44.335.588
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL TRIBUNALE DI LONDRA DA' TORTO ALLA REGIONE PIEMONTE: I DERIVATI VANNO PAGATI! (PIU' DI UN MILIARDO DI EURO!)

mercoledì 17 luglio 2013

Londra -  "La decisione di oggi della Alta Corte di Londra fa seguito alla sua precedente decisione del luglio 2012 e alla sentenza del Tar Piemonte che, nel dicembre 2012, aveva gia' confermato che i provvedimenti regionali di autotutela erano stati adottati dalla Regione Piemonte in mancanza dei requisiti di legge, confermando contestualmente la competenza esclusiva dei giudici inglesi".

E' questo il commento dell'Amministratore Delegato di Dexia Crediop, Jean Le Naour, sulla decisione di oggi della piu' alta giurisdizione britannica. "Oggi la Alta Corte di Londra si e' nuovamente pronunciata confermando il suo precedente provvedimento con il quale si era stabilito che i contratti di swap contestati dalla Regione Piemonte sono in realta' legittimi, validi e vincolanti, rigettando tutte le argomentazioni sollevate dalla Regione Piemonte in quanto tardive e infondate" sottolinea l'ad di Dexia Crediop.

"Pertanto -afferma ancora Le Naour- la Alta Corte di Londra ha stabilito il diritto di Dexia Crediop a un Summary Judgment che le permettera' di ottenere il pagamento di tutte le somme dovute (inclusive degli interessi per ritardato pagamento) ai sensi del contratto di swap, unitamente ai costi legali sostenuti dalla banc". "Siamo felici delle recenti decisioni pronunciate dai tribunali italiani ed inglesi, che confermano la piena correttezza dell'operazione realizzata da Dexia Crediop e dalla Regione Piemonte". 

E le reazioni non si sono fatte attendere. ''La sentenza depositata oggi a Londra conferma una decisione gia' assunta a luglio dello scorso anno dalla High Court of Justice. Non si tratta di una sentenza di condanna e si limita solo a ribadire quanto gia' espresso in precedenza''. E' quanto precisa il Vice Presidente e assessore al Bilancio, Gilberto Pichetto Fratin, in merito alla notizia sulla decisione del giudice londinese relativamente al contenzioso tra la regione e gli istituti bancari Dexia e Intesa Sanpaolo sulla vicenda derivati. ''Non e' pertanto in alcun modo da ritenersi definitiva - ha aggiunto - tant'e' che si sta valutando l'eventuale impugnazione della stessa. Ma anche se lo fosse, sarebbe comunque necessario un ulteriore passaggio in Italia per poterla rendere esecutiva, ovvero una pronuncia del giudice civile. Insomma, al momento la Regione Piemonte non deve pagare alcunche'''. Pichetto ricorda che ''sulla stessa vicenda e' ancora in corso il giudizio dinanzi al Consiglio di Stato, in cui si chiede che sul caso specifico venga fatta valere la giurisdizione italiana''.  (AdnKronos)


IL TRIBUNALE DI LONDRA DA' TORTO ALLA REGIONE PIEMONTE: I DERIVATI VANNO PAGATI! (PIU' DI UN MILIARDO DI EURO!)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SPAGNA RIMPATRIA (92.000) LA FRANCIA BLOCCA (38.000) E L'ITALIA SI FA INVADERE: ALTRI 350 CLANDESTINI ARRIVATI OGGI

LA SPAGNA RIMPATRIA (92.000) LA FRANCIA BLOCCA (38.000) E L'ITALIA SI FA INVADERE: ALTRI 350
Continua

 
ARRESTATI I LIGRESTI E ALCUNI DIRIGENTI DI FONDIARIA SAI. L'ACCUSA E' FALSO IN BILANCIO AGGRAVATO.

ARRESTATI I LIGRESTI E ALCUNI DIRIGENTI DI FONDIARIA SAI. L'ACCUSA E' FALSO IN BILANCIO AGGRAVATO.


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!