9% DEL PIL CHE E' CROLLATO A -2,4%. DEBITO A 2075 MILIARDI. A FINE ANNO CAPOLINEA: DEFAULT




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL MINISTRO DEL LAVORO: SU IVA E IMU NON C'E' NESSUNA PROMESSA DI TAGLI (ABBIAMO SCHERZATO, ITALIANI CREDULONI...)

IL MINISTRO DEL LAVORO: SU IVA E IMU NON C'E' NESSUNA PROMESSA DI TAGLI (ABBIAMO SCHERZATO,
Continua

 
MPS PERDE 125 MILIONI DI EURO AL MESE! 13,8% DEI PRESTITI IN SOFFERENZA! 40,5 MILIARDI DI DERIVATI! FALLIMENTO IN ARRIVO

MPS PERDE 125 MILIONI DI EURO AL MESE! 13,8% DEI PRESTITI IN SOFFERENZA! 40,5 MILIARDI DI DERIVATI!
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »