67.653.713
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

AMBROSOLI ATTACCA MARONI AL PIRELLONE: LA GIUNTA REGIONALE DORME! (NON E' VERO, MA: QUAND'E' CHE ARRIVA IL 75%?!)

martedì 9 luglio 2013

Milano - Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e' uscito dall'aula del Consiglio durante l'intervento del coordinatore del centrosinistra, Umberto Ambrosoli. Maroni ha abbandonato l'aula dopo che Ambrosoli aveva criticato "l'immobilismo" della giunta regionale.

In particolare il coordinatore del centrosinistra aveva sostenuto che "fino a oggi abbiamo fatto interventi di mera manutenzione legislativa: una proroga, una moratoria, una di nomine commissariali e una legge dettataci dal livello nazionale (quella sui costi della politica)".

A quel punto, da quanto si e' potuto sentire a microfono spento, Maroni, prima di lasciare l'aula visibilmente stizzito, ha replicato: "abbiamo fatto quattro leggi". 

A margine dei lavori del Consiglio regionale, Ambrosoli ha commentato cosi' l'uscita dall'aula di Maroni: "Non mi metto a giudicare, confido nel fatto che qualcuno gli faccia leggere quello che ho detto, altrimenti sarebbe lui il primo a perdere un'occasione di confronto".

L'avvocato, quindi, prosegue: "Dal punto di vista della capacita' di reagire, constato un immobilismo pericolosissimo perche' c'e' da correre e si sta camminando col passo della mucca. I cittadini lombardi vogliono una reazione forte". (AGI)

Aggiornamento:

''Non mi ha annoiato, mi ha insultato'': cosi' il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, si e' limitato a replicare ai giornalisti che gli hanno chiesto un commento sul perche' abbia lasciato l'Aula durante l'intervento del coordinatore del centro-sinistra Umberto Ambrosoli, critico nei confronti della sua Giunta. (ANSA). 


AMBROSOLI ATTACCA MARONI AL PIRELLONE: LA GIUNTA REGIONALE DORME! (NON E' VERO, MA: QUAND'E' CHE ARRIVA IL 75%?!)




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL MINISTRO DEI TRASPORTI, MAURIZIO LUPI, HA UNA BUONA PENSATA: RIDUCIAMO DEL 20-30% L'IMPORTO DELLE MULTE PAGATE SUBITO

IL MINISTRO DEI TRASPORTI, MAURIZIO LUPI, HA UNA BUONA PENSATA: RIDUCIAMO DEL 20-30% L'IMPORTO
Continua

 
IL MINISTERO DELL'INTERNO STANZIA 730 MILIONI DI EURO PER INFANZIA E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI (TUTTI E 730 AL SUD!)

IL MINISTERO DELL'INTERNO STANZIA 730 MILIONI DI EURO PER INFANZIA E ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »