45.115.093
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DUE VIOLENTE SCOSSE DI TERREMOTO NELLA NOTTE E ALLE PRIME LUCI DELL'ALBA NELLE MARCHE, TRA ANCONA E MACERATA.

domenica 21 luglio 2013

Ancona - Una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.9 e' stata registrata all'3:32 nelle Marche, in prossimita' delle province di Ancona e Macerata.

La scossa di terremoto di magnitudo registrata alle 3:32 nelle Marche e' stata chiaramente avvertita dalla popolazione, che si e' riversata nelle strade. Secondo diverse testimonianze, il sisma e' stato relativamente lungo e percepito in diverse localita' della regione, fino in Abruzzo. I centralini dei Vigili del fuoco e della Protezione civile sono stati presi d'assalto, ma al momento non vengono segnalati danni a persone o cose.

Il capo della Protezione civile delle Marche, Roberto Oreficini, si e' subito recato presso la sala operativa di Ancona, mentre i sindaci e dei Vigili del fuoco stanno effettuando le verifiche sul territorio. Oreficini ha ricordato che la zona e' interessata da uno sciame sismico dallo scorso giugno.

Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), l'epicentro della scossa di magnitudo 4.9 avvertita alle 3:32 nelle Marche e' stato in mare, non lontano dalla costa, nel distretto sismico di Monte Conero. Alle 3:43 e' stata registrata una replica di magnitudo 2.3, con epicentro sempre in mare ma oltre i 20 km di distanza dalla costa, poi alle 4:08 un'altra di magnitudo 2. 

Alle 5.07 un'altra violenta scossa di magnitudo 4 al largo delle coste marchigiane, interessate nella notte da un sisma di magnitudo 4.9 e almeno otto lievi repliche di magnitudo uguale o superiore a 2.. 

Tante le chiamate ai Vigili del fuoco e alla Protezione civile, che hanno fatto scattare subito i controlli sul territorio: nessun danno particolare e' stato segnalato, ma molte persone si sono riversate in strada ed hanno preferito passare il resto della notte fuori dalle loro abitazioni. La prima scossa, in particolare, e' stata chiaramente avvertita anche in Abruzzo, fino alla provincia di Pescara. E agli abruzzesi non e' passato inosservato l'orario del sisma marchigiano: le stesse 3:32 che il 6 aprile 2009 segnarono per sempre la citta' dell'Aquila, con un terremoto di magnitudo momento 6.3 che costo' la vita a oltre 300 persone. La costa delle Marche e' interessata da uno sciame sismico da circa due mesi. L'ultima scossa di rilievo era stata registrata il 17 luglio scorso con magnitudo 3.2.


DUE VIOLENTE SCOSSE DI TERREMOTO NELLA NOTTE E ALLE PRIME LUCI DELL'ALBA NELLE MARCHE, TRA ANCONA E MACERATA.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ESPONENTE VENETO DEL SEL ISTIGA ALLO STUPRO DI MASSA CONTRO DOLORES VALANDRO: LASCIATELA A 20 NEGRI ASSATANATI. TESTUALE

ESPONENTE VENETO DEL SEL ISTIGA ALLO STUPRO DI MASSA CONTRO DOLORES VALANDRO: LASCIATELA A 20 NEGRI
Continua

 
ALFANO COME LUIGI XV: ''DOPO DI ME IL DILUVIO'' (NON C'E' UNA TERZA VIA TRA QUESTO ESECUTIVO E IL CAOS)

ALFANO COME LUIGI XV: ''DOPO DI ME IL DILUVIO'' (NON C'E' UNA TERZA VIA TRA QUESTO ESECUTIVO E IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!