43.270.818
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

E' UNA BUFALA DELLE AGENZIE AGI-ANSA-ADN: SETTE DIRIGENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE ARRESTATI QUESTA MATTINA A ROMA!

martedì 23 luglio 2013

CLAMOROSO! LE AGENZIE STAMPA (AGI ANSA ADN E ALTRE) HANNO DIVULGATO LA NOTIZIA DI "7 ARRESTI TRA DIRIGENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE DI ROMA" MA:

(AGI) - Roma, 23 lug. - Falsa la notizia degli arresti dei funzionari dell'Agenzia delle Entrate. Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma smentisce e precisa che "l'informazione non corrisponde a verita'". La procura di Roma ha gia' aperto un'inchiesta per individuare i responsabili. (AGI)

QUINDI, QUESTA "NOTIZIA" RIPRESA DA TUTTI I GIORNALI E' FALSA:

Roma - Sette funzionari dell'Agenzia delle Entrate arrestati, quattro professionisti denunciati e beni sequestrati per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro. E' l'esito di un'ordinanza cautelare firmata dal gip Vilma Passamonti, su richiesta del procuratore aggiunto Nello Rossi, ed eseguita dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma. Le indagini erano state avviate dai militari del nucleo di polizia tributaria delle Fiamme Gialle a seguito di svariate segnalazioni di contribuenti che avevano riscontrato allarmanti anomalie procedurali negli accertamenti tributari svolti dall'Agenzia delle Entrate.

I funzionari finiti in manette si sarebbero concentrati sulle verifiche tributarie di contribuenti facoltosi dei quali analizzavano dettagliatamente le situazioni economico-patrimoniali utilizzando i numerosi strumenti informatici messi a loro disposizione. Di qui venivano mosse ai contribuenti contestazioni per operazioni e cifre del tutto infondate e sproporzionate, come poi ha effettivamente accertato la Finanza effettuando analoghe verifiche di sua competenza. Tale 'modus operandi' aveva lo scopo di precostituire la base per maturare a fine anno gli incentivi di produzione dei funzionari dell'Agenzia delle Entrate che cosi', oltre a precludere gli effettivi recuperi del gettito fiscale, causavano anche un considerevole danno all'erario dovuto all'aggravio dei premi stessi. I contribuenti, a seguito di queste verifiche contabili, venivano poi invitati presso l'Agenzia delle Entrate per valutare la possibilita' di chiudere transattivamente le loro pendenze con il fisco. In quella sede succedeva che gli stessi contribuenti venivano pesantemente minacciati dai funzionari 'infedeli' i quali paventavano l'imminenza di sequestri, espropri e di altre misure cautelari restrittive della liberta' che, a loro dire, sarebbero state addirittura sollecitate dalla procura. 

Dalle indagini delle Fiamme Gialle e' quindi emerso che dopo interminabili e ripetuti incontri, i contribuenti venivano contattati da mediatori che si proponevano come possibili risolutori delle loro pendenze fiscali in cambio di laute elargizioni in denaro contante. A quel punto alcuni contribuenti hanno deciso di rivolgersi al comando Provinciale di Roma per denunciare la stranezza e l'irregolarita' di questi episodi che evidenziavano il potenziale interesse privato dei funzionari nelle pendenze fiscali nonche' la fuoriuscita dei fascicoli tributari dall'Agenzia delle Entrate, e di tutti i dati personali e sensibili degli stessi contribuenti. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle del Nucleo Polizia Tributaria hanno permesso di risalire ai funzionari infedeli, rei anche di aver segnalato contribuenti maggiormente patrimonializzati a noti studi di consulenza tributaria e commerciale loro complici, che a loro volta attuavano poi l'estorsione sotto la veste di consulenza tributaria ad altissimo costo. Tra i denunciati anche un commercialista romano di origine calabrese con la passione per le auto di lusso, oggetto di sequestro. (AGI)


E' UNA BUFALA DELLE AGENZIE AGI-ANSA-ADN: SETTE DIRIGENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE ARRESTATI QUESTA MATTINA A ROMA!




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UNDICI MILIONI DI PRODOTTI CINESI SEQUESTRATI STAMATTINA DALLE FIAMME GIALLE IN VENETO.GIUSTAMENTE ZAIA SI COMPLIMENTA.

UNDICI MILIONI DI PRODOTTI CINESI SEQUESTRATI STAMATTINA DALLE FIAMME GIALLE IN VENETO.GIUSTAMENTE
Continua

 
EXPO 2015 (CAMPA CAVALLO): ACCORDO SU CONTRATTI ''FLESSIBILI'' CON I SINDACATI: 800 POSTI IN TUTTO.  MEGLIO DI NIENTE.

EXPO 2015 (CAMPA CAVALLO): ACCORDO SU CONTRATTI ''FLESSIBILI'' CON I SINDACATI: 800 POSTI IN TUTTO.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »