67.698.543
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TANTO PER GETTARE UN PO' DI BENZINA SUL FUOCO / BOSSI: LA KYENGE? DIVERSAMENTE BIANCA...

martedì 6 agosto 2013

Cividate al Piano - Qualche settimana fa Roberto Calderoli l'aveva paragonata a un «orango» ma, evidentemente, non è bastato. Umberto Bossi domenica sera, dal palco della festa della Lega Nord di Cividate al Piano, l'ha definita «diversamente bianca». Non c'è tregua tra il Carroccio e il ministro Cécile Kyenge. Poco importa se qualche ora prima, a Verona, il sindaco e vice segretario federale della Lega Nord Flavio Tosi l'aveva accolta in città con parole concilianti, dopo gli insulti a lei diretti da alcuni esponenti leghisti.

«Le porgo le mie scuse se qualcuno della mia parte politica l'ha offesa - le ha detto Tosi, maroniano duro e puro, guardandola negli occhi prima di farsi scattare una foto in cui si stringono la mano -. In democrazia si possono avere idee diverse, ma il rispetto come ministro e soprattutto come persona e come donna è una cosa dovuta».

Parole che stonano con quelle pronunciate dal Senatur, domenica sera, alla cosiddetta «Seedàt fest» di Cividate al Piano. La sua comparsa nel piccolo parco fa immediatamente troncare, nel bel mezzo di una mazurca, la musica dell'orchestra di liscio. «Ora parla Bossi», annuncia emozionato un militante, ma sotto al palco ci vanno solo una ventina di ammiratori affezionati in un'atmosfera decadente.

Il comizio parte subito fortissimo, Bossi parla d'immigrazione e delle prostitute che ha intravisto dal finestrino mentre arrivava a destinazione. Dopo nove minuti appena ecco il punto culminante, sul ministro Cecilia Kyenge.

«Attenzione all'immigrazione. La ministra è stata insultata, sbagliando - dice Bossi, ma mentre prende fiato e sembra aprire alle scuse aggiunge subito:- è anche una donna, al di là che sia diversamente bianca», scatenando subito gli applausi accompagnati da parecchie risate dei pochi presenti. Non sembrano parole al vento, scivolate via per sbaglio nel tentativo di caricare un po' la folla, ma quasi studiate ad hoc per giocare con le battute e il colore della pelle.

«Io non avrei mai invitato, come ha fatto Maroni, la Kyenge a parlare in una nostra festa - aggiunge mentre si sprecano i battimani -. A noi interessa solo proteggere la "Bossi-Fini" contro i clandestini senza un posto di lavoro e un permesso di soggiorno. La Kyenge può dire quello che vuole ma solo il ministro dell'Interno Angelino Alfano può opporsi, quindi era inutile invitarla».

Il comizio pubblico continua fra crisi economica, quote latte, ius soli, indipendenza della Padania e la condanna di Silvio Berlusconi su cui la stragrande maggioranza dei militanti presenti, però, la pensa diversamente da Bossi. «Sono riusciti a condannarlo superficialmente per aver saltato cinque lire di tasse sul mezzo miliardo di euro che paga ogni anno», spiega, raccogliendo solo mugugni.

Diventa un comizio intimo, i militanti sono a due metri di distanza appena, non servirebbe nemmeno il microfono per parlare, qualcuno alza la voce cercando di interrompere. «Sono senza lavoro da due anni con tre figli da mantenere e l'affitto da pagare - urla un operaio leghista sotto il palco - mi volete aiutare o state bene solo voi politici?». «Tu hai la faccia di uno che ha votato Pd», ribatte seccato Bossi.

Per calmare gli animi deve scendere dal palco l'ex consigliere regionale Daniele Belotti. Tre manifestanti gridano incessantemente a squarciagola «Bossi», «Bossi», «Bossi» per spegnere le polemiche, soffocate definitivamente dal «Va, pensiero» a tutto volume. L'operaio se ne va arrabbiato, con un'espressione molto diversa rispetto a quando applaudiva e si esaltava sull'espressione «diversamente bianca» di Bossi.

Vittorio Ravazzini per "Corriere.it"

Fonte: Dagospia.


TANTO PER GETTARE UN PO' DI BENZINA SUL FUOCO / BOSSI: LA KYENGE? DIVERSAMENTE BIANCA...




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
QUEL LEGHISTA DI MAJORINO (ASSESSORE PD DI MILANO) PROGETTA RONDE DI VOLONTARI PER LA SICUREZZA SU BUS METRO E FILOVIE.

QUEL LEGHISTA DI MAJORINO (ASSESSORE PD DI MILANO) PROGETTA RONDE DI VOLONTARI PER LA SICUREZZA SU
Continua

 
CHI L'HA DETTO CHE LE SENTENZE NON SI COMMENTANO? IL GIUDICE CHE HA CONDANNATO BERLUSCONI LO FA SUL MATTINO (DI NAPOLI)

CHI L'HA DETTO CHE LE SENTENZE NON SI COMMENTANO? IL GIUDICE CHE HA CONDANNATO BERLUSCONI LO FA SUL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »