67.742.316
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA REGIONE PIEMONTE HA PERSO LA CAUSA A LONDRA: DOVRA' PAGARE 36 MILIONI DI EURO (CHE NON HA). MA C'E' UN RICORSO...

venerdì 26 luglio 2013

TORINO - La Regione Piemonte dovra' pagare 36 milioni di euro a Intesa Sanpaolo e Dexia: la decisione dell'Alta Corte di Giustizia di Londra, gia' trapelata nei giorni scorsi, e' ora ufficiale.

L'opposizione al pagamento da parte della Giunta presieduta da Roberto Cota e la richiesta di sospendere l'esecutivita' del provvedimento e' stata bocciata.

La Regione e' stata condannata anche a pagare entro il 9 settembre parte delle spese (50.000 sterline per ciascuna banca). A dare la notizia e' lo studio legale Cleary Gottlieb Steen Hamilton, che assiste le banche.

Per la Regione la sentenza e' interlocutoria e ''ribadisce elementi gia' discussi'': ci sara' tempo fino al 9 settembre per depositare le memorie e quindi formalizzare il ricorso, nel frattempo non sara' pagato nulla. ''Affinche' sia valida in Italia qualsiasi decisione e' necessario un passaggio presso il giudice civile'', sottolinea l'assessore regionale al Bilancio, Gilberto Pichetto che ricorda: ''in merito al contenzioso sui derivati e' tuttora aperto il giudizio davanti al Consiglio di Stato e nel frattempo l'autotela, e quindi la sospensione dei pagamenti, e' ancora valida ed efficace''.

Con Intesa Sanpaolo e Dexia la Regione aveva costruito una serie di derivati sul prestito obbligazionario da 1,85 miliardi emesso nel 2006, ma nel 2012 era stato interrotto il pagamento delle rate semestrali di ammortamento del prestito. L'accusa mossa alle banche era quella di attuato pratiche scorrette nella vendita dei derivati.

Una motivazione respinta dalla Corte di Londra a cui le banche hanno presentato ricorso. La Regione Piemonte ha invece raggiunto un accordo nelle settimane scorse con la terza banca coinvolta nella operazione derivati, la Merril Lynch.

Molte Regioni ed enti locali sono attualmente coinvolti in casi simili. Il sospetto di molti analisti e' che diverse amministrazioni locali abbiano utilizzato i contratti di tipo derivato in maniera spregiudicata, per nascondere le perdite nei bilanci o posticiparle nel tempo.

Alcuni enti locali hanno tentato di invalidare i contratti sottoscritti sostenendo di essere stati raggirati dalle banche, che avrebbero nascosto clausole che garantivano profitti scorretti. Tesi accolta per il Comune di Milano: nella sentenza di primo grado del febbraio 2013, quattro grandi banche straniere sono state condannate per aver truffato il Comune che, secondo i giudici, non aveva le competenze per comprendere i contratti che aveva sottoscritto. (ANSA).


LA REGIONE PIEMONTE HA PERSO LA CAUSA A LONDRA: DOVRA' PAGARE 36 MILIONI DI EURO (CHE NON HA). MA C'E' UN RICORSO...




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE BANCHE ITALIANE SONO TUTTE IN PESSIME CONDIZIONI. S&P TAGLIA IL RATING DI 17 ISTITUTI. SOLO UNICREDIT E INTESA SALVE

LE BANCHE ITALIANE SONO TUTTE IN PESSIME CONDIZIONI. S&P TAGLIA IL RATING DI 17 ISTITUTI. SOLO
Continua

 
LUGLIO 2013: LO STATO E' IN ROSSO DI 8,8 MILIARDI DI EURO. LUGLIO 2012: ERA IN ATTIVO DI 1,99 MILIARDI DI EURO. IL CRACK

LUGLIO 2013: LO STATO E' IN ROSSO DI 8,8 MILIARDI DI EURO. LUGLIO 2012: ERA IN ATTIVO DI 1,99
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »